Cucire i tessuti e le relazioni

di Elena Borravicchio

Riparte l’apprezzatissimo corso base di cucito organizzato dall’associazione ArcoDonna APS che, da più di 10 anni, promuove sul territorio occasioni di sviluppo e crescita sul tema delle pari opportunità, del protagonismo femminile e della rimozione degli stereotipi di genere.

Il corso, gratuito e rivolto a donne italiane e straniere ospiti della Cascina Cantalupo con i loro bambini, è giunto alla quarta edizione di un’iniziativa di grande successo, sia a livello professionale che umano, lanciata alcuni anni orsono nella Biblioteca di via Lecco. Nel tempo l’attività si è consolidata ed è proseguita in due sedi: via Lecco e viale Sicilia, nella Cascina Cantalupo.

Da quest’anno tutti i corsi di cucito di ArcoDonna si terranno presso la Cascina.

Dopo tre corsi, tenutisi nell’ex Centro anziani della Cantalupo, chiuso causa Covid, e rivolti rispettivamente uno alle mamme della Cantalupo e due alle persone esterne, incomincia ora un nuovo corso di 40 ore, pensato come un vero e proprio laboratorio, a partire dal 12 ottobre. Si terrà il martedì dalle 9.00 alle 13.00.

“I nostri corsi rappresentano un’occasione unica per trascorrere qualche ora insieme in un ambiente accogliente, apprendendo le basi dell’arte del cucito. Impareremo tutte quelle nozioni indispensabili per realizzare orli, cambiare cerniere ma anche confezionare tovaglie, lenzuola e federe, tende, fino a semplici capi di abbigliamento, a mano e con la macchina da cucire – spiega Laura Marasso, presidente di ArcoDonna – Il kit da cucito e i tessuti verranno forniti dall’Associazione ad ogni partecipante, cui resterà anche tutto quello che avrà confezionato durante il corso”.

Come nelle precedenti edizioni, certamente anche quest’anno la scuola sarà un’occasione non soltanto di incontro e di crescita nell’autonomia da parte di donne che magari vivono da poco nel nostro paese e desiderano imparare quei piccoli lavori utili alla gestione famigliare e, perché no?, utili anche ad iniziare un’attività professionale in futuro, ma sarà anche e soprattutto un’occasione di scambio e di nuove amicizie.