Vimercate: il ritorno della storica RV radio

  •  
  •  
  •  
di Serena Celli

96,500 MHz: era il 1976 quando, a Vimercate, nasceva RV radio.

In origine l’emittente era un progetto sorto, senza pretese, dall’idea di un gruppo di amici che usavano una soffitta come studio. Tuttavia, la piccola realtà vivace di RV radio era destina a diventare di più.

Ben presto infatti, i nuovi titolari, Felice e Carlo Colombo e la famiglia Gianni, rilevarono l’emittente vimercatese e diedero a quest’ultima un’impronta decisamente più professionale. La sede venne trasferita in una nuova palazzina a tre piani e vennero inserite nelle rubriche dei programmi innovativi. Tra questi sicuramente possiamo ricordare quelli sportivi che comprendevano radiocronache in diretta, quelli culturali che prevedevano letture e commenti di poesie da Neruda a Montale, la celebre trasmissione di intrattenimento condotta da Cesare Cadeo, “La voce della notte” e, naturalmente, gli spazi dedicati alle richieste musicali del pubblico. 

Le radio libere erano una grande novità per l’Italia degli anni ‘70 e sicuramente, per una realtà come quella vimercatese, RV radio era motivo di vanto.

Il progetto si evolse, poi, ulteriormente quando i titolari decisero di aggiungere alla radio, tra gli anni ’80 e ‘90, anche un’emittente televisiva, ovvero Video Brianza. Tuttavia, dopo alcuni anni dalla cessione dei fondatori a nuovi proprietari, gli studi di RV radio chiusero i battenti.

Quest’anno la grande notizia: il figlio di uno dei fondatori della stazione radio brianzola, Roberto Gianni, raccogliendo l’eredità del padre, ha deciso di dare nuova vita ad uno dei simboli della Vimercate anni ‘70. Il nuovo progetto prevede che la storica emittente rinasca come web radio anche se, dietro ai microfoni, ci saranno alcune delle voci di un tempo.

Le tecnologie digitali di cui disponiamo oggi  offriranno, sicuramente, nuovi mezzi alla storica radio locale e anche se non sarà più la puntina a scorrere sul vinile, la passione degli “eredi” farà in modo che lo spirito e la vivacità che contraddistinguevano questa realtà brianzola ritroveranno nuovo vigore.

6 ottobre 2020