Donne al centro della scena

Donne al centro della scenaPrende il via Donne al centro della scena, progetto promosso dall’associazione culturale Teatrando  e sostenuto dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, il quale coinvolgerà i Comuni di Agrate Brianza, Arcore, Desio,  Muggiò e Vimercate.
Nei prossimi mesi il territorio brianzolo sarà dunque palcoscenico sui generis ospitante spettacoli teatrali, esposizioni fotografiche e conferenze volte alla valorizzazione della figura della donna, la cui riscoperta passa, attraverso questo progetto,  da molteplici focalizzazioni che, proprio nella loro diversità, permettono di apprezzare i vari volti di una femminilità che trova nell’arte un nuovo modo per riaffermare se stessa.
Tramite il prezioso supporto delle Associazioni C.A.DO.M. e White Mathilda, operanti da anni nella provincia di Monza e Brianza al fine di contrastare ogni tipo di violenza di genere, sarà inoltre possibile porre l’accento su un tema purtroppo di strettissima attualità ma spesso affrontato in modo molto superficiale.
donne al centro della scenaLa commistione di elementi artistici e pedagogici finalizzati verso uno stesso obiettivo rende peculiare un progetto che ha il proprio fulcro nella cooperazione sinergica tra Enti, Associazioni ed Istituti scolastici della stessa provincia; a tal proposito certamente importanti risultano le parole di Silvano Ilardo, direttore artistico del progetto e dell’Associazione promotrice Teatrando, il quale insiste sulla “necessità di intessere sinergie socio-culturali all’interno della provincia, facendo sì che soprattutto il teatro recuperi una dimensione non solo artistica ma soprattutto sociale, che è stata di capitale importanza nel suo sviluppo nel corso dei secoli. Per questo motivo Donne al centro della scena è un progetto che deve essere inteso come frutto di coesione territoriale e valoriale tra differenti enti ed associazioni della nostra provincia, ognuno dei quali concorrerà in maniera differente al raggiungimento dello stesso obiettivo”.
“Questo progetto rappresenta un chiaro esempio di attività culturale d’interesse sociale. Le arti del teatro e della fotografia sono volte a sensibilizzare giovani studenti e la Comunità su un tema importante per la Fondazione e di forte attualità. La Fondazione ha particolarmente apprezzato la rete di associazioni ed enti che lo promuovono. Ciascuna realtà coinvolta ha messo in campo conoscenze e competenze specifiche, sia dal punto di vista dei contenuti, culturali e sociali, sia delle relazioni, realizzando una sinergia di forze finalizzata al benessere dell’intera Comunità”. Aggiunge Marta Petenzi, Segretario Generale della Fondazione.
Profondamente importante sarà infine il ruolo dei giovani studenti fruitori del progetto, i quali potranno concorrere tramite recensioni di esposizioni fotografiche e spettacoli teatrali ad un concorso volto a premiare l’inventiva, la creatività e le doti critiche delle nuove generazioni del nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code