Crisi umanitaria nel Mediterraneo: l’appello di Amnesty International

  •  
  •  
  •  

AmnestyInternationalLa morte per annegamento di quasi 1000 migranti e rifugiati nel Mediterraneo, solo nell’ultima settimana, ha costretto la Commissione europea e i ministri degli Esteri e degli Interni a riconoscere finalmente che è necessario affrontare con urgenza le carenze delle operazioni di ricerca e soccorso in mare.

Amnesty International, pur riconoscendo che si tratta di un positivo distacco dalla politica di negazione del problema e di vuota retorica, attende di conoscere i dettagli della decisione adottata il 20 aprile a Lussemburgo.

A determinare se quanto deciso a Lussemburgo salverà vite umane saranno la dimensione della zona di competenza delle operazioni di ricerca e soccorso in mare, le risorse e i mezzi messi a disposizione e i tempi entro i quali tutto questo avrà inizio.

“La riunione di emergenza convocata il 23 aprile ci dirà se l’impegno dell’Europa a salvare vite umane sarà sincero o meno. È ora di tradurre le parole in azioni concrete, sotto forma di una forte operazione multinazionale europea di ricerca e soccorso in mare” – ha dichiarato Iverna McGowan, direttrice ad interim dell’Ufficio di Amnesty International presso le Istituzioni europee.

“Finalmente, i governi europei e le istituzioni dell’Unione europea sono stati spinti ad agire, almeno sulla carta. Non c’è più spazio per la retorica. L’Europa ha il dovere di dare urgentemente seguito ai suoi impegni dispiegando una flotta navale adibita alla ricerca e al soccorso, accompagnata dal sostegno aereo laddove necessario. Questo, e solo questo, contrasterà le morti in mare” – ha dichiarato John Dalhuisen, direttore del programma Europa e Asia centrale di Amnesty International.

Mercoledì 22 aprile Amnesty International diffonderà il documento “L’Europa affonda nella vergogna. Il mancato soccorso di rifugiati e migranti in mare”.

Amnesty International  Italia ha aderito alla mobilitazione nazionale promossa insieme ad altre organizzazioni per i diritti dei migranti che si terrà oggi, martedì 21 aprile, in tutta Italia. A Roma sit in a partire dalle 17 davanti a Montecitorio.

Per firmare l’appello Prima le persone, poi le frontiere:
http://appelli.amnesty.it/sos-europa/

Lascia un commento