teatro

Così tanta bellezza al Binario 7

cositantabellezzaDa giovedì 17 a domenica 20 novembre prosegue al Teatro Binario 7 la dodicesima stagione di prosa Teatro+Tempo Presente con il debutto monzese di Così tanta bellezza, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Corrado Accordino.

Amore Mio

donne_diadePurtroppo la violenza e le molestie nei confronti delle donne sono fenomeni in crescita esponenziale, così come lo stalking, da poco riconosciuto dalla Legge come reato: la donna subisce l’incubo di dover cambiare abitudini e stili di vita a causa della presenza di un impostore, un persecutore, intorno alle cui azioni minatorie, fisiche o psichiche che siano,

I conigli non hanno le ali al Teatro Binario 7

i-conigli-non-hanno-le-ali-scale-to-max-width-825x

di Mattia Gelosa

Si applaude con convinzione questo ottimo dramma moderno “I conigli non hanno le ali” di Paolo Civati,  portato in scena sabato e domenica sera al Teatro Binario 7 di Monza, da Francesca Ciocchetti e Cristian Giammarini.

Gioele Dix porta in scena l’Odissea di Telemaco

gioele-dix

di Francesca Radaelli

Un padre mai conosciuto, un padre illustre e lontano, che l’assenza rende ancora più ingombrante. Un viaggio alla ricerca di questo padre di cui si attende il ritorno, che sarà ritrovato solo dopo il ritorno a casa

Teatro Binario 7: offrire il nuovo, l’inconsueto, tentare lo stupore

binario-7La presentazione della nuova stagione del Teatro Binario 7 di Monza parte con la lettera recitata dal direttore artistico Corrado Accordino: “Ci sono essenzialmente due modi per costruire un cartellone teatrale e un pubblico, il primo: andare sul già visto con titoli ordinari facce conosciute; il secondo: offrire il nuovo, l’inconsueto, tentare lo stupore. E la nostra idea di teatro appartiene per spirito e vocazione alla seconda categoria”.

Gioele Dix in prima nazionale apre la stagione al Manzoni

gioeledixmanifesto-960x1084Con lo spettacolo “Vorrei essere figlio di un uomo felice”, in scena dal 13 al 16 ottobre, Gioele Dix inaugura la stagione del Teatro Manzoni di Monza.

“Siamo felicissimi  che sia Gioele Dix a tenere a battesimo la stagione teatrale 2016-2017 – dichiara Paola Pedrazzini, nuovo Direttore Artistico del Teatro Manzoni di Monza –

Image no war

«Ellen, sei tu Ellen? Non aver paura, non piangere… la battaglia è finita… abbiamo vinto, credo…».   «Billy, o Billy… io ti amo.» Con queste due battute si chiude l’opera teatrale ” Imagine no war “,  scritta e diretta dal regista…

32 pianisti da tutto il mondo al Concorso Rina Sala Gallo

di Chiara De Carli

pianoforteAl Teatro Manzoni è tempo di musica: si inaugura oggi la la XXIV edizione del Concorso Pianistico Internazionale Rina Sala Gallo, il più antico d’Italia. La competizione che fa parte della Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica, porta in città

Il Giardino delle Esperidi Festival

Il-giardino-delle-esperidiDa venerdì 8 a domenica 17 luglio torna Il Giardino delle Esperidi Festival, rassegna di teatro, musica, danza, poesia nei borghi e sui sentieri del Monte di Brianza, quest’anno più che mai dedicato al “teatro nel paesaggio”, inseparabile intreccio di natura, arte e comunità per indagare, attraverso gli strumenti del teatro, la relazione tra

Silence please, il mimo e clown al Binario 7

mimo e clown

di Mattia Gelosa

Oggigiorno la parola ci investe di continuo, ci inonda, ci stordisce, ci domina. Ecco perchè sarebbe interessante, per una sera, tornare a vedere una forma di teatro antichissima ed ancora efficace come

La tempesta perfetta

teatro carcere002Seduto allo scrittoio, intento a scrivere La tempesta, Shakespeare fatica a farsi ascoltare dai suoi personaggi. Quando li chiama non sempre si presentano in scena, c’è chi non parla bene la lingua ed è il drammaturgo in persona a dovergli prestare la voce, c’è chi pretende di non essere duca ma duchessa, e c’è chi manca

Ne vale la pena

saggio simone

di Paola Biffi

Sul teatro si è detto di tutto, dalle tragedie di Sofocle alla commedia dell’arte di Goldoni, da Pirandello a Proietti, da Goffman a Bob Marley: la vita è una rappresentazione teatrale, ognuno di noi recita un ruolo,

Le battaglie di Giacomo, uomo da palcoscenico

giacomo-occhiL’abbiamo conosciuto nel 2012, in uno spettacolo dove cantava, ballava, recitava  e aveva fatto la regia di se stesso in un lunghissimo monologo dove cambiava abito ogni due per tre. ” I dodici difetti capitali. Monologhi di un clown” si intitolava quel lavoro. Molto divertente ed accattivante. Era sul palcoscenico del Teatro Elfo Puccini

La scena

la scena miniatura 2“… il passato sono solo muri sventrati, case terremotate da cui si deve fuggire…”. È proprio il terremoto interiore, quella rabbia che ti consuma dall’interno e a cui devi reagire per poter vivere, ad essere protagonista de “La scena”, una brillante commedia diretta da Cristina Comencini e interpretata da Angela Finocchiaro, Maria Amelia Monti e Stefano Annoni.

I Quasimodo della guerra

Quasimodo

di Claudia Terragni

#Overthefortress è un’iniziativa promossa da Melting Pot Europa, un progetto di comunicazione indipendente nato nel 1996. Quest’associazione ha organizzato un viaggio di qualche giorno, partito il 25

La palestra della felicità

La palestra della felicita-ph Laila Pozzo4219Intervista con Cristian Giammarini

Da cosa deriva la felicità? Come la si conquista? Con l’allenamento, con l’esercizio, con la lotta agonistica uno contro l’altro? È raggiungibile la felicità?

Sarà in scena sabato 9 e domenica 10 aprile al Teatro Binario 7 di Monza La palestra della felicità , divertente spettacolo

La notte dei racconti

miniatura 2Domenica 20 marzo alle 16.00 sarà in scena, presso il teatro Manzoni di Monza, “La notte dei racconti” uno spettacolo poetico fatto di parole e di disegni realizzati con la sabbia, gli acquarelli e moltissime altre tecniche, messo in scena a ridosso della festa del papà e in coincidenza con la giornata internazionale del teatro per i bambini.

Barnum

Barnum2-wIntervista con Elena Bucci, autrice e interprete del monologo in scena al Teatro Binario 7

 Un bar che è anche un circo, e che sembra attraversare epoche e luoghi lontani. Vi si fermano persone apparentemente ordinarie che, spinte da una forza misteriosa, si raccontano mettendosi a nudo. E rivelandosi

Gli innamorati

innamorati miniatura« Ridolfo: Possibile che abbiano sempre a fare questa vita? Si amano, o non si amano? »

« Flamminia: Sono innamoratissimi, ma sono tutti e due puntigliosi. Mia sorella è sofistica. Fulgenzio è caldo, intollerante, subitaneo. Insomma si potrebbe fare sopra di loro la più bella commedia di tutto il mondo.»