Insieme contro la povertà

di Piergiovanni Bellomi, Consiglio Centrale Monza – Società San Vincenzo de Paoli

Caritas e San Vincenzo della nostra città continuano a collaborare per fronteggiare le problematiche che questo virus ha provocato. Molte famiglie che non conoscevano la precarietà e la necessità di chiedere un aiuto si sono rivolte a noi. Alcune  famiglie che si sono rivolte al Fondo non avevano particolari problemi economici. Neanche loro si sarebbero immaginati di dover bussare alle porte di Caritas e San Vincenzo.

Il fondo per l’emergenza contro il Coronavirus aiuterà la famiglia di Gianni a pagare tre mesi di affitto.

Gianni si è rivolto ad un Centro di Ascolto della Caritas dopo aver atteso per settimane che la situazione migliorasse e dando fondo ai piccoli risparmi che hanno caratterizzato la quotidianità di anni di duro lavoro. L’impresa di pulizia con la quale lavorava con un contratto a tempo determinato è ferma e gli ammortizzatori sociali non sono ancora intervenuti ad erogare gli aiuti promessi.

I due figli e la moglie del primo matrimonio naufragato chiedono gli alimenti decisi dal tribunale per fronteggiare i loro impegni. Matteo il piccolo figlio con problemi di natura fisica determinati da una disabilità è a casa e la mamma Rita anch’ essa penalizzata dell’interruzione dei piccoli lavori domestici che intratteneva con due famiglie, non sa come far fronte alle esigenze di tutti i giorni.

Il fondo per l’emergenza contro il Coronavirus aiuterà la famiglia di Gianni a pagare tre mesi di affitto e ha attivato la Conferenza della sua Parrocchia perché possa consegnare ogni settimana una spesa con generi alimentari.

A fine maggio sono 130 le famiglie che il Fondo sta aiutando e sono stati impegnati più di € 75.000. Ogni settimana ci sembra di aver raccolto una somma straordinaria che testimonia la generosità di tante persone che ci sostengono.

Il grazie ai donatori

Ogni venerdì alla fine dell’assegnazione dei contributi ci accorgiamo che abbiamo bisogno di nuove donazioni, che la nostra raccolta non è sufficiente per tutte le famiglie che chiedono un aiuto! Sottolineiamo che tutte le donazioni provengono da tanti piccoli aiuti, tante piccole generosità.

Anche dalle Conferenze della San Vincenzo ci giungono segnali di difficoltà! Sono numerose le famiglie che alcuni vincenziani avevano aiutato 5/6 anni prima e che oggi a causa della pandemia tornano a bussare alle loro sedi.

Il Fondo ha aiutato Claudia che ha perso il lavoro

Claudia che viene dall’Ucraina e che parla ormai correttamente l’italiano, vive con i due figli maggiorenni un apparente benessere. La situazione precipita quando all’inizio di marzo la signora anziana per la quale svolge il ruolo di badante, viene ricoverata in ospedale e contemporaneamente il figlio rimane a casa per il fallimento della propria azienda e la figlia che lavorava come colf per questi mesi è costretta a interrompere le sue prestazioni.

 

Dalle segnalazioni che ci pervengono emergono situazioni di difficoltà che la Pandemia ci obbliga a non ignorare, anzi ad affrontare con l’aiuto estemporaneo che il fondo ci permette di erogare, e con il rinnovato impegno di tanti volontari che sentono la necessità di accompagnare queste famiglie lungo un tratto di strada che presto speriamo torni ad essere percorribile in piena autonomia.

E’ possibile sostenere l’azione della Caritas e della San Vincenzo con una donazione tramite:

  • Presso la Caritas Decanale di Monza IBAN IT87K 05216 204040 000000 64677 intestato a Parrocchia S. Giovanni Battista-Caritas Monza con causale “1000×5”
  • Presso le Conferenze di San Vincenzo De Paoli di Monza IBAN IT75Z 05216 204040 000000 00886 intestato a S. Vincenzo Consiglio Centrale Monza con causale “Per le famiglie contro il coronavirus”.