Premiazione dei vincitori di “Adotta un giusto”

Lunedì 16 aprile alle ore 10.00 all’Auditorium Enzo Baldoni (via Quarenghi 21, Milano) si terrà la premiazione dei vincitori del concorso “Adotta un Giusto, 2017/18”, terza edizione del bando promosso dall’Associazione Giardino dei Giusti (composta da Comune di Milano, Gariwo e UCEI), con il supporto della commissione didattica di Gariwo.

Al bando, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, hanno risposto studenti e insegnanti di 17 istituti di tutta Italia, inviando un centinaio di elaborati di vario tipo (testi letterari, video, racconti a fumetti, fotografie) ispirati alle storie dei Giusti adottati nel corso dell’anno scolastico.

La cerimonia, alla quale saranno presenti 250 studenti, sarà aperta dal saluto del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolè e dalla presentazione del progetto da parte della Responsabile della Commissione didattica di Gariwo Anna Maria Samuelli.

Seguiranno le testimonianze di Vito Fiorino, onorato come Giusto al Giardino virtuale del Monte Stella di Milano lo scorso mese e dell’attore Massimiliano Speziani, protagonista dello spettacolo “Il Memorioso”.

Sul palco saranno poi chiamati gli alunni vincitori per ritirare i premi assegnati dalla giuria composta dalla commissione didattica di Gariwo, da Franca Schiavon del Comune di Milano e Giorgio Mortara dell’UCEI.

Gli attori Alice Spisa e Massimiliano Speziani leggeranno brani tratti dagli elaborati premiati.

Il concorso “Adotta un Giusto” registra ogni anno una partecipazione sempre più ampia grazie all’impegno dei docenti, che collaborano con la Commissione didattica di Gariwo. Lo scopo è promuovere la crescita culturale e civile degli adolescenti e stimolare le loro capacità critiche e creative – dichiara Ulianova Radice, Vicepresidente dell’Associazione Giardino dei Giusti. – L’iniziativa fa parte del progetto didattico dell’Associazione Giardino dei Giusti per sensibilizzare i giovani sui valori della solidarietà, della partecipazione, della responsabilità personale e renderli consapevoli depositari della memoria del bene”.

“Le storie dei Giusti, le loro vite, le loro azioni – dichiara il Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé – sono un richiamo per tutti all’impegno personale per il bene collettivo. Ma lo sono soprattutto per i giovani verso i quali, troppo spesso e ingiustamente, rivolgiamo critiche di disinteresse e indifferenza agli eventi del passato e al mondo che li circonda. La sempre maggior partecipazione delle scuole a questo concorso è la dimostrazione tangibile della curiosità e dell’attenzione che i ragazzi sanno esprimere quando sono circondati da un ambiente stimolante. Così deve essere quello della scuola e della Pubblica Amministrazione”.

 

5 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code