Corporate Social Responsibility, le nuove sfide

mondo_CSRL’Università e la Provincia di Salerno hanno ospitato oggi Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale, la manifestazione più importante a livello nazionale dedicata all’evoluzione della responsabilità d’impresa verso scenari sempre più innovativi e sostenibili, che quest’anno per la prima volta fa tappa a Salerno.

Le nuove sfide della CSR: passione e ispirazione per le future generazioni, è il titolo scelto per l’evento, che si è svolto la mattina al Campus Universitario di Fisciano ed il pomeriggio presso la Provincia di Salerno. Il ruolo centrale dei giovani e delle prossime generazioni per costruire un futuro realmente sostenibile è stato il filo rosso che ha legato i workshop della mattina, aperta dagli interventi di Aurelio Tommasetti, Rettore dell’Università di Salerno, Paola Adinolfi, Direttore del Dipartimento di Studi e ricerche aziendali (MIT) e Adalgiso Amendola, Preside Facoltà di Economia, Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione.

“È con vero piacere che l’Università ospita Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale, un evento che quest’anno per la prima volta fa tappa a Salerno – afferma Aurelio Tommasetti, Rettore dell’Università di Salerno – Il tema della CSR ci sta particolarmente a cuore data la sua importanza nel conferire alle imprese e agli altri attori economici, pubblici e privati, una legittimazione e una funzione sociale, assumendosi il ruolo di realizzare una convergenza tra creazione di valore economico e creazione di valore sociale”.

Coordinato da Francesca Manes Rossi dell’Università di Salerno, il workshop Professione CSR ha affrontato una nuova figura professionale nel mercato del lavoro, potenzialmente di grande interesse per i giovani, il CSR manager: un innovatore, colui che coglie le sfide e le opportunità socio-ambientali e le traduce in strategie aziendali.

Il dibattito su Banche e investimenti per il sociale: un’innovazione possibile, coordinato da Rosaria Cerrone dell’Università di Salerno ha mostrato come stia crescendo l’attenzione verso investimenti improntati a logiche di sostenibilità e responsabilità.

Ci si è occupati di Certificazione etica, best practices e responsabilità sociale nella dimensione territoriale, nel workshop coordinato da Stefania Supino dell’Università di Salerno, che ha illustrato opportunità e criticità dello standard internazionale SA 8000, un modello gestionale per la valorizzazione e la tutela delle risorse umane. Le organizzazioni che lo adottano si propongono di operare secondo una logica triple win, generando valore per le imprese, attraverso il miglioramento complessivo delle performance, per i consumatori, consentendo loro di compiere scelte di acquisto più consapevoli, per le Istituzioni, contribuendo alla realizzazione di percorsi di sviluppo economico sostenibile e inclusivo.

Il Salone della Corporate Social Responsibility e dell’innovazione sociale è un format nazionale promosso da Università Bocconi, CSR Manager Network, Unioncamere, Alleanza delle Cooperative Italiane, Fondazione Sodalitas, Koinètica. E’ il più importante evento in Italia dedicato all’evoluzione della responsabilità d’impresa verso scenari sempre più innovativi e sostenibili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code