Nuove speranze: da Lampedusa a Lissone

La memoria come base per un pensiero critico e per scelte più responsabili: questo lo spirito con cui giovedì 7 novembre alle ore 20,30 a Palazzo Terragni a Lissone andrà in scena Nuove speranze, una lettura scenica tratta da “Quel mattino a Lampedusa”.

La memoria è quella del 3 ottobre 2013: uno dei naufragi più terribili ed imprevisti nel Mar Mediterraneo, vicino alle coste dell’isola di Lampedusa.

È una notte limpida, il mare è calmo, l’ideale per un’uscita in barca. Vito Fiorino è al largo della Tabaccara con la sua piccola imbarcazione, la Gamar, insieme ad alcuni amici. Perché non rimanerci anche a dormire in quella pace? Perché non passare una notte in barca a fine estate? Una decisione che cambierà in un attimo la loro vita.

Quarantasei ragazzi e una ragazza verranno salvati, da lì a poche ore sulla Gamar in un turbinio concitato di stupore, terrore e disperazione. Sono passati sei anni da allora ma Vito Fiorino ogni anno ricorda quei tragici momenti. E quest’anno, durante le celebrazioni, è stato inaugurato a Lampedusa il Memoriale “Nuova speranza” per ricordare al mondo i nomi delle vittime del naufragio e non solo la numerazione usata nella loro sepoltura da 1 a 366. Un monumento fortemente voluto da Vito e supportato da Gariwo, il Comitato per la Foresta dei Giusti di Milano.

Il testo dello spettacolo è di Antonio Umberto Riccò e del gruppo di lavoro Unser Herz schlagt auf Lampedusa, le musiche di Francesco Impastato, e lo spettacolo è interpretato da Cartanima Teatro

Durante la serata seguiranno gli interventi della Dott.ssa Daniela Roberta Schillaci sull’identificazione delle vittime dei naufragi. Vito Fiorino testimonierà sul salvataggio del naufragio. mentre la rete di accoglienza diffusa RTI Bonvena racconterà storie di buona accoglienza e percorsi di integrazione in Brianza.

L’evento è organizzato e promosso da Associazione Senza Confini di Seveso, RTI Bonvena, Unser Herz schlagt auf Lampedusa e Cartanima Teatro con il patrocinio del Comune di Lissone. L’evento è gratuito con la possibilità di devolvere un’offerta libera a progetti di accoglienza del territorio.

Per info e prenotazioni: info@rtibonvena.it

EVENTO FB: https://www.facebook.com/events/564448697715549/