Scrivere con gli occhi per avere una voce

paolo-e-salvina_webCi sono diverse malattie neurodegenerative che ti portano a non poter camminare, a non poter usare le mani o a non poter parlare, ecco la SLA le racchiude tutte.
Fortunatamente la  tecnologia ci viene in aiuto, e visto che con questa malattia l’unica cosa che riusciamo ancora ad utilizzare in autonomia sono gli occhi, io ci parlo e ci scrivo.
Sorridere, salutare, dire di si, parlare… tutte cose che di solito si fanno automaticamente, ma provate a farle semplicemente usando lo sguardo ed un computer oculare.È quello che faccio ogni giorno per comunicare e per ringraziare le persone che mi circondano.

Scrivere con gli occhi è una bella invenzione, posso scrivere ma sopratutto parlare con una voce metallica ma pur sempre una voce: la mia.  Mi piace poter parlare e quando sono lontana dalla mia “voce” mi sento in trappola e non poter rispondere ed intervenire nelle discussioni è diventata una tortura.

Fortunatamente mi posso sfogare con la scrittura che ormai è l’unico modo che ho per potermi esprimere, come lo è per tutti i miei compagni di SLA.
Grazie a questa possibilità possiamo anche navigare in internet e rimanere in contatto con il mondo esterno, ci permette di volare fuori dal nostro corpo.

Salvina Candarella 

Redazione RSD Simona Sorge Inzago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code