11 dicembre 2017

Relazioni pericolose sul palcoscenico

di Francesca Radaelli

La nobiltà libertina del Settecento, con i suoi intrighi e le sue perversioni, si è materializzata ieri sera sul palco del Teatro Manzoni di Monza. Con Le relazioni pericolose la Compagnia Le Belle Bandiere ha infatti portato in scena la vicenda narrata dal generale francese Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos – che nel corso della sua vita fu, tra le altre cose, amico del Duca D’Orléans,

Il Paradiso di Cuno Amiet, artista svizzero da conoscere

di Francesca Milazzo

In Italia, sono in pochi, pochissimi, a conoscerlo. Cuno Amiet (1868-1961) è stato uno dei più importanti artisti svizzeri. Le sue opere vanno collocate sulla scia di Ferdinand Hodler (1853-1918). Elvetici entrambi, colleghi e amici per un certo periodo, i due avevano sensibilità e affinità artistiche diverse. Hodler è debitore con il suo simbolismo a una secolare tradizione tedesca, Amiet appartiene alla tradizione francese  impressionista e postimpressionista.

Il Dono che dà Vita

di Roberto Dominici

Esattamente cinquant’anni fa il 3 dicembre 1967, fu eseguito Il primo trapianto di cuore umano al mondo, dal chirurgo sudafricano Christiaan Barnard all’ospedale Groote Schuur di Città del Capo, su Louis Washkansky, di 55 anni, che soffriva di diabete e di una grave malattia cardiaca.

Un’Oasi a Monza. Concerto-story per ricordare una mamma

  

Oasi di San Gerardo

È una storia familiare semplice, come tante. Una storia narrata attraverso la musica per suggerire le passioni – l’impegno politico e sociale, l’amore e il rispetto per il sapere – ma soprattutto per indicare l’itinerario di una famiglia italiana degli anni Cinquanta che, per motivi di lavoro e, non solo, ha lasciato la terra d’origine, la Sicilia, per girovagare per l’Italia abitando in diverse città del paese.

PizzAut: un progetto che “nutre l’inclusione”

di Daniela Zanuso

Un gruppo di genitori di ragazzi autistici, il desiderio di dare un futuro ai propri figli, un’idea semplice e realizzabile,  una campagna di crowdfunding . Questi gli ingredienti  per realizzare un sogno di inclusione: 

Urban lights e selfie mania

La Galleria Andrea Ingenito di Milano ospita  fino al 27 gennaio 2018 la mostra Urban Lights and selfie mania di Vittorio Campana, a cura di Clarissa Tempistini con la direzione artistica di Piero Mascitti. L’artista intende indagare il rapporto tra fotografia e architettura, che prende spunto dalla tradizione del costruttivismo e del cinema sperimentale.  

Gioco d’azzardo? Ecco come vincerlo

di Fabrizio Annaro

All’Oasi San Gerardo dove vivono una trentina di  anziani in 29 Alloggi Protetti si è parlato di gioco d’azzardo. L’occasione è stata la presentazione del libro Gratta e perdi con gli autori  Fabrizio Arrigoni e Mauro Croce.

Non trasferite i Rohingya su un’isola inabitabile

Amnesty International ha chiesto al governo del Bangladesh di abbandonare il progetto che prevede di trasferire oltre 100.000 rifugiati rohingya su un’isola inabitabile.

Il 28 novembre il governo di Dacca ha approvato uno stanziamento equivalente a 280 milioni di dollari per