Nuovi progetti per il volontariato giovanile

giovaniAl via 3 nuovi progetti per promuovere il volontariato giovanile in Brianza. Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha accolto la proposta di finanziamento formulata dai ragazzi della Youth Bank, con uno stanziamento di 19.070 euro derivanti dalle risorse di Fondazione Cariplo per gli interventi territoriali.

“Il bando Youth Bank è studiato con un gruppo di studenti delle scuole superiori di Monza che hanno aderito all’omonimo percorso promosso dalla Fondazione e giunto ormai alla quarta edizione: l’iniziativa ha reso gli studenti protagonisti dello studio e della definizione del primo bando 2016, affiancati dagli organi competenti della Fondazione.

Il gruppo di ragazzi di quest’anno ha voluto focalizzare l’attenzione sui coetanei e sulla loro voglia di protagonismo, individuando come focus del bando il volontariato giovanile, declinato sulle tematiche dell’assistenza a persone fragili, della prevenzione delle dipendenze e disturbi alimentari, dell’intolleranza ed atteggiamenti discriminatori. Questo focus molto specifico ha avuto una risposta ridotta in termini di numero di progetti presentati dalle organizzazioni, che presentano però una buona qualità progettuale in relazione al tema proposto. Lavorare con i ragazzi della Youth Bank si riconferma un’esperienza interessante per la Fondazione, che ci permette di conoscere da vicino la prospettiva dei giovani sulle problematiche sociali nella nostra Comunità”. Marta Petenzi – Segretario Generale della Fondazione

La voce dei ragazzi

“La partecipazione a questo percorso Youth Bank mi è stata proposta dall’insegnante di Diritto/Economia Politica. Inizialmente non ero bene a conoscenza dell’obiettivo del progetto, ma incontro dopo incontro sono rimasta sempre più colpita e affascinata. L’incontro con le associazioni, la valutazione dei progetti si sono mostrate le parti più importanti dove le responsabilità erano tutte nelle nostre mani e ci hanno permesso il contatto con il mondo esterno. Questo percorso mi è stato utile perché mi ha fatto riflettere e mi ha formata sotto diversi aspetti”.Bora Levenishti, membro del gruppo Youth Bank

“Incuriosita dalla proposta, ho deciso di prendere parte al progetto Youth Bank 2015/16. Siamo dapprima stati introdotti al percorso, ne abbiamo appreso le caratteristiche e i fini; in seguito, attraverso un brainstorming, ognuno di noi ha pensato ai possibili temi su cui si potesse incentrare il bando. Sono così emersi diversi temi molto sentiti da noi ragazzi e, dopo un acceso dibattito, è stato definito il focus del bando, riguardante in particolar modo l’assistenza ad anziani e disabili, ma soprattutto ai giovani nell’ambito dei disturbi alimentari e della dipendenza da droghe e gioco d’azzardo. Purtroppo sono arrivati soltanto tre progetti, ma abbiamo deciso di finanziarli tutti in quanto li abbiamo ritenuti piuttosto coinvolgenti e di potenziale utilità sociale. Personalmente sono rimasta soddisfatta dal percorso, rivelatosi non solo di grande responsabilità, ma anche molto coinvolgente e istruttivo.

Giovedì scorso sono stata con la mia famiglia al Binario 7 per la visione del cortometraggio “Sottacqua” (dal progetto 6bamba – selezionato dai ragazzi Youth Bank dello scorso anno), l’ho trovato davvero ben fatto e dalla trama molto forte. Dopo l’anteprima alcune persone che hanno collaborato al progetto hanno avuto modo di presentare la loro visione del progetto, e mi è sembrato davvero interessante. Spero che anche i progetti finanziati quest’anno si riveleranno ugualmente riusciti!”Matilde, membro del gruppo Youth Bank

“Io ho avuto il piacere di prendere parte al progetto Youth bank due anni fa, quando mi fu proposto dalla mia prof di italiano e vi aderii incuriosito soprattutto dal suo carattere un po’ inusuale, infatti non si tratta del classico volontariato “attivo” in cui si vanno ad aiutare direttamente le persone, ma copre un aspetto più burocratico e si incentra sul selezionare quali progetti (presentati da associazioni di terze parti) finanziare.Esso, oltre a essere un’ottima opportunità per avere un’idea più chiara di come funziona un bando, che può essere utile in un futuro lavorativo, aiuta molto anche a sviluppare il senso di responsabilità e ad affinare la capacità di giudizio, infatti per ovvi motivi si ha l’onere di dover approvare solo una parte dei progetti che pervengono.Il fatto che questo compito sia affidato a dei giovani dà valore aggiunto a Youth Bank siccome essi, essendo maggiormente coinvolti nella comunità, possono essere a conoscenza di aspetti della società che magari tendono ad essere ignorati dagli adulti.

L’esperienza che ho fatto l’anno scorso è stata davvero molto positiva è perciò ho deciso di ripeterla anche quest’anno, perché la natura stessa di Youth Bank comporta l’assumersi una maggiore responsabilità, ma questo implica anche maggiori soddisfazioni dato che si ha la consapevolezza che grazie a te questi progetti, che tu ritieni i migliori, verranno realizzati e questa probabilmente è stata la cosa che mi è piaciuta di più”. Stefano, Membro del Gruppo Youth Bank

Bando 2016.7. Selezionati 12 progetti in ambito culturale

Nella stessa seduta, il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha stanziato 49.250 euro per 12 progetti culturali, presentati delle organizzazioni del territorio in risposta al bando 2016.7. Avvicinare alla cultura target specifici di pubblico con laboratori artistici e teatrali, mostre, spettacoli, concerti, concorsi; facilitare la coesione sociale e valorizzare i beni di interesse artistico e storico: sono questi gli obiettivi del bando 2016.7 con cui la Fondazione ha selezionato 12 progetti con uno stanziamento complessivo di 49.250 euro derivanti dalle risorse messe a disposizione da Fondazione Cariplo per gli interventi territoriali.

Le iniziative selezionate andranno in scena da giugno a dicembre 2016. Si spazia dalla musica, alla letteratura, alla storia, con iniziative che coinvolgeranno complessivamente un pubblico eterogeneo, dai più piccoli, alle famiglie, dalle scolaresche agli appassionati: un concorso pianistico per giovani talenti, la raccolta collettiva di immagini legate al fiume Lambro, un percorso di avvicinamento per i giovani al teatro, laboratori musicali e artistici, due rassegne concertistiche, un percorso di scoperta dell’opera d’arte con incontri e visite ed un concorso letterario.

Per maggiori dettagli sulle singole iniziative selezionate è possibile consultare il sito www.fondazionemonzabrianza.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code