Pensieri di Natale

Riportiamo alcuni pensieri della Redazione di Scaccomatto.

A me il periodo del Natale mette un po’ di nostalgia e mi sento un po’ in solitudine perché vedo la gente che è presa da sé stessa e non vede quello che c’è intorno.

Mi piace il giorno del Natale perché sto in compagnia della mia famiglia, anche se quest’anno temo saremo solo in tre. Mi piace ricevere i regali non tanto per il regalo in sé, ma perché è fatto dalle persone per cui sei importante e che contano per te. Mi piacciono le luminarie e le luci e mangiare il panettone la sera della vigilia.

Il Natale comunque è la festa dei bambini ed è bellissimo vedere il loro sorriso. Vorrei che a Natale ci fosse un po’ più di solidarietà tra le persone.

Cristina

A me non piace il Natale. Non amo soprattutto l’aspetto consumistico, il dover comprare dei regali a tante persone e il non saper cosa scegliere.

Da quando ho due cuginetti riesco a passare meglio la giornata di Natale perché, secondo me, è una festa dedicata ai bambini. E’ strano ma mia cugina più piccola, di due anni e mezzo, ha chiesto solo un regalo: il bambolotto che piange. Ma ne riceverà molti di più, magari sgraditi. Suo fratello di 9 anni, invece, chiede già videogiochi o macchinine telecomandate, giocattoli di costo elevato. Quando vengono a casa mia invece amano vedere il bambolotto che avevo io da piccola, che non fa nulla, ma assomiglia molto di più ad un bambino vero. Forse a Gesù Bambino.

Silvia

Il Natale è una festa deliziosa, soprattutto per il clima e l’atmosfera che ci anima e ci circonda. A Natale, secondo me non è vero che siamo tutti più buoni: diventiamo tutti più spendaccioni per regali che dobbiamo diffondere ad amici e parenti. Il vero Babbo Natale è dentro ognuno di noi.

A me il Natale piace per la cena e i pranzi che si fanno in famiglia, dove le tavole sono sempre ben imbandite. E, siccome mi piace andare al cinema, adoro i film natalizi proiettati sia alla tv che sul grande schermo.

A Natale luccica tutto, le decorazioni sono ovunque, su case, palazzi, alberi e negozi; e il sorriso viene evidenziato sulle labbra di gran parte delle persone. Viva il Natale, viva un clima diverso e non convenzionale!

Gianluca

Il Natale non è un giorno come tutti gli altri, ma di aspettativa e di speranza per un mondo più umano e solidale. Tutti gli anni spero in questo, ma la routine che trasmettono i media non sono messaggi di pace: attentati e guerre non si fermano a Natale.

Solo se si ritorna con la mente aperta un po’ bambini, c’è la possibilità di vivere un Buon Natale, che è nascita di un rinnovamento personale e collettivo.

Loretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code