“La pelle dell’orso” al Cineforum

Martedì 6 marzo in PROCULTURA è la volta di un giovane ed esordiente regista italiano, Marco Segato, che con LA PELLE DELL’ORSO ci porta negli anni ’50, con una storia ambientata sulle Dolomiti.
Con Marco Paolini, Leonardo Mason, Lucia Mascino

Origine: Italia, 2017 – Durata: 92 minuti

Teatro Villoresi – Proiezioni: ore 15,30 e 21,00

Dolomiti, anni Cinquanta; Pietro per sbarcare il lunario, accetta una pericolosa scommessa con il suo datore di lavoro: uccidere l’orso che minaccia il piccolo paese dove abitano. Quindi parte con il figlio Domenico, e un chilometro dopo l’altro la distanza che li separa, a livello umano più che geografico, si fa sempre più sottile.

Ecco un esempio di esordiente, Marco Segato, capace di calibrare bene le sue forze: scegliendo un’ambientazione a lui congeniale; facendo buon uso della sua esperienza di documentarista; pescando un adolescente molto giusto per la parte protagonista, e affiancandogli un interprete di carisma e autorevolezza quale Marco Paolini. (…) Segato impagina la storia con limpidezza, seppur con un eccesso di diligenza, in una linea di cinema che guarda all’ispirata lezione di Ermanno Olmi.”
(Alessandra Levantesi Kezich, ‘La Stampa’, 3 novembre 2016)

Vai alla scheda del film

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code