L’ANPI protesta e poi ringrazia

L’ANPI di Triuggio segnala un fatto preoccupante e si congratula con i carabinieri. Di seguito il comunicato.

Triuggio, 10 novembre 2021. La scorsa settimana la cronaca locale ha riportato la notizia dell’intervento dell’Arma dei Carabinieri per ripristinare la legalità in un locale pubblico di Besana Brianza.

Nello specifico si tratta della richiesta di rimuovere oggetti che richiamano direttamente al nefasto ventennio fascista e che le leggi del nostro Paese, a partire dalla Costituzione, vietano.

Naturalmente ci congratuliamo con le forze dell’ordine per aver dato seguito alle numerose segnalazioni che in questi anni si sono succedute da diverse organizzazioni, compresa la nostra, e da singoli cittadini turbati dall’impunita esibizione di tali vessilli.

L’ANPI è impegnata da anni a rivendicare una normativa più efficace per il contrasto delle vergognose rievocazioni del fascismo e dei suoi protagonisti.

Continuerà a farlo in contrasto a tutti i rigurgiti fascisti che la nostra Italia è costretta a subire. Invitiamo tutte le organizzazioni democratiche e i liberi cittadini a segnalare situazioni analoghe.

L’episodio di Besana Brianza è solo uno fra i diversi già più volte segnalati. Proseguiremo nella nostra azione quando necessario, ma nel frattempo siamo protagonisti sul territorio, a partire dalle scuole, per riaffermare i migliori principi
democratici che la nostra Costituzione, nata dalla resistenza, ci ha consegnato.

Sezione ANPI e Alta Brianza Est.