Casa della Poesia di Monza

poesiaCenacolo di Poeti e Letterati Reggia del Parco di Monza

Martedì 13 gennaio, alle ore 11,30 presso la Sala Cavallerizza – Reggia Reale di Monza- la conferenza stampa della Casa della Poesia di Monza.

La Casa della Poesia di Monza promuove la IV edizione del Mirabello Cultura patrocinato dal Comune di Monza, Confindustria, il Consorzio della Reggia di Monza, Le Cucine di Villa Reale e Zeroconfini Onlus. In questi ultimi anni La Casa della Poesia di Monza ha promosso decine e decine di appuntamenti culturali che si sono realizzati, per la maggior parte, nella prestigiosa Villa Mirabello luogo di Delizia e Cenacolo di Letterati, dove nasce la Casa della Poesia e da cui l’iniziativa prende il nome. Un luogo dove il cardinale Angelo Maria Durini diede vita alla fioritura delle Lettere e delle Arti. Uomo colto e appassionato di poesia, il Durini fece in modo che, nelle accademie duriniane del Mirabello, si conversasse e recitasse in dialetto milanese, in italiano e più volentieri in latino, rivitalizzando la cultura classica in controtendenza con l’Illuminismo.

Il poeta Giuseppe Pozzobonelli, nel 1777, così descriveva la splendida residenza con una lettera di ringraziamento al cardinale: … Ecco, tu canti, o Durini: e nel frattempo i Geni e le Grazie sorelle si affollano negli atri ameni della casa. Quale casa, o Celesti! Minerva e le Muse potrebbero desiderare di trovar sollievo nei giorni estivi in questo Liceo. Dove l’industriosa Monza dispiega i verdi colli, dove Zefìro soffiando più dolcemente ricrea il cielo e avviluppa le ali variopinte nelle selve in pendio, questa è la sede deliziosa della tua villa, o Durini, qui c’è il tuo palazzo avito. Per Giove, quanto rimane profondamente impressa la casa nella mente e nell’animo.

Il programma culturale del Mirabello Cultura del 2015 si snoderà per tutto l’anno, partendo da gennaio, con un calendario ricchissimo di eventi culturali dedicati alla letteratura, alla poesia, all’arte, alla musica, alla filosofia. Il progetto Mirabello Cultura 2015 guiderà – senza tralasciare spettacolo e divertimento – i cittadini e i visitatori in vari percorsi di approfondimento culturale: sono previsti incontri con scrittori e poeti, conferenze, Lectio Magistralis (dedicate agli studenti), spettacoli teatrali e due premi letterari.

Premio Letterario Internazionale Isabella Morra, alla sua V edizione, dedicato quest’anno ad Antonia Pozzi, avrà come filo conduttore la poesia di genere e rientra nelle iniziative di Matera Capitale Europea 2019. Attraverso il premio Isabella Morra, in questi ultimi anni, si è stabilito un contatto importante con la Basilicata, sua terra di origine: il premio Isabella Morra, il mio mal superbo ha il merito di far incontrare cose e realtà che solo apparentemente sembrano distaccate e lontane, nel tempo e nello spazio. Cosa unisce Monza e Valsinni? La Lombardia e la Basilicata? Il Novecento e il Cinquecento? Antonia Pozzi e Isabella Morra? La Poesia, capace di parlare al cuore, oltre ogni lingua, ogni oltre confine, ogni oltre barriera e ogni oltre limite temporale. La Poesia, sola in grado di raccogliere “ i fiumi” di Isabella e di Antonia e di donarli ai “fiati caldi degli uomini” ( Giuseppe Truncellito, Assessore alla Cultura e al Turismo, Comune di Valsinni)

Premio Aurelia Josz, alla sua I ediz., celebra la figura di Aurelia Josz (figlia dell’ungherese Lodovico Josz e di Emilia Finzi) La Scuola Agraria del Parco di Monza, da lei fondata, ha raccolto l’eredità del passato facendo proprie le parole d’ordine di innovazione e progresso di Aurelia Josz. Una lapide a lei dedicata è presente presso la scuola per ricordare al mondo una donna di grande valore che, con carattere e tenacia, si impegnò, spesso gratuitamente, per l’educazione femminile ed in particolare per la professionalizzazione del lavoro agricolo e rurale in cui le donne venivano impegnate, nella cura degli animali da cortile, degli orti e dei bachi da seta. Fondò la prima scuola agraria femminile presso l’orfanatrofio di Milano, nel palazzo delle Stelline, con l’intento di dare alle ragazze la possibilità di scegliere un lavoro diverso da quello di servizio presso le famiglie borghesi o come serve nelle aziende agricole. Il premio, in un momento difficile per il nostro paese, nell’anno in cui l‘evento Expo porterà a Milano il Mondo per parlare di come “ nutrire il pianeta”, vuole accendere una luce su una donna speciale e sui suoi, sempre attuali, ideali: professionalità e consapevolezza nelle scelte per dare dignità al lavoratore agricolo.

Gli eventi del Mirabello Cultura saranno realizzati in diversi prestigiosi luoghi del nostro territorio: la novità è che la maggior parte di essi – due appuntamenti fissi al mese – sarà localizzata nella Sala Cassina delle Cucine di Villa Reale, mirabilmente restaurate e attrezzate per la ristorazione, ma anche con lungimiranza aperte al dialogo con il pubblico mediante prestigiose iniziative culturali in linea con le tradizioni storiche della Villa e di Monza.

Mirabello Cultura gennaio

  • Il 16, alle ore 17,30 Sala Cassina Le Cucine di Villa Reale – Dario Villasanta, con il suo romanzo di strada Angeli e Folli
  • il 25, alle ore 17,30 Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza Aurelia Josz – La rivoluzione femminile in agricoltura. Letture sceniche e convivio su una delle personalità della cultura milanese di inizio Novecento. Un’iniziativa che si realizza in collaborazione con Novaluna. Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
  • il 30 alle ore 17,30 Teatrino di Corte della Villa Reale – Itinerario poetico e religioso negli scritti di Davide Rondoni. Incontro con Elisabetta Motta e il poeta Davide Rondoni.

La Casa della Poesia di Monza

Il Presidente

Antonetta Carrabs

Lascia un commento