Parco Tittoni al traguardo

Dopo quattro mesi e oltre 200 eventi anche quest’anno Parco Tittoni è arrivato al traguardo. L’ultimo passo di una stagione intensa che è servita, tra l’altro, a confermare la fiducia che in tantissimi riservano al festival anno dopo anno. In 230.000 hanno calpestato i prati del parco, per una birra in compagnia a godere insieme di ottima musica, del cinema del lunedì, degli spettacoli di teatro e delle tante altre iniziative inserite nel ricco programma di questa stagione. 

L’ultima settimana, lunedì 9 settembre, comincia con Insieme Barman, la cena condivisa di TikiTaka – Equiliberi di essere, il progetto che offre alle persone con disabilità la possibilità di realizzare il proprio percorso di vita all’interno della comunità di appartenenza, esprimendo il proprio valore e così contribuendo come parte attiva alla costruzione del bene comune. Ognuno dei presenti è invitato a portare una portata che sarà condivisa con gli ospiti e con i ragazzi di Tiki Taka. (apertura cancelli ore 19.30 — inizio cena 20.30 — ingresso gratuito)

L’ultimo Friends Night, il 10 settembre, il martedì relax con birra media in promozione a 3,50 € e friends menù a 10 € (panino + patatine + bibita), è speciale perché arricchito da due eventi: il primo è la seconda edizione di Lorem Ipsum, un’esposizione nata per dare spazio ai giovani artisti della Brianza: in trenta, tra pittori, fotografi, attori, scultori e performer riempiranno con le loro opere gli spazi davanti a Villa Tittoni. 

Mentre alle 21 sarà il momento di un divertente reading, L’Amore ai tempi di Biggioggero, con Gianmarco Tricarico e Diego “DeadMan” Potron che vi accompagneranno nell’immaginario più strambo che può scaturire dalle relazioni amorose.  (apertura cancelli ore 19.30 — inizio Reading ore 21 — ingresso gratuito)

Mercoledì 11 settembre, insieme a Barley Arts, Parco Tittoni propone due concerti di musica d’autore: alle 20.30 i Foja, fondati nel 2006 e con tre album all’attivo, autori e interpreti di un folk di stampo partenopeo influenzato da alcuni dei migliori musicisti della scena napoletana, tra cui Pino Daniele, Tullio de Piscopo, Enzo Avitabile e Almamegretta. I Foja vantano inoltre un primato d’eccezione: sono stati la prima band rock ad esibirsi con un set elettrico nel più antico e prestigioso teatro dell’opera italiano, il San Carlo di Napoli.

Alle 21.45 sarà la volta de Il Muro del Canto, gruppo folk rock romano che unisce modernità e tradizione in un’autentica voce popolare senza tempo. Il loro ultimo album mantiene alcuni dei loro tratti distintivi e, allo stesso tempo, introduce alcune novità nelle soluzioni ritmiche e armoniche. Continua la ricerca di un linguaggio diretto, in cui la forza del dialetto capitolino, che da sempre nutre le salde radici della band, emerge fin dal titolo (L’amore mio non more) in una dichiarazione d’intenti appassionata e testarda. (apertura cancelli ore 19.30 — inizio concerti ore 20.30 — ingresso 10 €)

Giovedì 12 settembre quel gran finale che i fedelissimi del Nasty Party speravano non arrivasse mai. Un #NastySilent, da ballare rigorosamente in cuffia, e che conclude la stagione. In consolle, ancora una volta: Divi, Calypso Silent Disco, La Presa Bene. Ai bar, le classiche offerte del giovedì.  (apertura cancelli ore 19.30 — inizio djset ore 22 — ingresso gratuito)

Venerdì 13 settembre invece a commuoversi sarà lo staff, perché dopo quattro intensi mesi insieme non è mai facile dirsi “arrivederci”. 

Il Tittoni Closing Party inizia con uno spritz tutti insieme, nel boschetto delle amache (ore 19.30) e continua con i concerti di  Palco senza barriere (ore 21), band promossa dall’Associazione & Fondazione Stefania, un’iniziativa che coinvolge le persone disabili nella realizzazione di un concerto live a tutto tondo, con il prezioso aiuto del trio patchanka La Malaleche; poi con Azione Mutande (ore 22.15), una cover band alternativa con un repertorio che spazia dai grandi classici alle canzoni più rare, senza tralasciare un po’ di sano trash. Sei musicisti in grado di coinvolgere tutti in un’atmosfera che più festaiola non si può; 

e infine con Lavorazioni Carni Rosse, il quartetto elettroacustico composto 

Tiziano Doria (suoni e rumori), Sergio Montemagno (tromba), Andrea Reali (voce ed effetti) and Romano Paolo (basso). La sperimentazione dei territori più remoti della musica, per un’esperienza in gradi di catturare i sensi e trascinare l’ascoltatore in un’altra dimensione. (apertura cancelli ore 19.30 — inizio concerti ore 21 — ingresso gratuito)