Mondo

Palermo capitale della cultura 2018

La Redazione

Dopo il prestigioso riconoscimento dell’Unesco, che considera Palermo patrimonio dell’umanità, è la volta dell’ambita benemerenza: Palermo città  “Capitale della cultura 2018”.

Facciamo pace grazie allo sport

 

La Redazione

Giorni fa è stato finalmente raggiunto un accordo tra i rappresentanti delle due Coree. A febbraio, la Corea del Nord invierà i propri atleti nella Corea del Sud in occasione dei Giochi Olimpici invernali. Una vittoria dello sport, un risultato insperato fino a qualche tempo fa.

In Islanda la parità di salario è legge

Con l’inizio del 2018 in Islanda é entrata in vigore la nuova legge che impone alle imprese pubbliche e private di garantire la stessa retribuzione ai dipendenti, in quello che sarebbe il primo requisito del genere nel mondo.

La Costituzione Italiana compie 70 anni

di Laurenzo Ticca

1948. La Seconda Guerra Mondiale è finita da tre anni. Il costo umano e materiale è  impressionante . Sulle macerie di quella tragedia  nascono  istituzioni che avrebbero dovuto scongiurare un nuovo bagno di sangue.

What3words: tre parole e ti trovo

di Daniela Zanuso

What3words (in italiano “quali tre parole”) è un sistema di geocoding che serve a comunicare le coordinate geografiche. La startup è nata nel 2013 da un’idea di Christofer Sheldrick, un ragazzo inglese che ha

Spagna e Portogallo: così vicine e così diverse

di Matteo Arosio

Di quello che è successo e ancora sta succedendo negli ultimi due mesi in una parte della penisola iberica ne abbiamo parlato in tanti, forse troppo, ma forse non abbastanza approfonditamente. Ora, dopo quasi due

Non trasferite i Rohingya su un’isola inabitabile

Amnesty International ha chiesto al governo del Bangladesh di abbandonare il progetto che prevede di trasferire oltre 100.000 rifugiati rohingya su un’isola inabitabile.

Il 28 novembre il governo di Dacca ha approvato uno stanziamento equivalente a 280 milioni di dollari per

Un immenso canto di pace

di Enzo Biffi

Diamo una possibilità alla pace, pacifichiamoci.

Qualche anno fa, un bel giorno di febbraio, milioni di uomini e donne  riempirono le piazze di tutto il mondo con un immenso slogan contro la guerra in Iraq: “non in nostro nome“. Quel canto pur schiarendo i cieli di cento città, non entrò nelle case dei signori della guerra.

Venerdì nero

 

di Alfredo Somoza

Senza nemmeno accorgerci, il calendario delle festività del mondo sta cambiando. Perdono di significato le feste di tradizione religiosa o patriottiche, mentre vanno per la maggiore feste posticce o addirittura eventi globali basati solo sul consumo.

Brava gente

di Enzo Biffi

Il palazzo più alto del quartiere si riempì di lavatrici e televisioni in bianco e nero. Poi vennero i tramonti mai visti da così in alto, da offrire ai primi inquilini. Gente del posto che abitava li sotto in  case di ringhiera, con bagno in comune e tramonti bassi. Gli anni sessanta iniziarono così,  alti i palazzi, alti i consumi e  alto l’ottimismo. 

La “normalità” cilena

di Alfredo Somoza

Nel 1988 il Cile di Pinochet si rimetteva per la prima volta al giudizio democratico. La dittatura intendeva legittimarsi e sancire la sua continuità con un referendum popolare ma, contrariamente ai piani, il popolo

Apre in Iran la libreria più grande del mondo

il sorriso quotidiano

È stata inaugurata a Teheran, Iran, la più grande libreria al mondo. Il Teheran Book Garden non solo ospita tantissimi libri ma anche cinema, teatri, ristoranti, sale di preghiera, parchi e gallerie d’arte. L’obiettivo è quello di incentivare la creatività della popolazione, in particolare dei bambini e degli adolescenti,

Osservata la collisione fra due stelle: inizia una nuova era per l’astronomia

il sorriso quotidiano

Inizia una nuova era per l’astronomia, una rivoluzione scientifica paragonabile a quella galileiana. Sono state infatti rilevate per la prima volta le onde gravitazionali generate dalla collisione fra due stelle di neutroni. A registrarle sono stati i rilevatori di onde gravitazionali Ligo e Virgo e 70 telescopi posizionati sia sulla Terra che in orbita attorno al nostro Pianeta.

Per troppo tempo l’Italia è stata lasciata sola

di Patrizia Toia – Eurodeputato gruppo S&D

Abbiamo cambiato il regolamento di Dublino!

Dopo una lunga latitanza finalmente l’Europa, grazie alle sollecitazioni dell’Italia e degli eurodeputati del gruppo S&D, si è decisa ad assumersi la sua responsabilità modificando il famigerato regolamento di Dublino.

Spagna: serve una mediazione internazionale

di Fabrizio Annaro

Dopo  le decisioni del governo di Madrid adottate in applicazione dell’art.155 della Costituzione spagnola che prevedono una sospensione dell’autonomia della regione catalana, provvedimenti  giudicati dalla stampa internazionale  molto più duri rispetto alle aspettative, la situazione rimane tesa e piena di incertezze. Preoccupano molto seriamente gli arresti e le minacce di carcerazione destinate ai leader indipendentisti.

Catalogna: speriamo in un passo indietro

di Fabrizio Annaro

Un vero leader si riconosce nei momenti difficili se non in quelli drammatici. A Barcellona la tensione è altissima.In questi attimi, proprio mentre scrivo, si teme possa accadere il peggio.

I fatti di Seregno: l’amarezza di un calabrese

Riceviamo e pubblichiamo volentieri la lettera aperta indirizzata a Luigi Losa e firmata da Valerio D’Ippolito responsabile dell’Associazione Libera di Monza e Brianza
Caro Losa,
Ho letto, se pure con ritardo, le tue amare considerazioni sulle notizie di Seregno (la tua città), e ti capisco perfettamente. 

Da Vimercate buone notizie sul welfare aziendale

di Fabrizio Annaro

Serve un campo estivo per ragazzi, ci vorrebbe anche un asilo nido, un ventaglio più ampio di convenzioni sanitarie, una rivoluzione nei trasporti e più assistenza per figli e anziani. Queste alcune delle esigenze espresse dai lavoratori dell’Energy Park di Vimercate, un complesso di imprese che conta quasi  3 mila dipendenti,  che hanno risposto al questionario proposto della CGIL sul welfare aziendale.

Il sorriso di Haiti

il sorriso quotidiano

Ci sono catastrofi che fanno la storia: creano ingenti danni, portano con sé migliaia di vite. Dovere di ogni ambasciatore del sorriso è quello di trovare speranza laddove rimangono solo rovine: così abbiamo trovato la storia di Jean-François.