Uno spettacolo teatrale contro il gioco d’azzardo apre la Settimana della Carità

  •  
  •  
  •  

Al via la Settimana della Carità, tradizionale appuntamento promosso da Caritas e san Vincenzo di Monza. Si comincia con il Teatro, con un monologo dell’attore Fabrizio De Giovanni. Uno spettacolo dedicato al gioco d’azzardo, molto apprezzato dal pubblico, andato in scena in diverse sale italiane, un  monologo  che diverte,  invita alla riflessione e all’indignazione. 

Uno spettacolo che si offre come strumento di comunicazione emotiva e al contempo razionale per stimolare l’indignazione e creare consapevolezza sulla pericolosità di questo flagello, troppo spesso sottovalutato. Per non dover sentire mai più una nonna davanti al Gratta&Vinci dire al nipotino: “Grattalo tu, così vinciamo! Che hai la manina fortunata…”.

Lo spettacolo andrà in scena domenica 10 marzo ore 16:00 Cineteatro Triante via Duca d’Aosta, 8 – Monza Ingresso libero.

L’azzardo è un cancro sociale” dichiara Papa Bergoglio, che lo definisce “un flagello al pari del narcotraffico”.

Prima del 1994 l’AZZARDO era un problema. Piccolo. Chi frequentava le “bische clandestine” era probabilmente un personaggio già ai margini della società… magari con la pistola in tasca. Oggi abbiamo 17 MILIONI di giocatori in Italia: anziani, ragazzi, casalinghe, disoccupati…

Dal 1994, anno della LEGALIZZAZIONE del gioco d’azzardo, ad oggi l’Italia ha scalato le classifiche mondiali dell’azzardo fino ad essere il primo paese in Europa e il quarto al mondo, dopo Stati Uniti, Cina e Giappone!

Dati ufficiali dicono che noi italiani ci siamo giocati nell’ultimo anno 102 MILIARDI di euro, 1.500 euro a persona, minorenni compresi!

E il costo lo sappiamo è elevatissimo: crisi familiari, perdita del lavoro, attività illegali, debiti, usura, costi sociali inestimabili!

Dopo il Teatro, la tradizionale Veglia di preghiera. Ci sarà don Virginio Colmegna ad animare l’incontro previsto per lunedì 11 marzo ore 21:00 presso la Chiesa San Pietro Martire di Monza. Titolo dell’incontro è: La Carità trova casa.

Si, perché dal gioco d’azzardo, spesso veicolo che conduce alla povertà e alla perdita della casa, Caritas e San Vincenzo desiderano focalizzare l’attenzione anche sul problema abitativo.

Infatti durante la mattinata di sabato 16 marzo si svolgerà  un convegno dedicato al problema casa, alle politiche abitative e alle esperienze innovative di housing sociale. Il convegno si aprirà con una comunicazione di un rappresentante della Fondazione San Berardino (a difesa della persone vittime dell’ usura, dipendenze …)  e dell’associazione Monza Ospitalità. Successivamente è in programma una tavola rotonda con i rappresentanti di alcuni comuni e del Terzo Settore. Sarà un confronto su case popolari, politiche abitative esperienze innovative di housing sociale.

Titolo del convegno è Appartarsi o Appartenersi una scelta che desidera  sottolineare anche l’aspetto culturale, sociologico. A fronte di una deriva individualista che spinge le persone a chiudersi,  ad APPARTARSI, non mancano, invece, le novità che si dirigono verso un housing sociale, comunitario, progetti che invitano le persone a scegliere un’APPARTENENZA sociale e solidale.

Dopo la Settimana della Carità, gli appuntamenti proseguono con il l’iniziativa “OLTRE LA PAURA” laboratorio spettacolo a cura del Teatro dell’oppresso. Interverrà don Massimiliano Sabbadini Vice direttore Caritas Ambrosiana. Sabato 23 marzo ore 21:00 – Parrocchia sant’Ambrogio via Amendola  – Monza.

Riepiloghiamo. Ecco tutti gli appuntamenti della Settimana della Carità

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code