Un bando a sostegno del libro e della lettura

  •  
  •  
  •  
di Fabrizio Annaro

Gli italiani leggono poco o nulla. Gli amanti del libro sono una netta minoranza rispetto alla  massa che preferisce altre attività rispetto a quella della lettura.

Fondazione Cariplo ha deciso di scendere in campo con un nuovo bando da 1,5 milioni di euro a sostegno del libro e della lettura. Lo scopo dell’iniziativa, si legge in un comunicato della Fondazione, è quello di “promuovere iniziative che favoriscano questa pratica, considerata una necessaria abitudine quotidiana per tutte le fasce della popolazione. La lettura è infatti uno strumento essenziale per l’inclusione sociale, culturale e quindi economica dei cittadini. Agevola l’accesso alla conoscenza e all’informazione, oltre a svolgere un ruolo abilitante nei confronti di tutte le forme di partecipazione… Con il bando “Per il Libro e la Lettura”, la Fondazione sceglie di rinnovare il proprio impegno prestando particolare attenzione alle fasce della popolazione con minori opportunità e alle aree marginali, per favorire processi di inclusione sociale e culturale e contrastare fenomeni crescenti di povertà educativa (secondo il più recente rapporto annuale ISTAT, nell’ultimo decennio la quota di lettori è drammaticamente scesa da 45,2 al 38,4 % della popolazione, un calo che riguarda in particolare bambini e adolescenti e la fascia di età tra i 35 e i 64 anni). ” 

Chi può partecipare

Il bando, che scadrà il prossimo 16 dicembre, è rivolto in modo particolare agli enti No Profit. Potranno presentare progetti i Comuni (o altri enti pubblici) titolari di biblioteche di pubblica lettura e/o di sistemi bibliotecari, Organizzazioni No profit di natura privata che presentino la gestione di attività e/o beni culturali tra le finalità principali del proprio Statuto, vantino un’attività di tipo professionale regolare e non episodica,  redigano il bilancio con Stato patrimoniale e Conto Economico, come indicato dall’Agenzia del Terzo Settore.

I contenuti

I progetti riguardano  iniziative  che facilitino l’incontro e la socializzazione, come gruppi di lettura, silent book club, esperienze di lettura ad alta voce. La Rete territoriale assume un’importanza particolare. “Infatti –specifica Chiara Bartolozzi di Fondazione Cariplo (durante un incontro online organizzato dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza)– è importante, nell’ambito del progetto, promuovere collaborazioni  e momenti di aggregazioni fra  associazioni, enti intorno gruppi informali, istituzioni, imprese, che, a vario titolo, possano contribuire al raggiungimento degli obiettivi del progetto. Inoltre i progetti dovranno contribuire all’aumento del numero di lettori (persone che leggono almeno un libro all’anno per motivi non di studio o di lavoro). Sarà, quindi, necessario individuare indicatori credibili per monitorare e valutare i risultati raggiunti.”

I contributi

I progetti dovranno svolgersi in Lombardia, oppure nelle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola e nei territori marginali e aree periferiche delle grandi città. La durata prevista è tra 12 e 24 mesi. L’avvio  è dopo il 17 dicembre 2020. La richiesta complessiva per progetto non deve superare i 50 mila euro con cofinanziamento a cura della Fondazione del 75%.

Ulteriori informazioni al link : Fondazione Cariplo