16 ottobre 2018

Adotta una guglia o un monumento che ti sta a cuore

di Daniela Zanuso

Cattedrali, castelli, chiese, palazzi, piazze, fontane, siti archeologici, monumenti, scalinate, ponti, biblioteche, musei, torri, parchi, sono un vero tesoro nel nostro paese. Il problema è che necessitano di ingenti somme per il restauro e la manutenzione. 

La buona notizia è che aumentano sempre più le persone, associazioni, aziende

San Maurizio ovvero la chiesa della Monaca di Monza

di Daniela Annaro – foto e video di Giovanna Monguzzi

Dici Monza e, oltre a pensare all’Autodromo, evochi la manzoniana Monaca. La chiesa di San Maurizio, già dedicata alle Sante Margherita e Caterina, è l’ultimo, concreto, riferimento a quell’episodio e allo scandalo che ne seguì. 

Cous Cous Klan in scena al Teatro Binario 7

Venerdì 12 ottobre alle 21.00, inaugura al Teatro Binario 7 la quattordicesima stagione di prosa Teatro+Tempo Presente, ideata da Corrado Accordino in collaborazione con Elio De Capitani.

In scena Cous Cous Klan della pluripremiata compagnia Carrozzeria Orfeo. Lo spettacolo sarà in scena fino a domenica 14 ottobre.

Foliage: l’abbraccio caldo dei colori autunnali

di Daniela Zanuso

Rosso, giallo, arancione, ocra, marrone, viola, verde: sono i colori del foliage o fall foliage. Negli Stati Uniti e in Canada è  usanza consolidata visitare i boschi più belli per ammirare il sontuoso spettacolo che la natura offre in autunno. Esiste addirittura una sorta di bollettino che segnala i luoghi dove le foglie hanno iniziato a cambiare di colore.

Gli scatti di Robert Capa, in mostra all’Arengario

«Se le tue foto non sono abbastanza buone, non sei abbastanza vicino» Robert Capa

Dal 7 ottobre 2018 e fino al 27 gennaio 2019, l’Arengario di Monza ospita una grande mostra dedicata a Robert Capa, il più grande fotoreporter del XX secolo e fondatore, nel 1947, dell’agenzia Magnum Photos,

Il Governo del libero scambio

di Marco Riboldi

Si chiama pochade la commedia brillante e un po’ maliziosa che, a cavallo tra il XIX e il XX secolo, ha portato sulle scene molte opere divertenti, tra cui quella forse più famosa  é “L’albergo del libero scambio” di Feydeau.

Il nostro governo del cambiamento sta brillantemente ritornando a questa tradizione teatrale,

Zone blu, i paradisi dei centenari

La Redazione

Le chiamano “blue zones”, zone blu. Sono le aree del mondo in cui la speranza di vita è notevolmente più alta rispetto alla media mondiale e dove gli ultracentenari vivono una condizione psicofisica invidiabile. Una ricerca effettuata anni fa dal demografo Michel Poulain e