cacciatrice di romanzi

Educare al femminile e al maschile

VS-Educare al femminile e al maschileLa condizione della donna si è evoluta dagli anni Settanta in poi fino al giusto raggiungimento di una situazione di parità, sono stati abbattuti quegli stereotipi che, nel corso dei secoli, l’avevano confinata in una posizione subalterna rispetto all’uomo; tuttavia non bisogna correre il rischio di costruire nuovi stereotipi,

Mosè sull’arca di Noè

VS-Mosè sull''arca di NoèNell’ambito di un panorama editoriale che propone ai lettori una scelta vastissima per generi e per quantità, troviamo storie che non riescono a resistere all’usura del tempo nemmeno per un periodo breve, e altre che, malgrado il trascorrere degli anni o dei secoli, non perdono il proprio valore

Gli apostoli del ciabattino

VS-apostoliciabattinoNegli anni immediatamente successivi alla fine del primo conflitto mondiale, il piccolo Giuseppe vive in una casa colonica nelle campagne che circondano Bologna dove il padre, Dante, cura le sue terre e si dedica al lavoro cercando di tenersi lontano dagli scontri fra i contadini e le bande di camicie nere al soldo degli agrari,

Maria Viani e le ombre del ‘68

VS-Maria Viani e le ombre del '68Genova, 1968: Maria, studentessa universitaria fuori sede, condivide un piccolo appartamento con Elisabetta, di qualche anno maggiore di lei. La ragazza è molto concentrata sullo studio, mentre la sua coinquilina appare più interessata a prendere parte all’attività politica che, in quegli anni, è molto fervente fra gli studenti.

Orizzonti Imprevisti

VS Orizzonti imprevistiLa malattia non si fa annunciare, entra improvvisamente nella quotidianità di una vita strutturata e rompe gli schemi, distrugge ogni certezza creando dei confini, siano essi di natura fisica o solo psicologica, conseguenti alla paura e alla perdita di sicurezza che la nuova condizione, inevitabilmente, porta con sé.

Una mattina di ottobre

EARLY ONE MORNING

Roma, ottobre del 1943: Chiara Ravello, giovane donna di fede cattolica, si trova nel ghetto durante il rastrellamento degli ebrei da parte dei nazisti che hanno occupato la città; il suo sguardo viene intercettato da quello di una ebrea già stivata con i suoi bambini in un

Buchi nella sabbia

VS-Buchi nella sabbiaPisa, 1901: il Re Vittorio Emanuele III, salito al trono da poco tempo in seguito all’omicidio del padre Umberto compiuto dall’anarchico Bresci, sarà presente ad un rappresentazione della Tosca di Puccini che si svolgerà al Teatro Nuovo di Pisa, e questa decisione genera molta preoccupazione nelle autorità che dovranno garantirne la sicurezza.

Quando meno te lo aspetti

VS Quando meno te lo aspettiPenelope, barese di nascita e di tradizioni, vive a Milano e, pur avendo una laurea, due master in giornalismo e l’abilità di parlare cinque lingue, lavora in un’azienda produttrice di pannolini che purtroppo è in crisi. Oramai vicina ai quarant’anni, spera ancora di poter realizzare il suo più grande desiderio, quello di diventare una reporter,

Squadra Speciale Minestrina in Brodo

VS La prima operazione della squadra speciale minestrina in brodoFerruccio, Eugenio e Luc, (senza la a finale per un errore di registrazione anagrafica) sono tre poliziotti che hanno iniziato a prestare servizio insieme nel lontano 1975; amici oltre che colleghi, svolgono con passione il loro lavoro e, a sessant’anni, si trovano ad andare in pensione contemporaneamente.

Palmiro e lo (s)management delle risorse umane

VS Palmiro e lo (s)management delle risorse umaneCome sopravvivere in un ambiente lavorativo che sembra aver perso di vista l’importanza della valorizzazione delle competenze individuali e dimentica di anteporre a tutto il resto la centralità della persona, elemento essenziale per il raggiungimento del risultato finale?

Luca può volare

luca-vanoli-webLuca gestisce un bed & breakfast ad Alzate Brianza, gli capita di ospitare due professori americani che si trovano in Italia per seguire una mostra che hanno organizzato sui nativi americani. Il ragazzo, interessato all’evento, decide di partecipare con la famiglia all’inaugurazione della mostra, ma, arrivato sul posto, non riesce a muoversi agevolmente e non gli è possibile visitarla.

Il libro dell’incontro – Vittime e responsabili della lotta armata a confronto

Il libro dell'incontroDurante i rispettivi percorsi lavorativi, per motivi vari, Guido Bertagna, frate gesuita che collabora ad itinerari di giustizia riparativa, Adolfo Ceretti, professore di criminologia all’Università di Milano Bicocca, e Claudia Mazzucato, professore di diritto penale all’Università Cattolica, hanno avuto l’occasione di incontrare sia uomini e donne che avevano partecipato attivamente nelle bande armate, durante gli anni di piombo, sia vittime delle scelte e delle azioni di questi.

Era la Milano da bere

Era la Milano da bereMilano, giorni nostri: Massimo Gerosa è ambizioso e determinato, animato da un forte desiderio di emergere, è riuscito a scalare i vertici di un importante colosso dell’informatica, pur non avendo particolari qualifiche e titoli di studio, si considera un uomo arrivato, ma non ancora abbastanza.

Mi chiamo Ugo

Mi chiamo UgoMonza è la città in cui ha scelto di vivere da quindici anni, gli piacciono le sue strade e ne apprezza particolarmente il Parco, ma preferisce trascorrere le sue notti all’Arengario, dove sistema i suoi cartoni, prima di dormire, per proteggersi dal freddo: Ugo, infatti, è un clochard,

Rosaspina

RosaspinaTutti la conoscono con il nome di Nana, è un’anziana signora di fede ebraica, come ce ne sono tante negli Stati Uniti, si prende cura delle tre nipotine, che segue con affetto, alle quali racconta sempre la stessa favola, quella della Bella Addormentata nel bosco.

Ässassinio all’Ikea

Assassinio all'IkeaAnna Laura ed Erminia, due signore di mezz’età, sono amiche sin dall’infanzia, hanno sempre vissuto nello stesso condominio a Padova, ed entrambe svolgono una professione in cui si sentono realizzate. Tuttavia le loro vite private sono molto differenti,

L’albero di stanze

L'albero di stanzeNei giorni che vedono la fine del secolo scorso e il principio di quello attuale, Babele lascia Parigi, città in cui lavora come medico e vive con la moglie e le due figlie, per tornare nella propria terra d’origine, nella casa costruita dal suo bisnonno Redentore, capostipite della famiglia Bensalem.

Poco più di un ronzio. L’ape che non punge

Poco più di un ronzioPietro racconta la propria storia, era stato uno dei tanti soldati italiani internati dai tedeschi nei campi di lavoro dopo l’Armistizio dell’8 settembre del 1943, quando l’Italia, da Paese alleato, si trasformò per i nazisti in Nazione nemica.

Tornando da un amico

Tornando da un amicoMilano, fine anni Cinquanta: Paolo e Vito sono due adolescenti che condividono una sincera amicizia, pur avendo condizioni sociali molto diverse. Vito, infatti, appartiene ad una famiglia borghese ed ha progetti precisi per il proprio futuro, mentre Paolo ha visto suo padre partire per la Germania in cerca di lavoro,

Carte scoperte

Carte scoperteAll’inizio del 2000 Mario ha poco più di sessant’anni e vive in condizioni di ordinaria precarietà, diversi anni prima ha scontato sei mesi di carcere per una truffa, ha perso il lavoro, ha divorziato e ha smesso di avere contatti con il suo unico figlio,