Settembre è tempo di …Ville Aperte in Brianza

La Redazione

Cinque Province, settanta Comuni, novanta partner, oltre centocinquanta siti pubblici e privati, tra ville, palazzi, parchi e giardini, chiese e musei, cinquecento persone coinvolte nell’organizzazione: dal 15 al 30 settembre si rinnova l’appuntamento con “Ville Aperte in Brianza”, la manifestazione promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza che propone visite guidate alla riscoperta del sorprendente patrimonio culturale della Brianza.

Dopo il grande successo dello scorso anno con il record di 35.000 presenze, la 16° edizione si presenta con tante novità e new entry: sono 10 i nuovi Comuni che aderiscono all’edizione 2018 che mettono a disposizione i propri tesori allargando per la prima volta la partecipazione al territorio della provincia di Varese.

Robbiate – Palazzo Bassi Brugnatelli

La rassegna si svolge in collaborazione con le Province di Como e di Lecco, che hanno il ruolo di raccordo con i rispettivi territori. Complessivamente, dunque, Ville Aperte in Brianza interesserà 70 Comuni, di cui 33 comuni MB, 7 comuni di Como, 24 di Lecco, 5 comuni della Città Metropolitana di Milano e per la prima volta Castellanza in provincia di Varese.  Ad animare le attività, insieme agli enti pubblici proprietari dei beni, altri numerosi partner tra associazioni e fondazioni culturali del territorio.

Desio – Villa Cusani Tittoni Traversi

Enti patrocinatori e riconoscimenti ricevuti: Ville Aperte 2018 ha ricevuto il patrocinio istituzionale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in attesa della conferma di adesione da parte del Presidente della Repubblica.  Anche quest’anno hanno confermato il loro patrocinio la Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi, il Touring Club Italiano, FAI – Delegazione di Monza, ADSI Associazione Dimore Storiche Italiane, AIM – Associazione Interessi Metropolitani, UNPLI – Unione Nazionale Pro Loco Italiane, Italia Nostra – Sezione di Monza e Regis Rete dei giardini storici.

Bollate – Villa Arconati

  Il Progetto è stato realizzato dalla Provincia MB, in qualità di Ente capofila in collaborazione con i Comuni di Arcore, Cesano Maderno, Desio, Lissone in qualità di partner che hanno messo in atto progetti di valorizzazione e fruizione del territorio culturale della Brianza: ad Arcore azioni di promozione digitale e multimediale del patrimonio artistico, in particolare legata a Villa Borromeo D’Adda. Creatività giovanile a Desio attraverso un calendario di arti performative che avranno come sedi sia Villa Cusani Tittoni Traversi sia altre ville nel territorio. A Lissone si punta sull’arte contemporanea attraverso l’esposizione e la presentazione al pubblico delle collezioni d’arte d’archivio del MAC – Museo d’Arte Contemporanea. A Cesano sono in programma una serie di itinerari turistici utili a conoscere e scoprire il nostro patrimonio culturale e identitario. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code