arte

Colori d’autunno

Immagini di Danilo Arosio

Spazioradice 33, nella sua programmazione, torna alle immagini e lo fa con Colori d’autunno un lavoro di Danilo Arosio basato sulla relazione tra luce e colori, uno studio su trasparenza e materia.

Arrivano Ninja e Samurai al MAO di Torino

La mostra realizzata al MAO, Museo d’Arte Orientale si addentra nella storia dei guerrieri giapponesi più conosciuti, i samurai, e nel mistero che circonda la figura dei leggendari guerrieri ombra, i ninjaNINJA E SAMURAI. Magia ed estetica presenterà circa 200 opere databili tra il XVI e XX secolo provenienti da collezioni private, manufatti mai esposti prima d’ora, e opere concesse straordinariamente dal Museo d’Arte Orientale di Venezia.

Tiziano a Palazzo Marino in Sacra Conversazione

di Daniela Annaro

Immersa in una luce calda e avvolgente, Maria con in braccio il  Bimbo irrequieto, forse conscio del suo tragico destino, guarda verso terra,  ai Santi Francesco  e Biagio, e al committente in preghiera, Alvise Gozzi. Intorno a lei, angeli festanti su nuvole bianche.

La poesia vuole farsi offrire un tè

di Safia Zappa

Poesia, poesia, poesia. Poesia di qua, poesia di là. Poesia all’asilo, poesia alle elementari, poesia alle medie. Leopardi, Pascoli e Foscolo.

La poesia ci circonda, da sempre. Tutti ne conosciamo almeno una a memoria,

Riflessioni. Chistian Megert alla Galleria San Fedele

di Daniela Annaro

Il celebre artista tedesco, Christian Megert, espone per la prima volta presso la Galleria San Fedele di Milano. Membro storico del celebre Gruppo Zero, che tra gli anni ’50 e ’60 riuniva artisti europei legati da vincoli di amicizia e di comune sentimento dell’arte con una curiosità animata da «un’energia liquida», pone al centro della sua ricerca lo specchio quale mezzo artistico primario.

Spazio e luce. La lezione di Lucio Fontana alla Pirelli HangarBicocca

di Daniela Annaro
  • La vera conquista dello spazio fatta dall’Uomo è il distacco dalla terra, dalla linea d’orizzonte, che per millenni fu alla base della sua estetica e proporzione. Nasce così la quarta dimensione, il volume è veramente contenuto nello spazio in tutte le sue dimensioni.”

Homo Homini, ovvero l’arte nella collezione Boga alla Villa Reale

Come  riesce l’arte visiva del XXI secolo a dialogare con l’antico? Come arriva l’eco di un mondo, di una bellezza classica nell’epoca della rete? A questa e ad altre domande prova a rispondere la mostra  Homo Homini. Da Hayez a De Chirico. Dialogo tra antico moderno e contemporaneo nella collezione Boga.

A Monza “TRANSVANTGARBAGE”, Terre dei Fuochi e di Nessuno

 
La Villa Reale di Monza, splendido palazzo neoclassico realizzato dagli Asburgo nel XVIII secolo, ospiterà in anteprima nazionaledal 28 settembre, la mostra Transvantgarbage, Terre dei Fuochi e di Nessuno  firmata Marisa Laurito. L’esposizione, che apre la stagione delle arti visive della Reggia di Monza, è prodotta da Socialmovie di Armando Fusco

Longobardi, un popolo che cambia la storia

di Costanza Tannaro

Europa, Mediterraneo, incontro. Tre parole chiave al centro di un importante evento culturale internazionale. “Longobardi, un popolo che cambia la storia“. Questo il  titolo della mostra- evento che coinvolgerà tre città: Pavia, Napoli e San Pietroburgo

Unbelievable … ovvero Damien Hirst a Venezia

di Daniela Annaro

La verità giace da qualche parte tra le bugie e il vero“. Una gigantesca messa in scena, uno spettacolo tra mitologia e miti del presente, un affascinante gioco di citazioni tra arte classica e artisti contemporanei.

In moto contro Basquiat

di Enzo Biffi

Quella mattina di prima primavera di qualche anno fa, la buona scusa per un giro in moto me la fornì il Museo d’arte contemporanea di Lugano con una mostra retrospettiva di Jean-Michel Basquiat.

Non essendo propriamente un’artista a me gradito, più che l’idea della mostra mi allettava  la suggestione del percorso

Spazio bianco

di Enzo Biffi

L’Italia è così. Forse l’unico posto al mondo in cui perdersi può essere un’occasione, una scoperta e un piacere.

Difficile se non impossibile percorrere troppi chilometri senza trovare un lago, un borgo, una chiesa o un paesaggio per cui non valga la pena fermarsi e goderne.

Philip Guston ritorna a Venezia

di Daniela Annaro

Cinque poeti e un grande artista americano, poco conosciuto nel nostro paese: Philip Guston (1913 – 1980). E’ la chiave di lettura per scoprire e conoscere questo pittore.

In laguna arriva Magister Giotto

di Daniela Annaro

Gioacchino torna dal deserto e bacia Sant’Anna, la madre di Maria. Dopo vent’anni di sterilità, un angelo gli aveva annunciato che la moglie  presto avrebbe avuto un figlio. Giotto immortala quel

MuME , Messina rinasce sotto il segno dell’arte

Ci sono città come Messina, in Sicilia, che raramente fanno parlare positivamente  di se’ . Solitamente  e ci  sembra che accada dal lontano  1908, l’anno del catastrofico terremoto che uccise la metà della popolazione, la città ha avuto spazio nelle cronache nazionali dei giornali per eventi negativi, spesso legati a storie di corruzione e mafia. Oggi non è così.

Arte per tutti, tutti per l’arte

Sono ormai celebri, una costante, un segno distintivo nonché una vera e propria firma. Sono i pinguini di Pao (Paolo Bordino), i protagonisti della mostra “Penguin Heroes“, dal 13 giugno al 9 luglio a st art. L’arte per tutti.

Miracolo a Milano: San Simpliciano

di Daniela Annaro – Foto di Giovanna Monzuzzi e Stefania Sangalli

Per parlare di questa chiesa  dobbiamo partire proprio da lui: Simpliciano, sacerdote, teologo e filosofo. Nasce qualcuno afferma a Roma, qualcun altro lo fa originario di Beverate, nel Lecchese, nel 320 d.C. e muore a Milano attorno al 401.

1917, l’amore e l’arte al tempo della Rivoluzione

1917, Pietrogrado. Cento anni fa, truppe bolsceviche nella notte tra il 24 e il 25 ottobre danno l’assalto al Palazzo di Inverno, lussuosa  residenza degli Zar. Un evento che sconvolge il mondo e soprattutto quei i paesi che avrebbero poi dato vita all’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, l’Urss.