I-DAYS: quattro giorni di musica nel Parco

Quattro giorni di musica, un cast stellare, oltre duecentomila fan previsti da 85 Paesi. Il tutto nella cornice nella Parco più grande d’Europa. E’ sicuramente uno degli eventi più importanti della stagione di concerti  italiana.  Sono gli I-DAYS, nati dall’esperienza ventennale di Indipendente eventi e Concerti, che all’Independent Days, dal ’99 ad oggi,ha portato in Italia artisti di tutto rispetto: Joe Strummer, Muse, Nine Inch Nails, Manu Chau, Blink 182, Queens of the Stone Age, Sonic Youth, Arcade Fire, Tool.

La nuova edizione di live si terrà dal 15 al 18 giugno al Parco di Monza – Autodromo Nazionale. In calendario troviamo nomi del calibro dei Green Day, Rancid, Radiohead, James Blake, Linkin Park, Blink 182, Justin Bieber e molti altri ancora.

Conferenza stampa I-DAYS

C’è fermento, ma anche un grande senso di responsabilità all’apertura della conferenza stampa, presentata da Roberto Masi, Presidente di Monzabrianzaeventi – Brianzarockfestival. Fabrizio Sala, Vicepresidente di Regione Lombardia apre la conferenza:  “La Regione ha voluto fortemente che Parco e Reggia fossero rivitalizzati e per questo abbiamo scelto di investire la bella cifra di 55 milioni di Euro. I concerti rientrano in questa strategia perché sono uno straordinario strumento di attrattiva che porterà migliaia di persone nella nostra città e nel nostro Parco”. Poi aggiunge con una certa soddisfazione: “Brianza Rock Festival, in collaborazione con Regione Lombardia, ha attivato il contest per musicisti al quale hanno partecipato oltre 600 band di giovani artisti e le 16 band selezionate, si esibiranno sul palco in occasione delle quattro giornate di concerti. Diamo spazio ai giovani.

Cerca di fugare ogni dubbio sulla criticata scelta del Parco per questa serie di concerti Piero Addis, neo-direttore del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. “Il Parco di Monza – afferma Addis – è stato pensato fin dai tempi, (parliamo di 200 anni fa) come luogo di intrattenimento, con la differenza che due secoli fa era per pochi, oggi è per tutti

da sx: Piero Addis, Eleonora Frigerio e Fabrizio Sala

Paolo Giuseppe Confalonieri ha poi voluto tranquillizzare circa l’organizzazione e la capacità della rete urbana di sostenere un così grande afflusso di persone. Durante gli I-DAYS Trenord fornisce un servizio speciale A/R di treni Milano-Monza e ci sarà anche un servizio di navette e autobus praticamente ininterrotto da e per i parcheggi riservati nell’area di Monza

Eleonora Frigerio, Presidente del Parco Valle del Lambro, interviene sottolineando che questo evento straordinario contribuirà a dare alla Brianza un respiro internazionale e farà conoscere le nostre bellezze naturali.

Corrado Rizzotto de “L’indipendente” risponde alle domande sulla sicurezza: “La città di Monza è abituata da anni a organizzare eventi con pubblico anche superiore a quello previsto per gli I-Days, basti pensare ai GP o alla recente visita del Papa che ha fatto un po’ da prova generale. Ci sono anche gruppi come i Radiohead che richiedono garanzie precise per il rispetto dell’ambiente”. Ha poi fornito alcuni dati significativi riguardanti l’affluenza:  30 mila persone previste per il 15, 55/60 mila per il 16, 80 mila per il 17, 45 mila per il 18. Poi rivolge anche un invito al pubblico: raggiungere l’area della manifestazione il più presto possibile, possibilmente entro e non oltre le ore 16:00 per fare in modo che tutte le abituali procedure d’ingresso possano essere svolte in maniera regolare senza subire rallentamenti.

Indipendente Concerti riceve il certificato di gestione sostenibile degli eventi

Per accedere a I-Days sono previsti tre ingressi: Vedano Rosso, Vedano Giallo e Mirabello Verde. Ogni biglietto riporta la via e il colore che è necessario rispettare per poter accedere alla corretta area concerti.

Per qualsiasi ulteriore informazione ecco il sito ufficiale: I-DAYS

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code