Tag Archive for RTI Bonvena

Come funziona l’accoglienza in Brianza

Si è svolto giovedì 27 luglio 2017 a Monza, presso la Sala dell’Oro – Provincia di Monza e Brianza, in via Grigna 13 – l’incontro di presentazione del V Report “Dal Mare e dalla Terra” a cura della RTI Bonvena, il raggruppamento di imprese sociali che gestiscono in Brianza gran parte dell’accoglienza dei richiedenti asilo in provincia di Monza e Brianza.

Piccola storia di accoglienza in parrocchia

profughi parrocchia “Ogni parrocchia apra le porte a una famiglia di profughi”. Nell’autunno 2015, di fronte agli arrivi nel nostro paese di un numero crescente di migranti in fuga da guerra e povertà l’appello di papa Francesco aveva spronato il popolo cristiano a farsi protagonista dell’accoglienza. In Lombardia il cardinale della Diocesi di Milano Angelo Scola esortava le realtà parrocchiali a mettere a disposizione piccoli spazi per l’accoglienza diffusa.

A Monza, nella parrocchia di San Biagio,

Il Cas di Camparada apre le porte

Prosegue in Brianza la rassegna Centri Aperti che si propone di aprire i centri di accoglienza rendendoli luogo di incontro con la città e di promozione culturale. L’iniziativa nasce all’interno della rete RTI Bonvena, che si occupa della gestione dell’accoglienza sul territorio brianzolo di profughi richiedenti asilo e protezione internazionale.

MEET ME IN THE heART: appuntamento a Villa Tittoni

Una giornata dedicata all’incontro attraverso l’arte. Per cominciare a conoscersi oltre le apparenze e a riconoscersi come individui. Questo lo spirito dell’evento MEET ME IN THE heART che si terrà domenica prossima, 18 giugno, dalle ore 16 alle ore 23 presso il Parco delle Culture  di Villa Tittoni a Desio, a ingresso libero, con performance, eventi e installazioni artistiche . Obiettivo dell’evento, organizzato dalla rete Rti Bonvena, è quello di promuovere attraverso l’utilizzo di diversi canali di comunicazione artistica,

Straniero io? Stranieri tutti…

di Francesca Radaelli

“Dovremmo imparare, tutti quanti, ad avere bisogno degli altri. Forse è questa la più grande sfida che si pone oggi di fronte a noi”. L’eco delle parole di Don Augusto Panzeri, responsabile Caritas e cappellano del carcere di Monza, non si è ancora spenta quando ha inizio la proiezione del film Straniero io?, girato nella

Giovani migranti ‘al lavoro’ in Brianza

Manutentori del verde, addetti alle pulizie, operatori della ristorazione, ma anche impiegati in società di servizi e in attività culturali e ricreative. Sono alcuni dei profili lavorativi su cui si concentrano i percorsi di formazione proposti, ai giovani richiedenti asilo presenti sul territorio brianzolo, dalla rete di accoglienza  RTI Bonvena,

Lavoro sicuro, lavori di sicuro

Migranti sì, ma anche risorse. Sono sempre di più i nuovi cittadini impiegati nelle imprese brianzole. La loro presenza sul territorio costituisce senza dubbio un’opportunità per il tessuto artigianale e industriale. Come coglierla al meglio?

Storie parallele

di Francesca Radaelli

Da una parte il centro di accoglienza straordinaria di Camparada. Dall’altra la scuola media Don Milani di Lesmo. Siamo nel cuore della Brianza e a separare i due luoghi non ci sono nemmeno tre chilometri di strada. Cammini

20 maggio senza muri

‘Insieme senza muri’.  Sabato 20 maggio le strade di Milano saranno attraversate da un popolo in marcia per una società aperta, fondata sull’incontro, la convivenza, l’integrazione. Una marcia per l’accoglienza e per la speranza, per chiedere un futuro senza barriere, che – in un tempo attraversato dal fenomeno delle migrazioni – sappia mettere al centro il valore della persona, senza discriminazioni e nel rispetto delle differenze culturali ed etniche.

Protagonisti dell’ accoglienza

Si è svolto lo scorso 2 febbraio ad Arcore presso le scuderie di Villa Borromeo l’ultimo incontro del ciclo Dobbiamo accogliere? promosso da RTI Bonvena insieme ad Aeris Cooperativa Sociale, all’interno del progetto Con altri occhi realizzato dalla cooperativa.

Migranti, c’è da avere paura?

C’è da avere paura? È la domanda che a volte sorge spontanea di fronte ai lineamenti ‘diversi’ dei giovani che vediamo camminare nelle nostre città, che sentiamo parlare tra loro, o al telefono, in lingue sconosciute. Di fronte, soprattutto, agli allarmi veicolati da alcuni mass media. ‘Storie vere. C’è da avere paura?’ è il titolo del

Vulnerabili e senza voce

“Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato” (Mc 9,37; cfr Mt 18,5; Lc 9,48; Gv 13,20)

È  questa la frase di Gesù scelta da Papa Francesco nel suo messaggio per la 103esima Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, che si celebra il prossimo 15 gennaio.

La Befana sul Lambro

La Commissione Cultura Alternativa invita tutti il 5 gennaio ad Agliate per la “Lambralalanguabangla“, la rappresentazione della Befana sul Lambro. Anche quest’anno, come per l’edizione precedente, la Commissione ha voluto coinvolgere all’evento anche una decina di  richiedenti protezione asilo accolti dalla RTI Bonvena, tutti

Grazie Italia!

migranti-grazieitaliadi Daniela Zanuso

Il tema è stato l’accoglienza, i percorsi di insegnamento della lingua italiana, i processi di integrazione sociale  dei migranti e richiedenti asilo, con particolare attenzione alla motivazione. Se ne è parlato a Monza, sabato 26 presso la sede della provincia di Monza e Brianza dove si è tenuto il secondo convegno annuale su questo tema.

La porta per un nuovo mondo

porta-africaSabato  26 novembre presso la sede della Provincia di Monza e Brianza di  Via Grigna 13,- Monza,  dalle 9.00 alle 13.00 si svolgerà un convegno   sul tema dell’apprendimento, una riflessioni sul tema della motivazione nei percorsi d’insegnamento della lingua italiana e di integrazione sociale rivolti a migranti e richiedenti asilo.

La Brianza incontra Lampedusa

di Silvia Tosetti

il medico di LampedusaA maggio, in occasione dell’arrivo della Croce di Lampedusa organizzato dalla Caritas di Monza, Pietro Bartolo, medico dell’isola siciliana, aveva portato per la prima volta la sua testimonianza a Monza, incontrando in Duomo centinaia di persone e raccontando il suo lavoro di dottore a Lampedusa. Cinque mesi dopo, torna in Brianza: giovedì 27 a Seveso e

“Dal mare e dalla terra”

dalmare-terra01Le migrazioni non sono un flusso inarrestabile, incontrollabile e ingovernabile di persone. Non si possono fermare né si fermeranno. Sebbene in questi anni si sia registrato il più alto incremento dalla Seconda Guerra Mondiale, non sono un’emergenza ma un fenomeno strutturale. Eppure l’opinione pubblica pensa esattamente il contrario, e

Le “Pulizie di Primavera” che fanno accoglienza

IMG-20160414-WA0009 Hanno pulito parchetti e cortili, ridipinto muri imbrattati, raccolto spazzatura e mozziconi di sigarette, sistemato aiuole, aggiustato panchine rotte, dipinto ringhiere con i colori della Pace. In tutto otto cantieri e quasi ottanta persone.