Domenica al museo

di Daniela Zanuso

Forse non tutti sanno che da quasi tre anni, esattamente dal 1° Luglio 2014, per volontà del Ministro Dario Franceschini, è partita l’iniziativa “Domenica al museo” un decreto con il quale ogni prima domenica del mese i musei statali sono gratuiti. Un elenco di bellezze che comprende anche siti archeologici,  gallerie, parchi, pinacoteche e perfino alcune strutture private.

La lista dei luoghi più o meno famosi che aderiscono a questa iniziativa è molto lunga e sorprendente. C’è solo l’imbarazzo della scelta e noi vogliamo indicare solo alcune delle destinazioni che in tutta Italia sono visitabili gratuitamente, oltre al link dove  trovare tutte le informazioni relative ad orari e altro.

A Milano sarà possibile visitare il Cenacolo Vinciano, la Pinacoteca di Brera, Il Castello Sforzesco e i suoi Musei, il Museo di Storia Naturale e quello del Risorgimento ed altro ancora.  A Torino è gratuito l’accesso al Palazzo Reale e a Palazzo Garignano.

Aperte anche le Gallerie dell’Accademia,  il Museo archeologico e quello d’Arte Orientale a Ca’ Pesaro a Venezia, mentre a  Firenze aprono i battenti gli Uffizi, il Museo delle Cappelle Medicee, la Galleria d’arte moderna, il Giardino della Villa di Castello, il Giardino di Boboli. Il Colosseo è solo uno dei tanti siti aperti a Roma e poi Pompei ed Ercolano, la Reggia di Caserta e il suo parco, il Palazzo Reale di Napoli e il Museo di Capodimonte.

Per essere certi comunque è bene, prima di effettuare la visita,  telefonare o verificare su Internet  per accertarsi dell’adesione dell’iniziativa e degli orari di apertura. Il sito dei beni culturali mette a disposizione un elenco suddiviso per regione.

Lo trovate al link http://www.beniculturali.it

Buona domenica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code