teatro

Quanto conto io e quanto conti tu?

di Safia Zappa

Uno sfondo rosso, dietro una fila di lampadine accese, al centro un contrabbasso, una tromba e una tastiera, qualche microfono. Massimiliano Loizzi e tre musicisti, vestiti in total-black, raccontano una storia fatta di musica e passioni, ma anche di ideologie e differenze sociali.

“Lacci”, ossia il fallimento di una famiglia

di Francesca Radaelli

Si rimane con l’amaro in bocca quando il sipario si chiude sui “Lacci” portati sul palcoscenico dalla compagnia di Silvio Orlando, in questi giorni al Teatro Manzoni di Monza. In poco meno di due ore  va in scena la progressiva rivelazione del fallimento di una famiglia in apparenza tranquilla ed equilibrata, una ‘catastrofe’ che si manifesta a distanza di circa trent’anni da una crisi che ormai sembrava sopita e risolta, quando i genitori sono già anziani e i figli adulti.

Silvio Orlando al Teatro Manzoni

Niente è più radicale dell’abbandono, ma niente è più tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. (Domenico Starnone)

Si intitola Lacci ed è tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone edito da Einaudi,  lo spettacolo che vede impegnato Silvio Orlando dal 18 al 21 gennaio  al Teatro Manzoni di Monza.

Musica al Manzoni

Mercoledì 14 febbraio 2018, ore 21.00 Ornella Vanoni sarà al Teatro Manzoni.

Una delle più grandi cantanti di tutti i tempi, torna in Tour, dopo il debutto al Piccolo Teatro di Milano (che l’ha vista protagonista, con la regia di Giorgio Strehler, delle celebri ballate della mala).

Il fine settimana al Teatro Binario 7

Sono due le proposte del Teatro Binario 7 per il fine settimana: per la rassegna l’Altro Binario va in scena Schifo  e per stagione di prosa Teatro+Tempo Presente Mistero Buffo e altre storie, un tributo alla poetica di Dario Fo e Franca Rame. 

Capodanno a teatro: Antonella Ruggiero in concerto al Manzoni

Una delle voci più versatili del panorama musicale del nostro Paese, che ha attraversato gli ultimi venticinque anni della musica italiana. E che, attraverso le sue canzoni, ha raccontato e seguito in parallelo l’evoluzione e la traiettoria dei costumi, del gusto del grande pubblico.

Una giornata davvero particolare

di Fabrizio Annaro e Daniela Zanuso

Una bella scommessa la trasposizione  teatrale di una commedia cinematografica che è stata un capolavoro di Ettore Scola. “Una giornata particolare”, è in scena in questi giorni al teatro Manzoni di Monza. La pièce teatrale ha per protagonisti Giulio Scarpati, nel ruolo di Gabriele (che fu di Marcello Mastroianni) e Valeria Solarino in quello di Antonietta (che fu di Sofia Loren).

Una giornata particolare al Teatro Manzoni

Una giornata particolare, il capolavoro di Ettore Scola con Sophia Loren e Marcello Mastroianni, compie 40 anni: fu infatti presentato in concorso al festival di Cannes nel 1977. 

Il Teatro Manzoni di Monza “omaggia” il grande maestro del cinema con lo spettacolo teatrale Una giornata particolare (a lui dedicato), un piccolo gioiello magistralmente interpretato da due grandi attori:

Relazioni pericolose sul palcoscenico

di Francesca Radaelli

La nobiltà libertina del Settecento, con i suoi intrighi e le sue perversioni, si è materializzata ieri sera sul palco del Teatro Manzoni di Monza. Con Le relazioni pericolose la Compagnia Le Belle Bandiere ha infatti portato in scena la vicenda narrata dal generale francese Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos – che nel corso della sua vita fu, tra le altre cose, amico del Duca D’Orléans,

Binario 7: si apre la nuova sala teatrale

Mercoledì 29 novembre  il Teatro Binario 7 di Monza ha presentato alla stampa e agli operatori la nuova sala teatrale, che ospiterà la stagione di prosa L’Altro Binario.

Numerose le attività e le novità da raccontare nell’ambito dell’ambizioso percorso di project financing, intrapreso l’anno scorso dall’associazione culturale La Danza Immobile che gestisce il teatro.

I prossimi appuntamenti al Teatro Manzoni

Venerdì 1° dicembre, al Teatro Manzoni di Monza, Vittorio Sgarbi si misura con il genio di Michelangelo Buonarroti e con il David, la Pietà, il ciclo di affreschi nella Cappella Sistina… Traguardi insuperabili dell’ingegno creativo e simboli stessi dell’arte e dell’Italia.

 L’indagine di Sgarbi si concentra sull’unicità straordinaria di Michelangelo, un artista che non ha paragone con nessun altro, capace di esprimersi

Vorrei che fosse sempre domenica

di Safia Zappa

Sei ragazzi entrano in scena, si siedono ognuno su una sedia e inizia il dialogo. Una ragazza apre al corriere, uno studente porta avanti la tesi mentre il suo migliore amico lo implora a uscire a prendere una

Le serve: una favola nera in camera da letto

di Francesca Radaelli

Una favola nera, che alza il sipario sui risvolti psicologici, spesso inquietanti, del rapporto tra due serve e la loro padrona. Del resto, l’origine del dramma in scena questo weekend al teatro Manzoni di Monza, risale a un raccapricciante fatto di cronaca avvenuto oltre ottant’anni fa in una tranquilla cittadina francese. Il 2 febbraio 1933 le due sorelle Christine e Léa Papin,

Io ci sarò, l’ultimo spettacolo di Giuseppe Giacobazzi

di Daniela Zanuso

Oltre due ore di monologo che volano via. Battute esilaranti che tolgono letteralmente il respiro, ma anche quella sottile malinconia che Giuseppe Giacobazzi, il popolare comico di Zelig,  sa abilmente mettere nei suoi spettacoli. L’idea di “Io ci sarò” nasce da una premessa molto semplice: considerata la

“Io ci sarò” Giacobazzi in scena al Teatro Manzoni

Dopo i fortunatissimi Apocalypse e Un po’ di me, spettacoli con cui Giuseppe Giacobazzi ha riempito i teatri di tutta Italia, il comico romagnolo più amato dal pubblico, torna a grande richiesta con Io ci sarò, nuovissimo, esilarante one man show.

Lo spettacolo crea un ponte immaginario con lo show precedente

Stasera sono in vena di e con Oscar De Summa

di Paola BIffi

Droga un termine che dice un po’ tutto ma anche niente: non si sa mai quanto scherzo, quanto verità, quanto solo un parlare nel vuoto, un argomento noioso e già sentito, fuori moda. Tendiamo a pensare la

Stasera sono in vena al Teatro Binario 7

Sabato 11 novembre alle 21.00 e domenica 12, con doppia replica alle 16.00 e alle 21.00, prosegue al Teatro Binario 7 la tredicesima stagione di prosa Teatro+Tempo Presente.

In scena Stasera sono in vena, uno spettacolo che affronta con leggerezza, ironia coraggio e

Come stelle nel buio

Una black comedy tra umorismo nero e sofisticata ironia, una nuova, attesissima produzione teatrale che vede protagoniste due delle migliori interpreti del cinema e del teatro italiano, Isabella Ferrari e Iaia Forte, dirette dal pluripremiato regista Valerio Binasco.