Cultura

XIII Giornata Mondiale contro l’omofobia

di Paola Biffi

Tolleri le persone che mangiano facendo rumore
Hai paura dei ragni
ma non li uccidi perché sono pur sempre esseri viventi
Non righi la macchina alla tua professoressa
perché dopo la rabbia passa

Quando i migranti erano italiani

di Daniela Zanuso

Partivano soprattutto da lì i nostri migranti. Si imbarcavano per l’Argentina, il Brasile e negli anni successivi per gli Usa. Salpavano dal porto di quella città che ora ha creato un museo a testimonianza e memoria di quegli anni. E non poteva essere che Genova, una città che ha visto partire, tra il XIX e il XX secolo,  milioni di veneti, friulani e piemontesi prima,  campani, calabresi, siciliani poi. La città ha aperto il  Museo Memorie e Migrazioni  (MeM),

Tahar Ben Jelloun: “Ai nostri figli va detta la verità”

di Gabriele Nissim – Presidente di Gariwo

Se oggi gli intellettuali di fede o di cultura musulmana avessero il coraggio di esprimersi pubblicamente con gli argomenti di Tahar Ben Jelloun, non solo si farebbe un passo importante nella battaglia culturale e politica contro il terrorismo

Nel 1959, il primo Grammy Awards

di Chiara De Carli

Cinquantotto anni fa come oggi, venivano assegnati, per la prima volta, i premi Grammy. La cerimonia si svolse all’interno del Beverly Hilton Hotel, in cui proprio la canzone “Nel blu dipinto di blu” vinse sia il premio come miglior canzone dell’anno, sia il premio per il miglior compositore, Domenico Modugno.

La libertà oltre il bosco di faggi

di Daniela Annaro

Sembrerà strano in quest’Italia con una scuola sconquassata, senza fondi e messa negli ultimi posti delle priorità politiche e governative, ma esistono ancora insegnanti bravissimi, veri maestri di vita.

La guerra del tempo di Gillo Dorfles

di Daniela  Annaro

Il 12 aprile 2017 ha compiuto 107 anni. E questo di per sé è già una notizia, anche se il numero dei centenari, in Italia come nel resto del mondo, è in crescita soprattutto nei paesi ad economia avanzata. Ma lui fa notizia di per

Arrivederci, Jaak!

di Eleonora Ticca

Il 17 aprile è mancato Jaak Panksepp. Nel corso della sua vita è stato molte cose, era allo stesso tempo neuroscienziato, psicologo, psicobiologo: ha affrontato il CervelloMente da tutti i punti di vista. “CervelloMente”.

Tempo di libri, si lavora già per il 2018

Tempo di Libri chiude la prima edizione con 72.929 presenze tra Fiera e Fuori Fiera

E ora si lavora alla seconda edizione, che si svolgerà nella primavera 2018, sempre nei padiglioni di Fiera Milano Rho. Le date saranno comunicate a maggio.

Con la serie tv ‘Tredici’ Netflix fa di nuovo centro

di Mattia Gelosa

La piattaforma Netflix ormai sta spopolando fra i teenager (e non solo) grazie alla bontà delle sue produzioni: stiamo parlando di serie tv davvero di ottima fattura dal punto di vista della scrittura, della realizzazione tecnica e

Marco Nereo Rotelli: arte e poesia a Roma

Ogni pittore o scultore sceglie, quasi da subito, la propria cifra distintiva, quello che lo caratterizzerà e lo farà amare dagli appassionati di arte. Marco Nereo Rotelli, Venezia 1955, crea le sue opere coinvolgendo poeti, filosofi, scienziati e, naturalmente, il pubblico. E’ quello che avverrà a partire dal 26 aprile (nel pomeriggio dalle

I Promessi Sposi? Per il 38% degli italiani sono di Boccaccio

di Daniela Zanuso

In un’indagine condotta da “Libreriamo” (una testata online che promuove i libri e la lettura) il 21% degli italiani ha risposto che a scrivere Amleto è stato Dante, che la Gioconda è un capolavoro di Michelangelo (32%), mentre ”L’Urlo di Munch” è  un film di Dario Argento (16%).

Igor Stravinskij e la necessità che diventa virtù

di Alessandro Arndt Mucchi

Secondo Hannibal Lecter, il desiderio nasce da quello che osserviamo ogni giorno, ma non è sempre così. Certo bisogna conoscere per desiderare, ma è anche il bisogno a muovere le azioni e far volere il cambiamento. Con buona pace del decimo comandamento, desiderare la roba d’altri è fondamentale per il progresso: se non so come sbarcare il lunario, 

Keith Haring, umanista USA

di Daniela Annaro

Io non sono un inizio, non sono una fine. Sono un anello di una catena. La robustezza di una catena dipende dai miei stessi contributi, così come  dai contributi di quelli che vengono prima e dopo di me”