arte

Albrecht Dürer e il Rinascimento tedesco

A. Durer – Melancholia

di Daniela Annaro 

Milano, in questa primavera fatta di tanto design, architettura, saloni, fiere ed altro ancora, crea stordimento per l’affollamento degli eventi.

Si rischia di perdere gli appuntamenti più importanti, i meno effimeri, quelli, 

MAN RAY. Wonderful visions

La Redazione

Oltre cento immagini fotografiche di Man Ray, in mostra alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di San Gimignano, dall’8 aprile al 7 ottobre 2018, ci consentono di rileggere il lavoro fotografico di uno

Gli occhi di Valentino

di Chiara Cardini

Lo sguardo di Valentino Vago una volta incrociato non lo puoi dimenticare: trasparente, profondo, a tratti birichino.

Verbania: armonie verdi, ovvero i paesaggi della Scapigliatura e non solo

di Francesca Milazzo
Una visione lirica della natura, accompagnata  dalla leggerezza  del pennello tanto da rendere rarefatta e immateriale la visione. Era questa la cifra dei pittori Scapigliati, movimento artistico e letterario che a Milano, ma più in generale in Lombardia e poi nell’ Italia  del nord, si sviluppò a partire dal 1860.

Il Duomo di Monza: un miracolo intrinseco

 

di Daniela Annaro – Foto e video di Giovanna Monguzzi e Stefania Sangalli

Duomo deriva dal latino domus che vuol dire casa. Il Duomo (come tutte le chiese) è la casa di Dio e del suo  popolo.

Arte e fumetto: quando la cultura si fa giovane

ilsorrisoquotidiano.it

L’arte, si sa, ha il diritto di essere se stessa in ogni forma.

Alessandro Tota, insieme a tanti altri artisti, ha preso alla lettera tale affermazione, unendo due stili solo apparentemente distanti: l’arte classica, da museo, e la graphic novel. Tra “sbam”, “ciaf” e le pagine di un fumetto tutto ha avuto inizio.

Ernesto Guevara, il Che. Combattente e poeta

di Daniela Annaro

Su una grande tenda-sipario appaiono immagini della società dei consumi degli anni Cinquanta: proiettano il visitatore nella storia. Immagini che scompaiono bruciando e lasciando comparire una realtà parallela  di

Personale di Antonio Triacca al Centro Culturale Valmaggi

di Daniela Zanuso

Il Centro Culturale Sergio Valmaggi, è tra le associazioni trainanti della attività culturale sestese. Tutti gli anni, la stagione delle iniziative è ricca di appuntamenti dedicati alle varie forme d’arte: arti visive, musica, cinema, teatro. Domenica 4 marzo alle ore 11 ci sarà l’inaugurazione della personale di Antonio Triacca, pittore, architetto, insegnante di arte.

Il mondo a testa in giù di George Baselitz

La Fondation Beyeler  di Basilea (Svizzera) dedica la sua prima mostra del 2018 a Georg Baselitz (1938 Deutschbaselitz, Sassonia), pittore, grafico e scultore di origine tedesca. In occasione degli 80 anni di un artista tanto significativo per l’arte contemporanea, questa retrospettiva di ampio respiro riunisce molte delle opere pittoriche e scultoree più importanti realizzate da Baselitz negli ultimi sei decenni.

UNO+UNO Ieva e Dimitri espongono alla Galleria M77

Due giovani artisti insieme in una mostra alla Galleria M77 di Milano (via Mecenate,77). UNO+UNO è il titolo della rassegna. Una doppia personale inedita di Ieva Petersone (Jelgava, Lettonia, 1984) e Dimitri Agnello (Carrara, 1995). La mostra sarà aperta al pubblico fino a sabato 7 aprile 2018.

Louvre: esposti 31 quadri trafugati dai nazisti

di Daniela Zanuso

Di chi siano non si sa. Unica cosa certa è che sono stati sottratti dai nazisti ai legittimi proprietari durante la Seconda guerra mondiale. Sono 31 i quadri che da pochi giorni il Louvre ha deciso di esporre per tentare di restituirli agli eredi legittimi.

“Post Zang Tumb Tuuum Art Life Politics: Italia 1918-1943”

La Redazione

Fondazione Prada presenta nella sede di Milano il progetto espositivo “Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943” dal 18 febbraio al 25 giugno 2018. La mostra, a cura di Germano Celant, esplora il sistema dell’arte e della cultura in Italia tra le due guerre mondiali,

Per non dimenticare

Un appuntamento irrinunciabile per i componenti del gruppo Koinè, che ogni anno, nel giorno da non dimenticare, rinnovano con le loro installazioni artistiche il ricordo. 27 gennaio: giorno della memoria.

Per non dimenticare

Un appuntamento irrinunciabile per i componenti del gruppo Koinè, che ogni anno, nel giorno da non dimenticare, rinnovano con le loro installazioni artistiche il ricordo. – 27 gennaio: giornata della memoria –

Memoria Work in Progress

Un’intera giornata ‘work in progress’, che vedrà protagoniste non tanto le installazioni quanto piuttosto la loro progressiva realizzazione. È questa la particolarità con cui quest’anno il Gruppo Koinè si prepara a celebrare il Giorno della Memoria.