Accadde Oggi

Obama annuncia la chiusura del carcere Guantanamo

La chiusura del carcere di Guantanamo

di Camilla Mantegazza

E’ costoso. È inefficiente. Danneggia la statura internazionale degli Stati Uniti”. Così, sin dal primo giorno della sua presidenza, Barack Obama dichiarò che il carcere di Guantanamo, presidio nella lotta al

Nasce Oliver Hardy

Oliver Hardydi Giacomo Laviosa

Oliver NorvellBabe” Hardy nasce ad Harlem, Stati Uniti il 18 gennaio del 1892. Nel 1910, tutta la famiglia si trasferì a Milledgeville, dove il diciottenne Norvell trovò lavoro nell’unico cinema della città, diventandone

L’addio a Mariangela Melato

Mariangela Melato

di Camilla Mantegazza

Avrebbe voluto dedicare la sua vita alla pittura. Mariangela Melato studiò a Brera, ma presto si accorse che quella non sarebbe stata la strada che l’avrebbe resa ciò che poi realmente è divenuta. Poi, piccoli

Globetrotters e il basket diventa spettacolo

Harlem Globetrotters

di Giacomo Laviosa

Gli Harlem Globetrotters sono nati con lo scopo di intrattenere il pubblico nelle sale da ballo americane durante l’intervallo degli spettacoli delle big bands.  Nel 1927 al Savoy Hall di Chicago, un ebreo di nome

22 dicembre 1989: apertura della Porta di Brandeburgo

porta brandeburgoLa Porta di Brandeburgo, tra Strasse des 17 Juni e Pariser Platz, fino al 22 dicembre 1989, era  Terra di Nessuno. Situata nel periodo della divisione immediatamente dietro la linea del confine, nel settore sovietico della città. Ricoperta da un telo rosso il giorno in cui nel 1963 JF Kennedy visitava, per la prima

17 dicembre 1903: un sogno diventa realtà

First_flight2Si presume che lo spunto sia arrivato da Leonardo e dai suoi studi sul volo degli uccelli. Da lì in avanti, ma con maggior insistenza e passione verso la fine dell’Ottocento, tutti i tentativi di coronare il sogno di vedere il mondo dall’alto sono passati attraverso congegni ad ali battenti, alianti, monoplani con eliche e  motori a

1963 come eravamo: dai Beatles a sapore di sale

 Il 1963 sarà un anno unico, un anno di svolta non solo nella politica e nella storia. Purtroppo è anche l’anno che vedrà la scomparsa di uomini di speranza e di pace, John Fitzgerald Kennedy, Papa Giovanni XXIII, ma ne vedrà altri  celebrare discorsi immortali

9 dicembre 1979: il vaiolo è debellato

di Camilla Mantegazza

Il 9 dicembre 1979, dopo intense attività di ricerca e minuziosi controlli effettuati in tutto il mondo da una commissione di esperti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) poté annunciare ufficialmente

7 dicembre 1941 attacco a Pearl Harbor: è guerra mondiale

Attacco_a_Pearl_HarborIn America non è festa nazionale, ma le scuole statunitensi issano la bandiera a mezz’asta. Il 7 dicembre del 1941 è ricordato come il “giorno dell’infamia”. Pearl Harbor è distrutta. Da quel giorno l’America cambiò e con essa mutarono tutti i rapporti mondiali.

1963: come eravamo, da Carosello ai libretti della spesa

Carosello_1963Il 1963 segna la fine del “miracolo economico” iniziato verso la metà degli anni ’50.  Cinquant’anni fa  soprattutto nel Nord Italia, si usava fare la spesa con il libretto, un sistema di pagamento posticipato a fine mese, quando arrivava lo stipendio. Si “segnava” sul libretto l’importo della spesa alimentare,

Anniversario della morte di Hannah Arendt

Hannah ArendtIl 4 dicembre 1975 morì Hannah Arendt. E’ stata una delle più acute e fini pensatrici del secolo scorso. Nata nel 1906 in Germania, ebrea, filosofa e allieva di Heidegger, scappò ai tempi della persecuzione  contro gli ebrei per  rifugiarsi negli Stati Uniti.

25 novembre: riflessioni al femminile

donnesalute(…) Sono stato e sarò sempre dalla vostra parte (delle donne ndr). Ho una precisa convinzione: così come il livello di uguaglianza tra i sessi è un indicatore, un termometro del grado di civiltà di una nazione, allo stesso modo la considerazione e il rispetto che gli individui di sesso maschile hanno nei confronti delle donne indica

22 novembre 1967: risoluzione 242 e la pace che non c’è

risoluzione242Il 22 novembre del 1967 il Consiglio di Sicurezza dell’ONU approvava la Risoluzione 242 in merito alla Guerra dei Sei Giorni, affermando l’esigenza dell’instaurazione di “una pace giusta e duratura” in Medio Oriente. Sono passati 46 anni e la richiesta non rimane altro che utopia. Chi abbia voluto questa fulminea

12 novembre: Concita De Gregorio, un esempio per noi donne

concita-degregorioConcita De Gregorio arriva a cinquant’anni con una carriera che potrebbe essere, ed effettivamente lo è, invidiabile. Soprattutto per una donna, perché lei, in qualche modo, ce l’ha fatta. È un esempio e una meta. Eppure è una donna normalissima che con il solo aiuto della sua determinazione è arrivata prima a firmare

11 novembre 1918 Fine della prima guerra mondiale

prima-guerra_640E’ a questo giorno, difatti, che si fa risalire la fine del primo conflitto mondiale, quando  in un vagone ferroviario, nei pressi di Compiègne in Francia, l’imperatore germanico  firma l’armistizio con la triplice Intesa. Le condizioni poste dall’Intesa erano estremamente dure, ma considerata la situazione disperata, i tedeschi furono costretti ad

9 novembre 1938 – La notte dei cristalli

vetri-rottiA seguito dell’omicidio di un diplomatico nazista a Parigi, da parte di un diciassettenne ebreo che voleva vendicare la deportazione dei genitori, nella notte tra il 9 e il 10 novembre 1938, si scatenò in Germania, in Austria e Cecoslovacchia, un’ondata di violenza inaudita contro gli ebrei. Le SA e le SS con l’appoggio della