Ragazzi in viaggio: a Monza un convegno sui minori starnieri

di Fabrizio Annaro

Un convegno sui Minori Stranieri Non Accompagnati. Fra i relatori  l’on Sandra Zampa, prima firmataria della legge. Lunedì 18 settembre ore 14:30  – 19:00 Sala Conferenze Camera di Commercio, Monza.Ragazzi in viaggio è il titolo del convegno promosso a Monza dal Consorzio Comunità Brianza, (Consorzio di Monza e Brianza che raggruppa 34 imprese sociali fra cooperative e associazioni no profit),in collaborazione con il Comune di Monza, l’ANCI Lombardia, l’Istituto Psicoanalitico Ricerche Sociali di Roma, il CEM MB – Comunità Educative Minori Monza e Brianza, il CNCA Lombardia – Coordinamento Nazionale Comunità Accoglienza Lombardo.

Dei Minori Stranieri Non accompagnati si è discusso molto soprattutto nel 2016 quando gli sbarchi nel nostro territorio hanno fatto registrare il picco di quasi 26 mila ragazzi stranieri non accompagnati. Un’emergenza che ha imposto alla politica e al legislatore di intervenire per definire la nuova legge sui Minori Stranieri Non Accompagnati. Una legge che ha il merito di aver affrontato l’emergenza e che offre, tra l’altro, nuove opportunità progettuali e di intervento affidate al mondo del sociale e al Terzo Settore.

Il dramma umano

Sono numerose le problematiche poste dai minori stranieri giunti in Italia da soli, ovvero non accompagnati dai loro genitori o familiari. Anzitutto l’aspetto umano, questi “ragazzi in viaggio” sono segnati indelebilmente da esperienze spesso terribili, altre volte disumane. I “ragazzi in viaggio” sono ragazzi e ragazze vulnerabili e maggiormente a rischio poiché più facilmente oggetto di manipolazioni, sfruttamento e traumi, a causa dell’abbandono della famiglia e del viaggio affrontato. Affrontare il loro dramma e offrire la nostra comprensione non è solo dettato dai valori in cui la nostra civiltà si è fondata primo fra tutti la carta dei diritti umani, è anche un problema che assicura al nostro mondo maggiore coesione sociale e maggiore sicurezza.

Approfondire i risvolti della nuova legge

l’on. Sandra Zampa prima firmataria della nuova legge sui minori stranieri non accompagnati

La presenza dell’on. Sandra Zampa (prima firmataria della nuova legge) e dei rappresentanti dei Ministeri coinvolti permetteranno a tutti i presenti di focalizzare al meglio il sistema dell’accoglienza, dell’inclusione sociale e lavorativa dei minori stranieri non accompagnati, a partire dalle opportunità offerte dalla nuova normativa.

Il convegno sarà anche occasione per presentare una proposta sperimentale di modello di accoglienza di Minori Migranti Soli in Brianza, modello proposto dal Consorzio Comunità Brianza, CEM MB, Caritas Decanale Monza e Consorzio EX-IT, all’interno di un percorso condiviso con il Comune di Monza. La sperimentazione di questo modello di accoglienza partirà nel mese di settembre grazie a sei progetti finanziati dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza.

Una proposta che ha come obiettivo generale, si legge in un documento dei promotori del progetto,  quello di ‹‹definire e costruire un sistema di “accoglienza integrata” che sappia prospettare, per ogni Minore Straniero Non Accompagnato in carico, già al momento dell’ingresso nel circuito di accoglienza, un percorso di autonomia e di emancipazione, oltre che a rispondere ai bisogni di cura e alle necessità educative che solitamente, rispetto agli altri ospiti della comunità, presentano proprie specificità e peculiarità, legate al progetto e viaggio migratorio.

Un modello di accoglienza che quindi sappia tenere conto in modo flessibile e specifico di quella che è la storia dei ragazzi››.

Il numero sempre più elevato di minori che si presentano ai Servizi Sociali di Monza (che ad oggi ha in carico circa 70 MSNA collocati all’interno di strutture educative), le sollecitazioni della Prefettura di Monza per il possibile aumento del fenomeno, pone la necessità di dover trovare, come territorio e non come singolo Ente, risposte adeguate e non improvvisate.

Il convegno prevede interventi anche dei rappresentanti degli enti promotori del progetto  e una tavola rotonda con le voci di coloro che sono “in trincea” e quotidianamente impegnati nell’accoglienza dei Minori Stranieri Non Accompagnati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code