Piccoli, ma con grandi tesori

di Daniela Zanuso

Sono 210, poco conosciuti e sparsi in tutta la Penisola e, domenica 18 giugno, hanno deciso di organizzare la prima Giornata Nazionale con visita gratuita. Sono i piccoli musei, esposizioni di dimensioni ridotte, ma ricchi di bellezza e di storia.

Ce ne sono per tutti i gusti: golosi  (del miele, della grappa, del vino, del peperoncino), sorridenti (della radio a Montanaso Lombardo o della bambola e del giocattolo a Giuletta). Altri così particolari e suggestivi che forse non ci saremmo aspettati di trovare, come quello dedicato al bottone a Santarcangelo di Romagna (RN), quello dedicato alle Stazioni di Servizio a Tradate (VA), alle bussole ad Amalfi o agli orologi da torre a San Marco dei Cavoti in provincia di Benevento.

Poli, Museo della grappa

Museo Fisogni dedicato alle stazioni di servizio

Sono musei legati alla storia dei paesi e delle persone, amati dagli abitanti ma spesso sconosciuti ai turisti. Gli obiettivi della giornata nazionale sono quelli di fare conoscere il vero volto dei piccoli musei, la loro importanza, il loro ruolo, le loro specificità.

La giornata nazionale si caratterizzerà non solo per le porte aperte e l’ingresso gratuito, ma soprattutto per un gesto di accoglienza che sia in grado di esprimere la cultura del museo e la sua identità. Si, perché domenica, i visitatori dei piccoli musei riceveranno un regalo,  un segno per ricordare che queste piccole realtà sono gestite con la passione delle persone e con l’amore per la nostra storia e le nostre origini.

Per maggiori info: http://www.piccolimusei.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code