cinema

Chiamami con il tuo nome

di Mattia Gelosa

L’ultima fatica di Luca Guadagnino (A Bigger splash, Io sono l’amore, Melissa P.) è l’ennesimo film del regista che tocca il tema dell’eros. E’ stato accolto ovunque con ampi consensi, tanto da essere in corsa

Coco, un cartone animato che parla dell’aldilà

di Rebecca Casati

Rivolgiamo, questa volta, la nostra attenzione al mondo Disney Pixar e al loro recentissimo Coco, un film di Lee Unkrich e Adrian Molina ambientato in un vivace e colorato paesino messicano. Il protagonista della storia è Miguel, un ragazzino che sogna di diventare un musicista famoso proprio come il suo idolo Ernesto de la Cruz.

Assassinio sull’Orient Express 2.0

di Rebecca Casati

Il 30 novembre il treno più famoso del mondo, l’Orient Express, è arrivato in Italia in una nuova versione 2.0. Ovviamente tutti gli appassionati di crime novels come questo sanno benissimo di cosa sto parlando.

L’assoluto presente, un film ispirato ad un fatto di cronaca

di Matteo Arosio

Our minds are troubled by the emptiness, le nostre menti sono tormentate dal senso di vuoto. Lo cantano i Daughter in una canzone intitolata Youth, giovinezza. E proprio il vuoto emotivo e emozionale è il protagonista del film L’ assoluto presente, che dal 15 dicembre, allo spazio Oberdan di Milano, inizia la sua avventura nelle sale.

Al via il cineforum della Procultura

Anche quest’anno, come di consueto, l’ultimo martedì di settembre avrà inizio il Cineforum della PROCULTURA, con la proposta di pellicole di buon livello qualitativo, sia nei contenuti che nella fattura. La rassegna è composta da venticinque proiezioni, suddivise in cinque cicli, ognuno dei quali composto da

Italia diva del cinema: il teatro

di Mattia Gelosa

Una delle più grandi tradizioni del nostro paese è senza dubbio quella del melodramma. L’opera lirica è un genere teatrale che si diffonde a partire dal 1600 e che mescola musica, danza e canto monodico recitato. L’opera lirica diventa uno dei simboli del barocco e lo sfarzo delle sue rappresentazioni,

Italia diva del cinema: Stromboli

di Mattia Gelosa

Dal Golfo di Napoli scendiamo verso sud e possiamo immaginarci su una barca che stia viaggiando per i mari italiani. Dopo Capri, incontriamo il mare aperto finché non ci imbattiamo in un’isola dalla forma inconfondibile: si tratta senz’altro

Italia diva del cinema: il fascino di Capri

di Mattia Gelosa

Nelle prime tappe di questo vero e proprio viaggio per l’Italia abbiamo visto Milano, una città dal fascino particolare e simbolo delle lotte sociali dei ricchi del centro, contro i poveri delle periferie. Poi Venezia, unica nella sua bellezza, 

Italia diva del cinema: Venezia

di Mattia Gelosa

Se fosse una donna, Venezia sarebbe come minimo ambigua: una figura sensuale, austera, elegantissima di giorno, ma capace di diventare tenebrosa e inquietante di notte.

Italia, eterna diva del cinema – prima parte Milano

di Mattia Gelosa

Il 28 dicembre 1895 i fratelli Lumière iniziarono le prime proiezioni cinematografiche e già nel 1896 in Italia si cominciò a fare riprese: la moda del cinema si diffuse prestissimo in tutti i salotti borghesi dello stivale. Il nostro Paese ha prodotto attori, autori, registi e artisti di valore assoluto e ancora oggi,

Con la serie tv ‘Tredici’ Netflix fa di nuovo centro

di Mattia Gelosa

La piattaforma Netflix ormai sta spopolando fra i teenager (e non solo) grazie alla bontà delle sue produzioni: stiamo parlando di serie tv davvero di ottima fattura dal punto di vista della scrittura, della realizzazione tecnica e

Tanti auguri a Claudia Cardinale

di Mattia Gelosa

Nata a Tunisi il 15 aprile 1928, Claude Joséphine Rose Cardinale diviene negli anni Cinquanta una delle grandi dive del cinema italiano e poi internazionale.

20 marzo 1999: Benigni vince l’oscar per “La vita è bella”

roberto benigniIndimenticabile Benigni. La sera del 20 marzo 1999 Roberto Benigni saltella fra le file del Dolby Theatre di Hollywood fra gli applausi del pubblico e dei super vip presenti alla notte degli oscar. E’ Sofia Loren a dare l’annuncio dell’oscar e a far scattare la scintilla di gioia incontenibile del regista italiano.

Quel genio di Stanley Kubrick

di Mattia Gelosa

Sarà una frase retorica e abusata, ma nel caso del regista in questione davvero si può affermare che per raccontarlo non bastano le parole di un breve articolo.

Nato il 26 luglio 1928 a New York, Stanley Kubrick è forse il regista simbolo del cinema stesso, un autore capace di muoversi in tutti i generi e di diventare un vero e proprio oggetto di culto per pubblico e critica.