Paolo Liguori al centro Simona Sorge di Inzago

WP_20150728_003Da più di tre anni, il Centro Residenziale Disabili “Simona Sorge” di Inzago (Fondazione Sacra Famiglia Onlus) ha avviato un’iniziativa-attività che è quella di invitare personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della musica a trascorrere un paio d’ore in compagnia degli ospiti, affetti da varie patologie invalidanti, quali SLA, sclerosi multipla, esiti da incidente stradale.

Da Morandi a Finardi, da Bisio ad Ale e Franz, passando per  i calciatori Nocerino e Ranocchia, Katia Follesa, Paolo Jannacci, Gioele Dix, Enrico Ruggeri, Platinette, Emiliano Mondonico e molti altri ancora, sono oltre 50 i personaggi “famosi” che hanno allietato i pomeriggi al Centro gestito da Fondazione Sacra Famiglia Onlus.

L’ultimo a fare visita agli ospiti del Centro è stato Paolo Liguori, direttore editoriale New Media di Mediaset, che ha risposto alle domande più disparate: dalla crisi economica mondiale alla scena politica italiana, passando per il piatto preferito e la fede calcistica, non tralasciando il ricordo di personaggi come Montanelli e le esperienze maturate nel tempo e che non si possono cancellare.

WP_20150728_016

Un incontro molto interessante, che ha coinvolto non solo gli ospiti della residenza di Inzago, ma anche molti volontari e operatori. Liguori è stato veloce nel catturare e nel coinvolgere il suo pubblico, talmente entusiasta che gli ha infatti, proposto di tornare a trovare loro. Così ha risposto il direttore a tale invito: “Sicuramente tornerò, anche in compagnia di altre persone! Questa è una realtà che merita di essere diffusa e valorizzata. Ho apprezzato moltissimo il vostro invito, perché mi ha permesso di conoscere direttamente persone “speciali”, dagli ospiti a chi opera nel Centro. Siete un grande esempio di umanità e di sensibilità che porterò nel cuore”.

Anche i progetti del centro hanno destato curisiotà nella personalità del direttore. Gli ospiti, supportati da educatori, operatori, volontari, fanno sì che vengano realizzate e diffuse delle campagne di sensibilizzazione sugli esiti post incidenti stradali,  nelle scuole medie e superiori (alcuni di loro sono in carrozzina per questo motivo), e infine scrivono e collaborano con un giornale online, (appunto il “Dialogo di Monza“).

WP_20150728_011

Inoltre è stato realizzato un cortometraggio con gli ospiti protagonisti, avviato un laboratorio teatrale per ospiti, parenti e volontari, diversi spettacoli teatrali con il contributo gratuito di vari personaggi che sono passati da noi, attivato un collegamento con una fattoria, attività di piscina, partecipazione settimanale a programma radiofonico in diretta (Radio Cernusco Stereo) .

Ecco come Salvina Candarella, ospite del Centro, descrive l’incontro con Liguori:

“Un giornalista anzi, un direttore tra di noi: Paolo Liguori. Quanta attenzione da parte sua per la nostra piccola redazione, ma soprattutto per la nostra struttura e i suoi ospiti. Come sempre abbiamo iniziato a inondarlo di domande, spaziando dal suo lavoro alla vita privata. Ne siamWP_20150728_013o rimasti positivamente colpiti, ci aspettavamo un personaggio e abbiamo trovato una persona, dalla simpatia e dalla disponibilità che ci ha piacevolmente sorpresi.

Con la nostra solita curiosità abbiamo cercato di carpirgli dei segreti per cercare di migliorare, anche se a piccoli passi, il nostro lavoro di “giornalisti in erba”. È stato un pomeriggio molto interessante, abbiamo anche avuto la prova che per diventare bravi la gavetta non deve mai finire, c’è sempre qualcosa da imparare. Grazie direttore e come ci ha promesso… ci vediamo presto!”.

 

Paolo De Gregorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code