I racconti del melograno: Happy Birthday

  •  
  •  
  •  
di Francesco Troiano

Questo è il racconto di una scena in metro, realmente accaduta nel marzo 2019, i cui particolari, messi a confronto con le attuali disposizioni ministeriali in tema di covid,  fanno pensare.

Una donna, sui cinquant’anni, sta parlando al cellulare con voce abbastanza sostenuta: “Si tesoro, ti stavo dicendo, ne ho ordinate centoventi di focaccine. Poi sempre nello stesso posto ho prenotato quattro vassoi di altro salato, quattro di pasticcini e dieci torte una diversa dall’altra… si certo… ma ti pare? Ah, poi ti forniscono anche il beveraggio: allora, dieci bottiglie di coca light, dieci di aranciata, ventiquattro lattine di birra  e ho pensato anche al prosecco… cosa dici? ”
E sul prosecco la signora si appresta  a scendere alla fermata di Corvetto.

La ragazza seduta al suo fianco ha un’espressione da: “Finalmente si toglie dalle scatole”.

Alla fermata successiva sale una ragazza bionda, già parlante ai suoi auricolari, che si siede affianco alla tipa con le scatole rotte.

“…Prosecco??? Mamma!!! Possiamo una sacrosanta volta cambiare? È la MIA festa, è il MIO compleanno, non del primo che passa!!!”

Gli occhi della signora scocciata, ora, sono fuori dalle orbite e sulla sua fronte compare la scritta: “non ci credo!”

Anche sulla mia.