Le Vibrazioni Reunion Party: il resoconto del live del 14 dicembre

di Mattia Gelosa

Giovedì 14 dicembre la band de Le Vibrazioni è tornata ufficialmente assieme dopo oltre 5 anni di stop. Sono stati anni nei quali ogni musicista ha approfondito altri progetti e nei quali il leader Francesco Sarcina ha pubblicato due album da solista e partecipato a Sanremo, ad “Amici” e a “Pechino Express” con fortune alterne.Il tempo, però, sembra essersi fermato e la formazione vista e sentita sul palco non è stata certo quella di un gruppo che necessita di tornare a rodarsi. L’affiatamento è stato sin dall’inizio perfetto e il risultato sono state due ore di live intenso, tiratissimo, molto rock e coinvolgente.

Ad aprire l’esibizione ai Magazzini Generali di Milano è stata la canzone “Seta”, dall’album “Le Vibrazioni”, da cui sono stati pescati moltissimi brani come le hit “Dedicato a te”, “Vieni da me”, “In una notte d’estate”. Non sono poi mancate la ballata romantica “Ovunque andrò”, portata nel 2005 con successo a Sanremo e i successi più recenti come “Dimmi” e “Se” dal disco “Officine Meccaniche” del 2006.

In mezzo ai singoli pop, però, hanno dominato momenti di pura energia nei quali la voce di Francesco Sarcina passava senza problemi dalle sfumature melodiche a timbri più duri e arrabbiati, seguito dai virtuosi giri di basso di uno scatenato Marco Castellani, dalle schitarrate di Stefano Verderi e dal martellare sui tamburi di Alessandro Deidda, vero e proprio motore della band.

Le Vibrazioni sono tornate, in forma, dimostrando a tutti che davvero anche in Italia e in italiano si può fare rock e hanno portato sul palco anni di gavetta e di studio fra locali e cantine milanesi. La differenza di sound coi dischi offre un impatto sonoro che colpisce ogni volta anche i fans più sfegatati.

Perché loro, alla fine, non sono solo validissimi autori di canzoni dal sapore vintage e capaci di trattare svariati temi, ma sono innanzitutto quattro musicisti tecnicamente di altissimo livello, incluso il frontman, cantante e chitarrista che starebbe bene in qualsiasi band anche facendo il solista e imbracciando la sua amata Gibson.

La felicità era tanta, sia fra il pubblico che ha riempito fino al sold out i Magazzini, sia fra Le Vibrazioni, emozionati come bambini e impegnati in diversi momenti in ringraziamenti sentiti. Poche le pause, con la prima ora suonata senza sosta spesso nemmeno fra un brano e l’altro. Poi un  finto finale con la band che saluta ed esce per rientrare al grido dei bis.

Si riparte con “Dedicato a te” e si finisce con “Su un altro pianeta”, dove si balla, loro scherzano col pubblico e finiscono anche a fare una jam session sulle note del “Jungle Boogie” dei Kool&The Gang, uno dei brani riportati alla luce da “Pulp Fiction” di Tarantino. Un pezzo di tre minuti, così, si allunga a quasi il triplo della durata, ma tutti avremmo voluto durasse ancora di più, perché era chiaro che l’ultimo accordo della canzone avrebbe segnato, questa volta davvero, la chiusura della serata.

Insomma, la band è tornata più carica che mai e ha annunciato l’uscita imminente di un disco e che il 2018 porterà anche nuove importanti novità. Una di queste, è arrivata la conferma ieri sera, è il  ritorno in gara al Festival di Sanremo, ora nella nuova veste voluta dal direttore artistico Claudio Baglioni.

Le opportunità quindi ci sono, la voglia di suonare altrettanto e la solidità della band milanese è decisamente ritrovata, per cui siamo sicuri che davvero i fan de Le Vibrazioni avranno presto graditissime sorprese.

E sì, saranno a suon di rock!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code