Consigli per avventure in montagna

montagna-austriaQualche consiglio per chi ama la montagna. Chi desidera vacanze “avventurose”d eve fare tappa nel Tirolo austriaco, precisamente nello Stubai, dove si trova un fantastico parco sospeso a 18 metri d’altezza con funi, ponti tibetani, swinging steps, flying fox, accessibile a partire dai sei anni. Sono a disposizione, inoltre, otto percorsi con 70 esercizi per provare il proprio coraggio e abilità e sentieri didattici dedicati a vari temi: piante, uccelli e animali.

E fra alberi altissimi si procede appesi a una fune da una sfida all’altra come novelli Tarzan o Jane. Un altro luogo magico per i bambini è la montagna delle avventure Mutterer Alm: dove vi sono case appese agli alberi che penzolano“ e si possono raggiungere tramite un ponte sospeso. Vicino al bosco si trova anche un sentiero da percorrere a piedi nudi, un lago artificiale per sguazzare e fare un giro in zattera, acque incantate con impressionanti ruote idrauliche e un avventuroso luogo per minatori d’oro.

AchenseeTourismusDa visitare anche il museo “Haus steht Kopf” a Terfens,  dove il mondo è sottosopra: una casa a testa in giù dove i visitatori hanno la visuale di un un pipistrello. L’attrazione principale è senza dubbio il maggiolone Volkswagen blu che, naturalmente, è appeso in garage. Info: www.vacanzeinaustria.com

A Lana, a due passi da Merano, sta per iniziare il programma “Estate per bambini” giunto alla ventesima edizione. Ogni giorno, dal lunedì al sabato, numerose le iniziative studiate per intrattenere le famiglie e far scoprire la natura e le tradizioni del luogo ai giovani esploratori dai 6 ai14 anni.

Tra le proposte che coinvolgono l’intera famiglia c’è il lama-trekking, il giro in carrozza e la grigliata sotto le stelle con rientro a lume di lanterne, la passeggiata Länd in compagnia di un apicoltore per conoscere l’affascinante mondo delle api e del miele. Natura sempre in primo piano con la scoperta del bosco di San Vigilio e della flora e della fauna dei giardini di Castel Trauttmansdorff, imparando a riconoscere piante, animali e insetti. Da provare l’esperienza sensoriale nel giardino e labirinto Kränzel che coinvolge i cinque sensi e stimola l’intuito dei bimbi.

Tanto divertimento ancora con giochi e animazione per i piccini; attività creative tra cui il corso di cucina, la realizzazione di figure di marzapane e di lavoretti con il feltro. Non mancano azione e avventura in discipline sportive collettive come l’arrampicata rock climbing in località Narano, il rafting sul fiume Adige da Laces a Naturno e la divertente discesa “wild river tubing”; il simpatico torneo di salto nel sacco, tiro a segno e minigolf.

Un altro luogo consigliato agli appassionati della montagna è il Passo del Tonale. Situato in un’invidiabile posizione strategica proprio al centro delle Alpi, dove un tempo era stato stabilito il confine tra l’Italia e l’Impero austro-ungarico, il comprensorio Pontedilegno-Tonale vanta vette imponenti, fitti boschi di conifere, nevi perenni, torrenti spumeggianti e una natura incontaminata e protetta nell’ambito del Parco regionale dell’Adamello e del Parco Nazionale dello Stelvio.

Passo del Tonale

Passo del Tonale

Innumerevoli le proposte per vivere al meglio le vacanze e il tempo libero “in quota”. Dall’atmosfera amichevole e piacevolmente mondana della “capitale” del comprensorio,  Ponte di Legno,  dove  si può passeggiare nel delizioso centro storico, fare shopping o gustarsi un aperitivo, fino ai tantissimi percorsi di trekking per tutte le capacità, adatti alle famiglie con bambini e agli sportivi più allenati. Senza dimenticare che il comprensorio conta, nella stagione estiva, su una funzionale rete di confortevoli rifugi alpini e su impianti di risalita che conducono velocemente alle alte quote.

La grande novità della stagione è la cabinovia Presena che, in soli sette minuti, porta dai 2.585 mt del Passo Paradiso ai 3.000 mt del Passo Presena: un autentico posto in prima fila per ammirare Adamello, Lobbie, Presanella e Pian di Neve (il più vasto ghiacciaio delle Alpi italiane), ora comodamente raggiungibile in tutte le stagioni, in inverno anche da chi non scia. Altro fiore all’occhiello dell’area è rappresentato dalla bike arena, con più di 500 km dedicati alla mountain bike.

E poi ancora escursioni naturalistiche guidate a diretto contatto con fauna e flora alpine, emozionanti discese in kayak, rafting, un campo di golf a 9 buche in uno scenario incomparabile e, naturalmente, possibilità di praticare gli sport più tradizionali (nuoto, tennis, calcio ecc.). Senza dimenticare la tranquilla pista ciclabile che corre lungo il fiume Oglio, collegando Ponte di Legno a Vezza d’Oglio adatta alle famiglie.

Anna C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code