Un campo di grano tra i grattacieli di Milano

1145395_MGTHUMB-INTERNACi sono dei precedenti, perché l’idea è  già stata sperimentata a  Manhattan nel 1982. Ora si farà a Milano dove,  tra i grattacieli e le nuove costruzioni di Porta Nuova, sabato 28 febbraio 2015  si darà il via alla semina collettiva che darà vita a Wheatfield  (in inglese campo di grano) un’ opera d’arte ambientale che prende  spunto da  un’idea dell’artista americana-ungherese  Agnes Denes  e che calza a pennello con  Expo 2015 che, ricordiamo,  ha per tema proprio il cibo.

1145390_MGTHUMB-INTERNAUn campo di grano da 5 ettari, che tradotto significa circa 50mila mq, per i quali sono necessari 1250 kg di sementi di grano della varietà Odisseo, oltre 15mila metri cubi di terra  e circa 5mila chili di concime.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Riccardo Catella in collaborazione con Confagricoltura e dalla Fondazione Nicola Trussardi e  fa parte del più vasto contenitore “MiColtivo”, dedicato all’agricoltura urbana.

L’artista Agnes Denes   ha dichiarato di volere nutrire questo terreno inutilizzato, all’interno di un contesto urbano che ne faccia da contrasto. “Avremo una zona di campagna all’interno della città, con questo sfondo di grattacieli incredibili in quest’area di Porta Nuova“.

Ma non finisce qui: ci saranno anche un orto e1143239-034-kByF-U430608952084380oF-1224x916@Corriere-Web-Milano-593x443 un frutteto e i cittadini volonterosi che vorranno partecipare alla semina, alla messa a dimora e alla cura degli ortaggi e degli alberi da frutto, avranno la guida tecnica di alcuni agronomi.

Sono previsti anche laboratori didattici per bambini, feste, eventi e cene organizzate all’interno del Wheatfield .

Il ritrovo per la semina è presso il giardino pubblico di via De Castillia 28 alle ore 14, mentre bisognerà aspettare l’11 aprile per l’apertura ufficiale al pubblico e metà luglio per la prima mietitura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code