Teatro Manzoni, presentata la stagione di prosa

  •  
  •  
  •  
di Daniela Zanuso

Un cartellone prezioso e di grandissima qualità è stato presentato martedì 15 settembre alla presenza del sindaco e dell’assessore alla cultura. Grandi classici e nuova drammaturgia con  il cinema come fil rouge di questa stagione teatrale.

Da ieri, 17 settembre, si sono riaperte le prevendite al Teatro Manzoni di Monza , cominciando dagli abbonati storici che hanno diritto di prelazione ( necessaria la prenotazione telefonica). A causa del Covid, il sipario si riaprirà per la metà degli spettatori (400 per gli 800 posti in sala).  Al 9 ottobre il via alla campagna abbonamenti.

Un ritorno in grande stile insomma dopo il lungo periodo di sospensione delle attività a causa della pandemia, ma in grado di garantire tutti gli standard di sicurezza previsti dalle normative in vigore.

Mettere insieme questo programma  è stato un  lavoro complicato e faticoso – ha dichiarato Paola Pedrazzini, Direttore Artistico del teatro – una vera e propria “tela di Penelope”. Ora, però, guardiamo al risultato con grande soddisfazione.

Regalo di Natale, adattamento teatrale del famoso film di Pupi Avati

Il fil rouge di quest’anno è il cinema, con diverse trasposizioni teatrali di capolavori cinematografici. La stagione aprirà il 18 dicembre con «Regalo di Natale», adattamento teatrale del film cult di Pupi Avati con Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Gennaro di Biase e l’adattamento di Sergio Pierattini.

Seguirà a gennaio il bellissimo «Anfitrione» , un classico che diventa una storia moderna (con Antonio Catania, Gigio Alberti, Barbara Bobulova) . Qui ritroviamo  Sergio Pierattini, dopo la riscrittura di Regalo di Natale.

Sempre a gennaio il nuovo allestimento de «Il malato immaginario» di Molière con Emilio Solfrizzi che interpreta Argante,  all’insegna del classico e della sua riscrittura.

Isa Danieli e Giuliana De Sio in “Signorine” La storia di due sorelle zitelle, offese da una natura ingenerosa, che trascorrono la propria esistenza in un continuo e scoppiettante scambio di accuse reciproche.
Stefano Accorsi sarà il protagonista di “Patria”

A febbraio grandi prove attoriali con «Le signorine» (interpretato da Isa Danieli e Giuliana De Sio), uno spettacolo apparentemente semplice ma con un cast eccezionale.

A fine febbraio il nuovo, attesissimo  e decisamente misterioso (considerato che è ancora in fase di stesura),  «Patria», con testo di Lucia Calamaro per Stefano Accorsi.

Per marzo è previsto  «Misery» tratto dal romanzo di Stephen King (da cui la serie anni ‘80 “Misery non deve morire“)  con Filippo Dini e Arianna Scommegna. La forza di questo spettacolo è che ci sono più livelli di lettura del testo.

In cartellone quindi la prima versione teatrale italiana di «Orgoglio e pregiudizio» un testo che resta moderno nonostante sia del 1813 .

Una scena di “Ditegli sempre di sì” di Luca De Filippo

Per finire «Ditegli sempre di sì», nuova produzione della compagnia di Luca De Filippo, un testo sulla follia con milioni di significati.

“La qualità resta il denominatore comune di questo bellissimo cartellone e presenta particolarmente preziosa per l’importanza dei protagonisti coinvolti: Stefano Accorsi, Giuliana de Sio, Isa Danieli, Filippo Dini, Arianna Scommegna, Antonio Catania, Gigio Alberti, Barbara Bobulova, Emilio Solfrizzi, Arturo Cirillo, Gianfelice Imparato, Carolina Rosi, Roberto Andò e tanti altri, commenta Paola PedrazziniE’ un’offerta teatrale varPa e articolata nei generi drammaturgici e nelle messinscene, che propone grandi classici (da Molière ad Eduardo, da Jane Austin a Stephen King) e interessanti prove di drammaturgia contemporanea”.

Un cartellone di grande qualità con artisti che si muovono con eccellenza tra il cinema e il teatro e spettacoli che rimandato a celebri capolavori cinematografici.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 039.386500 – Fax 039.2300966

info@teatromanzonimonza.it


ORARI:

Durante la campagna abbonamenti si osserveranno i seguenti orari:

martedì, giovedì, venerdì, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

mercoledì dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19.

da sx Paola Pedrazzini, il sindaco Dario Allevi, Barbara Vertemati e Massimiliano Longo alla presentazione della stagione di prosa 2020-21