La postura e la respirazione

respiro

di Isabella Traballi

Se respiro bene, sorrido e vivo meglio!

La respirazione è strettamente collegata alla postura corretta: una colonna ben allineata permette al torace di espandersi in modo efficace e dà  ai polmoni la possibilità di riempirsi di ossigeno.

Il dorso curvo in avanti limita l’ apertura del torace soprattutto quando siamo seduti, è importante perciò in questa posizione mantenere l’appoggio corretto della colonna vertebrale allo schienale della sedia,  rilassare la muscolatura delle spalle e mantenere il capo eretto.

Nella nostre giornate frenetiche il respiro è poco profondo, abbiamo la tendenza a trattenerlo, ci si butta a capofitto nella vita e si ha foto2“appena il tempo di respirare”. Ma il nostro corpo, le nostre cellule, la nostra anima ha bisogno di respirare!

Il legame  con il nostro stato d’animo è strettissimo: se siamo rilassati e calmi respiriamo lentamente e senza sforzo, se siamo emozionati la respirazione è più rapida e intensa, se abbiamo paura  il respiro è trattenuto.

Per nostra fortuna è vero anche il contrario: inspirando ed espirando profondamente favoriamo il rilassamento del corpo, facciamo fluire l’energia vitale e riattiviamo il buonumore trasformando in benessere i blocchi muscolari ed emotivi che irrigidiscono il nostro corpo. Il respiro è uno strumento meraviglioso per riarmonizzare corpo e mente.

Cosa possiamo fare? Due semplici esercizi per un minuto ogni giorno

1) respirazione toracica

seduti su una sedia con il dorso appoggiato allo schienale mantenendo la   postura corretta e le mani appoggiate al torace:

inspiriamo dal naso espandendo il torace come se fosse un palloncino ed espiriamo lentamente dalla bocca sgonfiando il torace  in modo naturale.

2) respirazione diaframmatica

sdraiati con gambe piegate, mani sulla pancia all’altezza dell’ombelico:

inspiriamo gonfiando la pancia mantenendo la zona lombare appoggiata a terra, espiriamo con la bocca aperta sgonfiando la pancia.

Le mani servono per percepire se stiamo eseguendo l’esercizio in modo corretto. L’aria deve uscire dalla bocca in modo spontaneo come se fosse un sospiro di sollievo.

Durante la giornata possiamo ricordarci di come il nostro corpo” risplende” e di quanta energia si muove se respiriamo. L’aria è un bene prezioso!

Il capo Indiano Seathl diceva: “l’aria è preziosa, perché tutte le cose condividono lo stesso respiro, la bestia, l’albero, l’uomo, tutti loro condividono lo stesso respiro”

Isabella Traballi
fisioterapista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code