La Milanesiana 2022 sbarca a Seregno

di Veronica Todaro

Per la prima volta arriva a Seregno la Milanesiana, il festival itinerante giunto alla sua ventitreesima edizione, ideato e curato da Elisabetta Sgarbi, sorella di Vittorio Sgarbi, festival che rappresenta un unicum nel panorama culturale, con un respiro internazionale in grado di tessere relazioni tra letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia, teatro, diritto, economia e sport.

Dal 4 giugno al 3 agosto, La Milanesiana raggiungerà 20 città in diverse regioni italiane (tra cui Sondrio, Bergamo, Milano, Pavia, Torino, Alessandria, Ascoli Piceno, Firenze e Venezia) e svilupperà il tema delle omissioni approfondito come sempre attraverso la lente d’ingrandimento del dialogo fra differenti forme d’arte.

La Milanesiana approda dunque a Seregno – unica città della Brianza coinvolta in questa edizione – con due eventi programmati per il 20 e il 21 giugno, consentendo di calcare il palco del teatro San Rocco a diversi ospiti di caratura internazionale: Seregno diventa parte di un circuito di elevatissimo prestigio, inserendosi in un progetto articolato e corale, in cui tutte le città si mettono a disposizione di una rete ideale che lega temi, momenti e persone. Una rete in cui tutte le piazze sono un noi, condividendo l’esperienza collettiva al di là della presenza del momento contingente.

A innescare questa importante opportunità è stato il centenario di Luca Crippa e la mostra organizzata in onore di questo concittadino che ha diviso la sua vita fra Milano e Seregno, lasciando nel capoluogo lombardo, in particolare presso l’Accademia di Brera, un significativo ricordo. L’eredità artistica di Luca Crippa è l’esempio di quanto la contaminazione possa divenire davvero motore culturale.

Questi gli eventi in programma al Teatro San Rocco:

20 giugno. Guerre e omissioni. Yanis Varoufakis dialoga con Vinicio Capossela. Coordina Candida Morvillo. Proiezione del film “Indebito” di Andrea Segre con Vinicio Capossela. Introduce Elisabetta Sgarbi.

21 giugno. L’arte di perdere. Letture di Andrew Sean Greer (Premio Pulitzer 2018), Enrico Rotelli e Lisa Halliday. Concerto Live set acustico di Vasco Brondi. Introduce Elisabetta Sgarbi.

“La rassegna La Milanesiana e la Città di Seregno sono accomunate da uno straordinario tema comune– sottolinea Federica Perelli, assessora alla Cultura -: il senso intrinseco di scambio, intreccio, crocevia.

La Milanesiana è un incrocio tra esperienze artistiche e culturali, la Città di Seregno nasce storicamente come crocevia commerciale tra Milano e la Svizzera. Siamo orgogliosi di essere, nel nome e nel segno di Luca Crippa, protagonisti in questa Milanesiana: il tema di questa speciale edizione, dedicata al tema delle omissioni, rappresenta per me uno stimolo affinché non si lasci nulla d’intentato per avvicinare la nostra Città, e non solo la nostra Città, alla raffinata bellezza dell’opera di questo straordinario artista”.

 “Stiamo lavorando per alzare sempre più l’asticella e restituire alla nostra città la centralità che merita nel panorama culturale lombardo– aggiunge il sindaco Alberto Rossi -. Essere presenti all’interno del programma de La Milanesiana, con un palinsesto di eventi definito da una personalità di assoluto rilievo come Eisabetta Sgarbi, è un passaggio importante che consente a Seregno di ospitare un parterre di ospiti di fama internazionale”.

Programma completo_2022 MIlanesiana