Lasciate stare don Lorenzo Milani

  •  
  •  
  •  

La redazione

Cosa c’entrano il pensiero, l’opera e la testimonianza di don Lorenzo Milani con le vicende di Bibbiano? Se lo sono chiesti in molti soprattutto gli estimatori di don Milani fra cui il Cardinale, Arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori che ha giudicato inaccettabile che un convegno in programma a Bergamo il prossimo 30 novembre desideri accostare la figura di don Milani, sacerdote, educatore e profeta, con le vicende e i fatti di Bibbiano. 

Il convegno titolato da “Barbiano a Bibbiano” vede la partecipazione di giornalisti e politici. Le conclusioni del convegno era state affidate al sen. leghista Simone Pillon, ma dopo le vivaci proteste del mondo cattolico e dell’associazionismo, ha preferito fare marcia indietro e rinunciare all’intervento.

Pax Christi in un comunicato ha ripreso le parole di Betori il quale ha affermato: “Non si può accettare  che la figura di don Lorenzo Milani, servitore esemplare del Vangelo e testimone di Cristo sia strumentalizzata o peggio offesa, accostando l’esperienza di Barbiana a vicende neppure lontanamente accostabili. Si tratta dell’ennesima distorsione e travisamento che da varie e diverse parti, in maniera ricorrente nel corso dei decenni, è stata fatta e continua ad essere fatta del pensiero e dell’azione di questo nostro sacerdote.”

Parole condivise da molte associazioni fra le quali anche dal Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, comitato che coordina le attività di associazioni e cooperative che operano in campo giovanile e nel mondo educativo, lo stesso ambiente dove operava don Milani.