Colletta nazionale in favore del popolo del Nepal

NepalLa Presidenza della CEI, a nome dei Vescovi italiani, ha indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le chiese italiane domenica 17 maggio 2015, come segno della concreta solidarietà di tutti i credenti verso le popolazioni del Nepal provate dal violento terremoto dello scorso 25 aprile.

Questa iniziativa della Chiesa italiana trova piena rispondenza nel popolo italiano e risonanza nella Presidenza di Caritas Italiana.

Rilanciando la raccolta straordinaria indetta dalla CEI, Caritas Italiana invita pertanto le Caritas diocesane ad animare e preparare la colletta del 17 maggio, trasferendo poi integralmente e sollecitamente, entro un mese, le offerte raccolte a Caritas Italiana, secondo le modalità sotto riportate.  Caritas è presente in Nepal ed è sostenuta negli interventi da Caritas India e da tutta la rete Caritas.

Dopo essersi concentrati sugli aiuti agli sfollati nella capitale, da giorni dei team Caritas hanno raggiunto alcune zone più periferiche come Gordkha, Sindhupalanchowk, Nuwakot, Lamjung, Rasuwa, Dhadhing, Kavre e Okheldhuga. Le priorità restano cibo, acqua e riparo. Si sta anche cercando di fornire un sostegno psico-sociale. Finora sono state raggiunte circa 4.000 famiglie.Sono state già distribuite 10.000 tende e 3.000 teloni cerati.

“Mentre continua purtroppo a salire il numero dei morti – ha detto S.E. Mons. Luigi Bressan, presidente di Caritas Italiana – vogliamo come Chiesa italiana far sentire la nostra vicinanza alla popolazione del Nepal, nella preghiera e nella solidarietà concreta. Come in ogni emergenza è altrettanto importante una pianificazione e organizzazione degli aiuti per rispondere in modo mirato alle esigenze delle famiglie colpite. Sono certo che anche questa volta ci sarà una risposta generosa del popolo italiano”.

 

Lascia un commento