Youth Bank: bando 2015 per il volontariato giovanile

L’attività erogativa della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus debutta anche quest’anno con il bando Youth Bank, frutto dell’omonima esperienza innovativa giunta ormai alla terza edizione in Brianza: il bando è stato infatti studiato con un gruppo di studenti delle scuole superiori di Monza che ha affiancato gli organi competenti della Onlus nella definizione del focus del bando e contribuirà alla selezione dei progetti.

“I giovani per la Comunità è il tema di quest’anno. – dichiara Marta Petenzi, Segretario Generale della Fondazione – Gli studenti di questa terza edizione del percorso hanno voluto stimolare il volontariato giovanile in ambito sociale e ambientale. Il bando porrà attenzione a progettualità promosse da organizzazioni di terzo settore volte ad attivare le nuove generazioni nel volontariato, per favorire l’acquisizione da parte dei ragazzi di capacità spendibili nel loro futuro ed una loro maggiore consapevolezza delle problematiche sociali del territorio in cui vivono”.

Il bando vede uno stanziamento di 57.000 euro, di cui euro 50.000 da parte della Fondazione ed euro 7.000 derivanti dai frutti del fondo patrimoniale A.G. Bellavite attivo presso la Fondazione.

“Ci fa enormemente piacere contribuire alla realizzazione di questa iniziativa. Sebbene il nostro intervento si limiti al supporto finanziario, ci sembra un bel modo per aiutare i giovani a crescere, dando loro i mezzi per realizzarsi ma lasciandoli autonomi nelle proprie scelte”. Dichiara Paolo Bellavite, titolare del Fondo.

I progetti dovranno rendere i giovani protagonisti nei seguenti ambiti:

• prevenzione del disagio giovanile e delle dipendenze da uso di sostanze e da un uso scorretto della tecnologia al fine di attivare processi di consapevolezza e di assunzione di responsabilità;

• supporto di persone fragili, come anziani soli, famiglie con componenti malati, soggetti con disabilità;

• attività di promozione ambientale.

La voce dei ragazzi coinvolti:

“Ho deciso di continuare questo progetto per il secondo anno perché ritengo che sia un’occasione unica per avvicinarsi al terzo settore con una prospettiva diversa. Personalmente svolgo già attività di volontariato, ma Youth Bank permette ai giovani di capire le modalità e le procedure con cui le associazioni si finanziano. La scelta dei temi di quest’anno è stata dettata dalla consapevolezza del potenziale che i giovani hanno nello sviluppo del territorio, infatti le energie e le idee che possono mettere in campo sono fondamentali a mio parere allo stesso tempo per rispondere a situazioni di bisogno e per la crescita personale che il volontariato comporta.

Infatti abbiamo ritenuto preoccupante il numero crescente di giovani che non avendo nulla da fare investono il loro tempo in attività inutili o peggio dannose quando potrebbero invece investirlo in iniziative utili alla comunità in cui vivono e alla loro formazione personale. Abbiamo quindi scelto un bando che punti tutto proprio sui giovani, presentando loro i rischi delle dipendenze (da sostanze, dalla tecnologia,…) e proponendo loro alternative valide che li possono arricchire interiormente” Irene Sicignano, studentessa del Liceo Zucchi

“Ho scelto di partecipare al progetto della Youth Bank per curiosità, avendo delle amiche che l’anno scorso vi avevano già preso parte e mi erano sembrate colpite positivamente da questa esperienza. In effetti sto trovando molto stimolante sapere che tutto ciò che decidiamo e discutiamo si trasformerà poi in opere concrete di aiuto e sostegno nelle aree della vita quotidiana che più ci stanno a cuore e sulle quali abbiamo deciso di focalizzarci. La Youth Bank mi ha fornito un nuovo punto di vista sulle organizzazioni a scopo benefico e, trovandomi per la prima volta dalla parte di chi organizza le operazioni di tali associazioni, mi sento partecipe di un miglioramento effettivo nella nostra città” Irene Cassanmagnago, studentessa del Liceo Zucchi.

“Arrivati alla terza edizione, la soddisfazione dei primi risultati: i progetti finanziati con il primo bando giungono al termine positivamente, molti proseguono autonomamente l’esperienza, le visite ai progetti in corso si moltiplicano, il gruppo YB cresce e infine un nuovo bando esce per stimolare le idee delle associazioni in materia di volontariato giovanile. Quanta strada fatta in questi anni! Ma ancor di più è quella che ci attende…” Guido Confalonieri, ex-studente del Liceo Frisi.

Il Bando finanzierà sino al 50% del costo globale con contributi compresi tra 5.000 e 20.000 euro, nei limiti dell’importo complessivo del bando. Ora l’azione passa nelle mani delle organizzazioni del territorio che potranno presentare i progetti alla Fondazione entro le ore 12.00 del 31 marzo 2015 secondo le modalità indicate nel regolamento del bando, disponibili sul sito www.fondazionemonzabrianza.org.

Fondazione Comunità Monza Brianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code