Tag Archive for medici senza frontiere

Quando Babbo Natale è solidale

di Francesca Radaelli

Regali di Natale capaci di stupire e di far riflettere sull’importanza e il significato vero del gesto di donare. È questo l’obiettivo dei doni solidali, proposti ogni anno da tantissime associazioni di volontariato, di ogni tipologia e dimensione, che anche quest’anno offrono a tutti la possibilità di vivere e condividere uno spirito natalizio che provi ad andare oltre il consumismo

Libia: ancora nessun governo fa nulla e l’Italia respinge…

La Redazione

Lascia senza parole la denuncia  della  presidente di MEDICI SENZA FRONTIERE, Joanne Liu. Una denuncia che toglie il fiato e ci trova del tutto impotenti. E, nel contempo, rivela  l’egoismo, ma è un eufemismo, dei governanti europei, compresi quelli italiani, che voltano la faccia dall’altra parte.

Medici senza Frontiere : ecco perché non abbiamo firmato

La Redazione

E’ una vicenda molto complicata quella dei migranti in fuga da paesi  poveri del Terzo e Quarto Mondo che dalla Libia partono e attraversano il Mediterraneo rischiando la morte e, spesso dopo aver subito torture e privazioni di ogni tipo.

Nasce Medici Senza Frontiere

Era il 20 dicembre del 1971 quando Medici Senza Frontiere veniva fondata, in Francia, da un gruppo di medici e giornalisti francesi. Un’associazione privata a carattere internazionale.

Era stata la guerra di secessione del Biafra, in Nigeria, a suscitare le condizioni

Quando il Natale è…solidale!

nataleA Natale siamo davvero tutti più buoni? Davvero dovremmo esserlo?

Quel che è sicuro è che, a qualche settimana dall’inizio delle feste, come ogni anno, ci prepariamo tutti quanti a iniziare la caccia ai regali. Per i bambini, gli amici, i parenti. Natale senza regali non sarebbe Natale. Sarà anche

Sudan: situazione umanitaria allarmante

Sud Sudan MSFL’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) ha dichiarato oggi che l’intensificarsi dei combattimenti in Sud Sudan sta esponendo i civili a una violenza diffusa e sta limitando fortemente l’arrivo degli aiuti necessari.

Dadaab, MSF: “No al rimpatrio forzato dei rifugiati somali”

dadaabLe autorità keniane hanno chiesto la chiusura del campo rifugiati di Dadaab, con il rimpatrio forzato in Somalia delle migliaia di persone che vi hanno trovato rifugio. Il campo è il più grande al mondo e ospita 350.000 persone, tra cui intere generazioni di somali costretti a fuggire dalla guerra. Per MSF, che da 20

Quattro anni di conflitto in Siria

siriaMentre la guerra in Siria sta per entrare nel suo quinto anno, gli aiuti umanitari, disperatamente necessari, non riescono a raggiungere milioni di persone bloccate dal conflitto. Serve un imponente aumento dell’assistenza sanitaria. Lo afferma l’organizzazione medico umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) alla

Repubblica Centrafricana: le violenze continuano

repubblica centrafricanaViolenza e instabilità hanno colpito gli abitanti della città di Bambari, nella provincia di Ouaka in Repubblica Centrafricana (CAR), e stanno impedendo alle organizzazioni umanitarie di rispondere ai bisogni medici delle persone. Sebbene le barricate costruite negli ultimi giorni siano state rimosse, si registrano ogni giorno

Sudan: nuovo attacco contro ospedale di Medici senza Frontiere

Un ospedale gestito dall’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) in Sudan è stato colpito in modo mirato da un bombardamento aereo, martedì 20 gennaio, con conseguente arresto delle attività mediche.

L’ospedale del villaggio di Frandala, situato tra le Montagne di Nuba nel Kordofan meridionale, è stato bombardato dalla Forza aerea sudanese (SAF). I bombardamenti ripetuti e mirati nella regione impediscono lo svolgimento in sicurezza delle attività mediche,

Nigeria: Medici Senza Frontiere teme nuovi attacchi di Boko Haram

All’indomani del tragico attacco perpetrato dal gruppo militante islamico Boko Haram nella città di Baga, in Nigeria settentrionale, un’equipe di Medici Senza Frontiere (MSF) sta offrendo assistenza medica ai sopravvissuti fuggiti nella città di Maiduguri. Si stima che nell’attacco –…