Le meraviglie di Madre Natura a Villa Carlotta

di Isabella Traballi

Primavera, tempo di rinascita!

A poche decine di minuti da Milano, Madre Natura ci regala il suo splendore nel grande giardino di Villa Carlotta a Tremezzo, sul Lago di Como, un vero paradiso di fiori. E’ in corso la splendida fioritura delle azalee dai mille colori: fucsia, rosa, giallo, arancione, bianco. Insieme formano soffici muri principeschi che danno origine a labirinti incantevoli dove vorresti perderti per sempre.

La meravigliosa vista sul lago, le stupende sfumature rosse degli aceri, il verde chiaro delle nuove foglie spuntate dagli alberi, forma una macchia così particolare che si rimane incantati da tanta bellezza.

In questo mese anche i rododendri ci offrono uno spettacolo unico: sembrano alberi di Natale con palle colorate e morbide appese ovunque.

Ci sono anche due pergolati di agrumi chiamate Limonaie che emanano un profumo che stordisce. L’Energia Zen nella Valle dei Bambù è palpabile non appena si varca la soglia di una porta di legno tipicamente orientale che permette l’accesso in questa area arricchita da cascatelle, ruscelli e da un  ”giardino Zen” a misura d’uomo. Nell’Uliveto, piante antiche e giovani convivono in uno scorcio panoramico sul lago.

Percorrendo l’itinerario completo della durata di novanta minuti circa, si possono osservare anche le sequoie che si stagliano altissime nel cielo in tutta la loro energia e imponenza. Ci sono poi i piccoli miracoli della natura: su un tronco ormai quasi decomposto si sono radicate piante nuove: come la Fenice l’albero rinasce dalle sue ceneri. Nella Valle delle Felci tenendo il naso all’insù si può notare una palma nata su un altro albero, ci si chiede come sia stato possibile. Al termine del percorso ancora viole stupende, peonie e camelie ormai sfiorite.

In un prato riposa un grande tronco, esemplare di Pseudotzuga meuziesii che ha arricchito il parco per oltre 100 anni ma durante lo scorso anno è morto a causa di un fungo parassita ed è stato abbattuto. Ora i giardinieri si stanno adoperando affinché il suo legno sia trasformato in oggetti utili dando nuova vita al suo materiale cosi prezioso.

Si conclude la visita di questo incantevole parco visitando l’interno della Villa che custodisce tra le stanze anche una scultura di Amore e Psiche in tutta la loro passione e arte.


Quando si varca il cancello dell’uscita, si ha la sensazione che  il nostro corpo si sia impreziosito di sensazioni visive, olfattive ma soprattutto energetiche. La natura davvero regala ogni giorno doni grandi per ritemprarci dalle fatiche, basta respirarli…con il cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code