La cooperazione è sviluppo, è innovazione, è futuro

di Fabrizio Annaro

Dal 2001 al 2015 gli occupati nelle cooperative milanesi sono più che raddoppiati: da 13 mila addetti a 29 mila. Anche il fatturato è cresciuto: da 1 miliardo di euro del 2001 a 1,24 del 2015. Un incremento del 24%.

Sono dati diffusi da Confcooperative, organizzazione che conta quasi 800 cooperative associate. Un dato in netta controtendenza rispetto agli altri settori dell’Economia, duramente colpiti dalla crisi. Ma qual è il segreto di questa sorprendente crescita?

“Anzitutto –risponde Marco Meregalli, Coordinatore Confcooperative Comitato Territoriale di Monza e Brianza- la cooperazione è riuscita a proporre progetti innovativi in grado di rispondere a bisogni sociali sempre più complessi e frastagliati. Progetti che sono stati finanziati anche grazie alla collaborazione fra enti pubblici e privati. Inoltre, le nostre cooperative non si dimenticano di mettere al centro la persona, l’uomo, la donna. Il clima di lavoro è molto diverso rispetto al mondo profit.

Da sinistra: Marco Meregalli, (Coordinatore Confcooperative Comitato Territoriale di Monza e Brianza) e Fabrizio Annaro moderatore della giornata “La cooperazione scende in piazza”

La cooperazione fa rima con collaborazione. Il risultato è che molte cooperative sono cresciute anche grazie all’apporto di figure professionali molto qualificate che hanno preferito il mondo del no profit, manager che hanno rinunciato anche a lauti compensi perché soddisfatti dal clima di lavoro sereno e collaborativo che vige nelle cooperative. Il fatto, poi, di offrire servizi alla persona, oppure di rispondere a forti disagi sociali, cioè di essere al servizio del bene comune,  genera nei cooperatori una motivazione tutta particolare e  molto speciale.”

Valori che sono stati comunicati durante il pomeriggio dell’evento “La cooperazione scende in piazza di cui abbiamo già parlato in un altro post del nostro giornale.

Nella mattinata, infatti, sono stati presentati i progetti di Educazione cooperativa e gli studenti hanno parlato delle problematiche, ma anche delle positività dell’Alternanza Scuola Lavoro; mentre nel pomeriggio si è parlato dei progetti cooperativi del nostro territorio.

Desireè Chiara Merlini, Assessore Politiche Sociali Comune di Monza ha sottolineato l’importanza del valoredella collaborazione anche nel mondo politico

I lavori sono stati aperti dal saluto dell’Assessore alle Politiche Sociali di Monza, Desireé Chiara Merlini la quale ha sottolineato “il valore della collaborazione che sta alla base del mondo cooperativo, collaborazione che, si auspica, dovrebbe caratterizzare anche il confronto politico”.

Progetto Tiki Taka

Presentato da Govanni Vergani, Cooperativa Novo Millennio  e da Elio Brillo, Consorzio Desio Brianza, interessa il mondo della disabilità. Coinvolge una rete di associazioni, consorzi, enti pubblici, cooperative.

Da sinistra Giovanni Vergani ed Elio Brillo hanno parlato di Tiki Taka un gioco di squadra per l’integrazione della persona disabile

TikiTaka presentazione progetto

Parco delle Culture Desio a cura del Consorzio Comunità Brianza.

Il progetto, presentato da Maria Pia Marini, riguarda la cura e la valorizzazione del patrimonio culturale brianzolo con particolare attenzione alla Villa Traversi Tittoni di Desio

Maria Pia Marini del Consorzio Comunità Brianza. Ha illustrato le attività culturali e ricreative che si svolgono in Villa Tittoni a Desio

Gestire i beni culturali i progetti del Consorzio Comunità Brianza

Cicloturismo a cura della Cooperativa Betania

Fabrizio Pozzoli, presidente della Cooperativa Betania, ha sottolineato le potenzialità turistiche di Monza e Brianza e presentato un itinerario di ciclo turismo per le vie della Brianza.

Fabrizio Pozzoli, presidente Cooperativa Betania, ha parlato di turismo in Brianza

Il Paese Ritrovato

Un progetto particolarmente innovativo di cui la stampa nazionale, le radio e le televisioni hanno dato ampio risalto. Si tratta di un vero e proprio villaggio che ospiterà persone con Alzheimer e demenza. La cittadina assicurerà agli ospiti libertà di movimento e al tempo stesso sicurezza ed assistenza. Il progetto, presentato da Paolo Villa, è stato ideato e realizzato dalla Cooperativa La Meridiana che da oltre 40 anni offre servizi agli anziani e alle famiglie.

Paolo Villa, presidente della Cooperativa La Meridiana, ha presentato Il Paese Ritrovato

Coop-Up Brianza progetto del Consorzio Comunità Brianza e Mestieri Lombardia

Accompagnare le persone alla ricerca di un lavoro, offrire spazi per far decollare le start up e le imprese innovative. Queste attività sono state presentate da Paolo Campagnano.

Paolo Campagnano: ai giovani imprenditori consiglio di non mollare mai, di credere fermamente nel loro progetto, ma anche di essere realisti e se il caso modificare obiettivi e progetti.

Lavoro ed integrazione

Ecco come è possibile favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di persone svantaggiate. Luca Casagrande della Cooperativa Azalea propone alle aziende una modalità intelligente per assolvere all’obbligo di legge, per le aziende con più di 15 dipendenti,  di assumere  persone con disabilità.

Luca Casagrande della Cooperativa Azalea ha lanciato una proposta alle aziende: ci pensiamo noi ad assumere persone svantaggiate o con disabilità

Un altro progetto che favorisce l’inclusione sociale e lavorativa delle persone svantaggiate, è quello illustrato da Andrea Caserini della Cooperativa Solaris. Colture in rete è un progetto che, grazie alla agricoltura e al contatto con la natura, aiuta le persone a ritrovare fiducia e competenze per riproporsi nel mondo del lavoro.

Andrea Caserini, della Cooperativa Solaris, ha presentato “Colture in rete” progetto che, grazie all’agricoltura, favorisce l’inclusione sociale di persone svantaggiate

Cooperazione e Scuole

“Sono quasi 40 gli Istituti superiori che aderiscono ai progetti di alternanza scuola lavoro proposti dalle cooperative di Monza e Brianza.” Lo ha detto Monica Roncen incaricata dal Consorzio Comunità Brianza nel promuovere i valori cooperativi nelle scuole.

Monica Roncen. Gli studenti delle scuole superiori sono rimasti molto soddisfatti dell’esperienza di alternanza scuola lavoro svolte nelle cooperative di Monza e Brianza

La cooperazione e l’alternanza scuola lavoro

Un APP in aiuto dei richiedenti asilo

Un progetto illustrato da Roberto D’Alessio responsabile dell’area stranieri del Consorzio Comunità  Brianza. D’Alessio è stato  artefice e  promotore della rete di accoglienza richiedenti asilo, RTI Bonvena, che opera da diversi anni in Brianza.

Nella rete agiscono 24 enti del Terzo Settore brianzolo impegnati nell’accoglienza di un migliaio di profughi. Si tratta di un modello diffuso che coinvolge una cinquantina di comuni brianzoli e con un impatto positivo sul territorio.

Roberto D’Alessio ha illustrato l’APP informativa per i richiedenti asilo accolti in Italia

La cooperazione scende in piazza

Durante gli incontri hanno funzionato i laboratori RITRATTO COOPERATIVO E PENSA COOPERATIVO, laboratori e attività di animazione per bambini e famiglie. Grande successo anche per LA DOLCE COOPERAZIONE, laboratorio di dolci per bambini.

L’iniziativa ha visto il patrocinio del Comune di Monza, il  contributo di BCC Valle del Lambro e BCC Carate Brianza nonchè la collaborazione di Consorzio Comunità Brianza, CCL Consorzio Cooperative Lavoratori e Cooperativa Laser. Media Partner Il Dialogo di Monza  e MBTV TV Lissone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code