L’oriente e il jazz protagonisti a Parco Tittoni

La stagione di Parco Tittoni è ormai decollata e gli habitué del pratone o delle amache nel boschetto sono ormai migliaia. L’appuntamento fisso del giovedì non conosce crisi, anche adesso che c’è chi sta per preparare le valigie per le vacanze fa comunque tappa fissa al Nasty Party

(giovedì 5 luglio – apertura cancelli 19.30 — inizio spettacolo 22.00 — ingresso gratuito), il giovedì universitario estivo dedicato ai giovani amanti della musica dance. Questa volta il Nasty è in versione Bam! night, con special guest Biciclettata Alcolica Meda, che dopo il recente successo dell’ultima edizione prosegue le sue serate in giro per la Brianza. Al loro stand gadget, giochi a premi (alcolici ovviamente), proiezioni e molto altro ancora. Come sempre invece 2 drink-birre a 8 euro, cucine aperte fino a notte fonda e solito benessere, immersi nel boschetto davanti Villa.

Venerdì 6 luglio è il momento di Megamix – 90s party (Apertura cancelli 19:00 — Inizio spettacolo ore 21.30 — Ingresso € 5), che in occasione dell’uscita del nuovo singolo dei Backstreet Boys presenta Backstreet’s Back, la tribute band del blasonato quintetto di Orlando. Dopo anni di esperienza come cantanti e ballerini, Mattia Pettinari, Davide Brambilla, Stefano Taccucci, Bruno Giotta e Luca Bulso hanno messo insieme passione ed energia per ripercorrere insieme i successi dei Backstreet Boys.

A seguire silent disco, anni ’90 contro 2000!

Sabato 7 e domenica 8 luglio torna il tradizionale appuntamento per gli amanti dell’oriente e non solo: con l’Oriente day (apertura cancelli 11.00 — inizio spettacolo 22.00 — Ingresso gratuito (dalle 19 ingresso € 5), quest’anno riprogrammato in una versione particolarmente ricca, i visitatori vivranno due giorni dedicati al benessere, cibo, musica e arti orientali. Workshop (tra i tanti, yoga della risata e meditazione), laboratori (come musicoterapia e cucina orientale), corsi e trattamenti animeranno il parco. 

Il primo giorno del festival, sabato 7 luglio, il gran finale inizia alle 22 ed è affidato a PANJABI MC, dj e produttore musicale britannico di origini indiane famoso in tutto il mondo come creatore di un sound che fonde la musica punjabi tradizionale con hip hop, R & B e dance.
Il suo disco più famoso, Mundian To Bach Ke, ha dominato le classifiche in vari Paesi del mondo, raggiungendo il primo posto in Italia e Belgio.
Con altri singoli di successo come Jogi, Jatt Ho Giya Sharabee, Kori (Giddah) e Snake Charmer, Panjabi MC è cresciuto fino a diventare uno dei produttori più ricercati al mondo.
Alle 23.30, sempre sabato 7 luglio, la festa va avanti con il Fluo Party. Tra le varie attività il bazar, i giochi di luce, il bodypainting e il facepainting (cuffie silent € 5).

Il programma completo e dettagliato della due giorni è disponibile sulla pagina Facebook di Parco Tittoni, nella sezione eventi.   

Lunedì 9 luglio, come di consueto la serata è relax, con il cinema all’aperto (film L’INSULTO, regia di Ziad Doueiri. Con Adel Karam, Rita Hayek, Kamel El Basha, Christine Choueiri, Camille Salameh. Genere Drammatico – Libano, 2017, durata 113 minuti)

Martedì 10 luglio ritorna A Glass of wine (apertura cancelli 19.30 — ingresso gratuito), una delle principali novità della settima edizione di Parco Tittoni, organizzata con Just Wine: i visitatori troveranno un’offerta di calici di vini doc selezionati a prezzo speciale (2 bicchieri € 6, 3 bicchieri € 10). Un concept che racchiude in sé aperitivo, wine tasting e party.

E dalle 21.00 l’ultimo appuntamento della rassegna Jazz e dintorni con il concerto degli Short Stories, il quintetto che rivisita le composizioni di Wayne Shorter ed è formato da alcuni fra i più conosciuti e rappresentativi jazzisti italiani.
I musicisti (Tino Tracanna, Riccardo Luppi, Oscar Del Barba, Attilio Zanchi, Francesco D’Auria) sono tutti docenti del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano ed in questo progetto esplorano alcune fra le più belle pagine del sassofonista.
Shorter è considerato uno dei più originali e raffinati compositori della storia del Jazz del Novecento. Fra i brani eseguiti “Footprints”, “Beauty and the Beast”, “Witch Hunt”, “Meridianne”, “Yes or no”, “Aung San Suu Kyi” e “Shorteriana”, una composizione originale di Attilio Zanchi dedicata a Shorter.

Mercoledì 11 luglio un’altra serata tranquilla, stavolta dedicata alle nuove arti: il collettivo di artisti Dada Tambourine fa tappa a Parco Tittoni con Dada Tittoni-arts, performing and more dove spicca la mostra “Walk in, walk out”, esposta nella sala centrale di Villa Traversi Tittoni.

Il progetto è a cura di Alessia Smorta, Alessandra Marabotti e Rossella Amadori, che lo descrivono così: «Atti quotidiani e metaforici di confine tra una situazione e l’altra, con le sensazioni che ne conseguono. Walk in, walk out indaga questo stato di passaggio attraverso il dialogo tra danza e grafica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code