Psichiatria oggi: quali soluzioni

di Roberto Dominici e Simona Monguzzi

Il giorno 10 Febbraio si terrà presso Palazzo Terragni a Lissone un convegno dal titolo “Psichiatria oggi: quali sono le soluzione efficaci e come valutarne i risultati” organizzato da ARAL, Associazione Ricerca Alzheimer Lissone, e dall’Associazione di Promozione Sociale “Giulia e Matteo”, operante anch’essa sul territorio di Lissone e provincia.

Una giornata dedicata al confronto tra medici ed operatori che quotidianamente si rapportano con i malati psichiatrici ed affetti da demenze e le loro famiglie. Oltre all’aspetto inerente la farmacologia e la situazione attuale della ricerca farmacologica in Italia in ambito psichiatrico, verrà approfondita l’importanza dei gruppi di auto- mutuo – aiuto che rappresentano, per le famiglie che vivono il disagio psichiatrico e/o la demenza di un loro famigliare, un importante supporto per affrontare la difficile e complessa gestione della vita quotidiana.

Sarà poi l’occasione per l’A.p.S. “Giulia e Matteo” di focalizzare nuovamente l’attenzione sul problema dei pazienti psichiatrici di Lissone e dei Comuni limitrofi (Vedano al Lambro, Biassono, Sovico e Macherio) che, a causa dell’improvvisa chiusura, nel 2010, dell’ambulatorio psichiatrico di Lissone si vedono costretti a recarsi per le visite mensili presso la struttura di Carate Brianza o presso il C.p.S. di Besana Brianza.

In un modello organizzativo ideale, nell’ambito delle patologie psicotiche e nevrotiche è necessario che vengano individuati differenti percorsi di cura, per la presa in carico dei pazienti  i quali verrebbero poi avviati, per una presa in carico globale, all’attività di riabilitazione psicosociale, attraverso centri diurni, laboratori, assistenza domiciliare, formazione, inserimento lavorativo e inclusione sociale. Solo sviluppando il concetto di una Psichiatria che diventa anche strumento di promozione della salute mentale, è possibile  sostenere l’attività delle associazioni dei familiari e degli utenti, la promozione dell’affido familiare delle persone con disturbo mentale, la promozione di piccole residenze autogestite orientate verso il mantenimento di un buon livello di vita e il raggiungimento della maggior autonomia possibile, quindi il reinserimento sociale attraverso l’accompagnamento e il sostegno nei luoghi di incontro e di socializzazione. Un convegno quindi di approfondimento e studio con medici ed esperti in grado di fornire una visuale completa sulla situazione della malattia psichiatrica e delle demenze rivolto a medici, assistenti sociali, volontari e famigliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code