Nave Italia e un equipaggio speciale

  •  
  •  
  •  

nave-italia3Sabato 3 ottobre si è conclusa un’ importante fase del progetto “Adochiamado Tender to Nave Italia : l’esperienza che EOS coop. soc. onlus  in partenership con AFN Azione per Famiglie Nuove onlus ha proposto ad un gruppo di 14 adolescenti adottivi, provenienti da Bolivia, Ucraina, Brasile, Lituania, Vietnam, Colombia, Cambogia. Imbarcati a La Spezia per una settimana i ragazzi e gli operatori sono diventati parte dell’equipaggio di Nave Italia, brigantino armato a vela della Marina Militare italiana. La vita di bordo fatta di condivisione di compiti, di spazi, l’esperienza del limite e del rispetto delle forze della natura hanno cementato un’amicizia profonda nel gruppo che ha permesso di far emergere i diversi vissuti legati alla propria vicenda adottiva.

I percorsi di sostegno per le famiglie degli adolescenti adottivi sono scarsi o assenti. Quando i conflitti diventano esasperanti si genera una crisi che se non sostenuta porta al fallimento del progetto adottivo anche con restituzioni in comunità. Attraverso i Gruppi di messa in parola condotti da mediatori familiari esperti in adozione si da voce ad emozioni, paure che non elaborate accentuerebbero la conflittualità familiare. Si forniscono competenze per facilitare la risoluzione dei conflitti e si attivano le risorse proprie di ciascun nucleo familiare. Diverse le storie di questi ragazzi, accomunate dall’adozione. Poter esprimere i conflitti in gruppo appare meno pericoloso; offre una funzione di identificazione e ci si può confrontare sulle strategie migliori da mettere in atto per la risoluzione dei problemi. Il viaggio amplifica l’efficacia del gruppo: il primo viaggio i ragazzi lo fanno dal proprio Paese di origine a quello della famiglia adottiva. E’ il primo passo per la costruzione del legame foriero di paure per il futuro. Le attività marinaresche sono evocative: la loro vita è colma di nodi da saper stringere e sciogliere.

nave-italia
Prossimamente le famiglie si incontreranno per condividere con i figli l’esperienza e i vissuti emersi durante l’imbarco.

Si ringrazia Fondazione Tender to Nave Italia, Fondazione Cariplo, BCC Valle del Lambro, Stamperia Levati di Arcore, privati cittadini di Besana in Brianza e le tante famiglie adottive che hanno creduto nell’alto valore simbolico dell’esperienza.

Cristina Pansera
EOS coop.soc.onlus
Responsabile progetto Adochiamado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code