cacciatrice di romanzi

La felicità vuole essere vissuta

A quattro anni di distanza dal terremoto che ha distrutto Borgo Propizio e sconvolto la vita dei suoi abitanti, la ricostruzione è terminata e il paese è tornato ad essere vivo come e più di prima, grazie all’abile guida del sindaco Felice Rondinella. Le attività commerciali hanno riaperto, e a quelle già esistenti se ne sono aggiunte di nuove, come la raffinata boutique Amandissima, che cura l’abbigliamento delle signore più eleganti del posto.

Il grande Rudi

di Valeria Savio

Eva sogna di diventare una giornalista sportiva, ma, a ventisette anni, è ancora solo una praticante in un importante quotidiano milanese, SportSera, per il quale si limita a curare l’impaginazione degli articoli e a scrivere didascalie, in cambio di un rimborso spese. La sua vita privata ha subito un brusco cambiamento da quando Matteo, il suo compagno, si è trasferito a Genova per lavoro, lasciandola in compagnia del loro cane nell’appartamento che condividevano.

Sicilia terra bruciata

Ad Acireale, in un tranquillo mattino, il professor Roncisvalle, preside a riposo, viene travolto e ucciso da un furgone mentre sta facendo la sua breve corsa abituale. Il responsabile fugge senza prestare soccorso e cerca, in ogni modo, di nascondere l’accaduto. Si tratta di un incidente, avvenuto per pura casualità, che dà il via involontariamente ad una serie di eventi delittuosi,

L’isola di plastica

di Valeria Savio

Continua a ripetere a se stesso che dovrà rimanere lì solo per venti giorni, giusto il tempo di svolgere il proprio lavoro, quello di “responsabile alla ricezione clienti Isola di plastica- Extreme”, che poi potrà tornare sulla terraferma a godersi i sei stipendi già ricevuti anticipatamente per questa mansione. Eppure, mentre si avvicina in barca all’isola di plastica nell’ Oceano Pacifico,

Morte a San Siro

di Valeria Savio

Guido Barbieri, insegnante di storia in pensione, trascorre le giornate nella sua casa milanese dedicandosi alla stesura di un nuovo saggio, da quando è diventato vedovo si è chiuso in se stesso e frequenta pochi amici di vecchia data, i suoi unici legami familiari sono costituiti da Laura, la figlia, giornalista in un’emittente televisiva, e dal figlio di lei, il piccolo Michele

La mafia siamo noi

di Valeria Savio

La mafia non è soltanto un’organizzazione criminale, è anche un sistema di potere che si nutre del consenso sociale, per esistere ed espandersi non ha bisogno solo dei proventi che derivano dalle attività illecite che svolge ma anche dell’appoggio di funzionari pubblici, di politici e delle istituzioni. È una presenza che invade, in modo sotterraneo e capillare, la società a tutti i livelli,

Non sparate sul pianista

di Valeria Savio

Il mito del West, portato in Europa da Buffalo Bill con il suo circo creato negli ultimi anni dell’Ottocento, è stato protagonista indiscusso del cinema per molti anni, dando vita ad un genere molto apprezzato dagli spettatori. Gli eventi accaduti negli anni della scoperta dei territori americani sono stati spesso raccontati in modo romantico, infatti il West, inteso come frontiera, rappresentava un ideale di libertà

Storie di semola e semplicità

di Valeria Savio

Il Natale non ha alcun significato religioso per Yasmina, eppure nella sua casa, in Sicilia, c’è un panettone che sporge dall’anta socchiusa di una credenza, e rappresenta in qualche modo il legame fra due mondi, quello delle origini e quello in cui la donna vive. Yasmina riceve Damiano, il suo ospite, offrendogli un qahwa, un caffè, e si stupisce del fatto che le chieda la ricetta dei biscotti che sta assaggiando,

Civiltà solare

Il nostro stile di vita, il modo in cui riscaldiamo o raffreddiamo le nostre case e i mezzi di trasporto che utilizziamo quotidianamente sono condizionati dalle fonti fossili di cui ci serviamo, ovvero carbone, petrolio e gas. Eppure, da un…

Una speranza ostinata

“Vengo come testimone, per spiegare, non come un giudice o un pubblico ministero”, diceva spesso Max Mannheimer nel corso delle sue tante conferenze sulla sua esperienza nei campi di concentramento. Perché Mannheimer, ebreo nato nel 1920 a Neutitschein, nella repubblica Ceca, era sopravvissuto all’Olocausto, insieme ad uno solo dei suoi fratelli.

L’anno senza estate

I meteorologi avevano previsto un’estate fredda e piovosa, e invece fa molto caldo a Madrid nell’agosto del 2013, la città è deserta e chi ha potuto farlo è partito per le vacanze. Un giornalista si trova a trascorrere questo mese da solo nello stabile di sette piani in cui abita con la moglie, ha finito i giorni di ferie, deve lavorare e,

Il sole tra le mani

di Valeria Savio

Napoli, novembre 2004: Aldo Montesi, quarantenne senza legami sentimentali, si è trasferito da Milano a Napoli per seguire uno zio del quale è alle dipendenze, ma si sente a disagio in questa città che percepisce come soffocante. Zio Sandro, imprenditore brianzolo di origini ischitane che ha dislocato la sua azienda al Sud, rappresenta per Aldo l’unica figura familiare di riferimento.

Comprati e Venduti

di Valeria Savio

La Sicilia, splendida regione italiana, con i suoi colori e i suoi profumi, è anche il luogo, in Europa, che conta il maggior numero di giornalisti ammazzati dalla mafia: otto in poco meno di vent’anni. Eppure, fino a poco tempo fa, alcuni di essi non venivano ricordati come vittime della mafia, come Peppino Impastato, che, non avendo il tesserino dell’ordine, non era neanche considerato un giornalista.

L’infelicità del gatto

di Valeria Savio

Sacha è un giovane ingegnere informatico, turbato dalla morte del padre, avvenuta in circostanze poco chiare, decide di cambiare radicalmente la propria vita, lascia il lavoro e, in una sorta di sfida a se stesso, decide di abbandonare il suo stie di vita insano, segnato dall’uso eccessivo di alcolici e sigarette, e di rimettersi in forma

Ciò che non siamo

vs-cio-che-non-siamoMilena, Andrea e il loro figlio, Vittorio, componenti di una famiglia come tante, con i suoi momenti di felicità, di dolore e di noia. Andrea, musicista che non ha mai raggiunto il successo che sperava di ottenere, lavora in uno studio di registrazione, è un uomo equilibrato, innamorato della moglie e profondamente legato alla famiglia. Milena, segretaria in uno studio legale, è irrequieta e sempre in cerca di qualcosa di diverso,

Sul mio divano blu

vs-sul-mio-divano-blu“Accade a volte che il destino abbia progetti diversi da quelli che avremmo tracciato per noi…allora tutte le nostre certezze, i nostri sogni vengono stravolti…e a noi non resta che provare a ricomporre i frammenti nella speranza che quello che ne viene fuori somigli a ciò che avremmo voluto”.

I miracoli della perpetua

vs-i-miracoli-della-perpetua

di Valeria Savio

Anni Sessanta, in un paese sul lago di Como, un bambino esce dall’oratorio, dove ha appena partecipato a una partita di calcio, coprendo un ruolo che nessuno vuole, quello del portiere. Invece di tornare direttamente a casa, come dovrebbe fare, approfitta della mitezza di quel pomeriggio di inizio estate per fare una passeggiata sul

A solo

a_solo-pardiLondra, 1927: Albert Hall è un musicista di successo, apprezzato per i suoi concerti al pianoforte, uomo schivo e riservato, sta vivendo un momento di sofferenza dovuto alla fine del matrimonio con Eliza, sua moglie per dieci anni. Una sera, durante un concerto, gli sembra di vedere fra il pubblico in sala un antico amore, degli anni in cui frequentava il conservatorio, e ne resta talmente sconvolto da non riuscire a suonare in modo adeguato alle aspettative del pubblico e della critica.

Docherty

Scozia, primi anni del Novecento: in una strada popolare di un paesino minerario vive una piccola comunità di lavoratori, fra essi c’è Tam Docherty con la sua famiglia, composta dalla moglie e dai quattro figli. Tam è diverso dagli altri…

L’uomo al centro dell’impresa, Giacomo Corno dalla Brianza al mondo

vs-luomo-al-centro-dellimpresaUomo di talento, inteso come valore sia estetico che morale, cultore del lavoro, concepito come opportunità per misurare la dignità dell’uomo, Giacomo Corno nacque a Lissone nel 1928, si laureò in Economia e Commercio all’Università Bocconi di Milano e, nel secondo dopoguerra, fu uno dei primi iscritti all’Ordine dei Commercialisti di Monza e Brianza.